Come opacizzare il vetro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con il termine "vetro satinato", si intende quella lavorazione che rende la sua superficie opaca. Questo trattamento prende il nome di satinatura. Solitamente, i vetri opachi vengono utilizzati per le finestre dei bagni, per le vetrinette o semplicemente per abbellire i classici bicchieri di vetro che si trovano in tutte le cucine. Se siete stanchi del vostro semplice vetro trasparente, nei passi a seguire, vi illustrerò come come opacizzare il vetro ed ottenerne uno satinato. In questo modo, potrete dare quel tocco in più a quegli oggetti che vi sembrano troppo semplici o monotoni.

27

Occorrente

  • Sale amaro
  • bottiglia di birra
  • pennello a punta piatta
  • ciotola
  • pellicole elettrostatiche
37

Acquistare il materiale necessario

Per prima cosa, dovrete munirvi di sale amaro (reperibile in qualsiasi farmacia) e di una bottiglia di birra. Una volta acquistati i due prodotti, dovrete mettere il vetro da modificare in posizione orizzontale, poggiandolo sopra un panno per non sporcare il pavimento. Una volta fatto ciò, avrete bisogno di un pennello a punta piatta acquistabile in un negozio di ferramenta, in un negozio di articoli per la casa o in cartoleria. Il pennello dovrà essere scelto in base all'ampiezza del vetro da modificare. Oltre a ciò, dovrete utilizzare dei guanti.

47

Creare la miscela da porre sul vetro

Successivamente, dovrete prendere una ciotola o una pentola e mescolare molto accuratamente la birra con il sale amaro, in modo da ottenere un composto che abbia una consistenza né troppo densa, né oltremodo liquida. In seguito, dovrete servirvi del pennello a punta piatta passandolo delicatamente sullo specchio, dopodiché dovrete aspettare che si asciughi completamente. In questo modo, avrete ottenuto una gradevole decorazione e, la parte di vetro coperta dalla mistura, sarà totalmente opaca.

Continua la lettura
57

Utilizzare delle pellicole elettrostatiche

Un'alternativa sicuramente più sbrigativa sarà quella di utilizzare delle pellicole specifiche per ottenere un effetto satinato. Queste pellicole, dette anche elettrostatiche, non danneggiano le superfici e non rilasciano colla quando vengono rimosse. In questo caso, potrete acquistarle nei negozi di bricolage o di fai-da-te. Una volta acquistata la vostra pellicola, occorrerà appoggiarla delicatamente sulla superficie dello specchio, rimuovendo l'aria presente al suo interno con l'ausilio di una spugna o semplicemente con la mano. Queste, come accennato precedentemente, non contengono colla e possono essere facilmente rimosse nel caso in cui il risultato non vi soddisfi a pieno. Infine, prima di applicare la pellicola, dovrete pulire perfettamente la superficie del vetro. Buon lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Consigli per levigare i bordi del vetro

Il vetro è uno dei materiali più usati nella quotidianità, basta pensare ai vari contenitori, bottiglie e vasi, e tanti altri oggetti o componenti di uso comune. Il vetro si ottiene per solidificazione dell'ossido di silicio, o dell'anidride borica...
Materiali e Attrezzi

Come riconoscere il vetro temperato

Il vetro temperato, per la sua particolare robustezza, trova largo impiego nella realizzazione di elementi senza struttura portante. Inoltre, per le sue caratteristiche viene anche definito vetro di sicurezza, e molto spesso viene utilizzato nei finestrini...
Materiali e Attrezzi

Vetro temperato: tecniche di lavorazione e taglio

Il vetro temperato è un tipo di vetro di sicurezza elaborato con trattamenti termici o chimici, eseguiti per aumentarne la resistenza. Durante questi trattamenti le superfici esterne e interne del vetro vengono messe in compressione. Grazie alla sue...
Materiali e Attrezzi

Come sostituire il vetro di una finestra

Quando si rompe un vetro di una finestra, la prima cosa che si pensa di fare è portare il vetro rotto da un vetraio. Come tutti ben sappiamo i vetri non hanno un costo bassissimo. Ma con questa guida andrò a spiegarvi come sostituire un vetro di una...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare il vetro di Murano

Il vetro può essere tagliato a mano o con speciali seghe elettriche opportunamente raffreddate con acqua, sia in casa utilizzando un diamante oppure recandosi presso un vetraio ben attrezzato. Ci sono alcuni tipi di vetro che non essendo piani ma bombati,...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere il vetro per la lavorazione

La lavorazione del vetro è un'arte antichissima grazie alla quale è possibile realizzare dei manufatti di ottima qualità, essendo il vetro un materiale naturale al 100%. Infatti, le sostanze che lo compongono sono tutte materie prime, come la sabbia...
Materiali e Attrezzi

Come ammorbidire il vetro

Il vetro è un materiale particolarmente bello e brillante con il quale si possono realizzare vere e proprie opere d'arte. Esistono vari tipi di vetro che per essere modellati richiedono un particolare processo di ammorbidimento. In questa semplicissima...
Materiali e Attrezzi

Come modellare il vetro

Il vetro è un materiale usato già nei tempi antichissimi a scopo ornamentale: si narra che la sua invenzione fu dovuta a un caso quando alcuni mercanti fenici, nel preparare un fuoco sulla sabbia servendosi di panni di nitro, furono attratti dal formarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.