Come Organizzare Una Fungaia Amatoriale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tutte le persone che hanno la passione per i funghi e che, per svariati motivi, non hanno la possibilità di recarsi nel bosco a raccoglierli, possono tranquillamente coltivarli in casa creando una fungaia amatoriale. La sua preparazione si distingue in due momenti colturali: la creazione del substrato e la crescita dei funghi. Per diventare un funghicoltore esistono due possibilità: la prima, consigliata a chi è un principiante, consiste nell'acquisto di kit già pronti per la prima fase della cultura mentre l'altra richiede qualche attenzione in più perché è necessario realizzare il substrato per la coltura successiva. In entrambi i casi, per organizzare una fungaia, non è richiesta una particolare abilità basta seguire con attenzione poche regole. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Substrato composto da paglia, letame e residui vegetali secchi
  • micelio
  • cassetta
  • nebulizzatore
  • kit già pronto
37

Scegliere i funghi più adatti da coltivare

Innanzitutto, i funghi pleurotus e i prataioli (i più noti champignon) sono i più facili da coltivare: questi si nutrono di sostanze organiche del terreno e non hanno bisogno di scambi, come avviene per i porcini, con gli alberi forestali. Da un punto di vista tecnico, creare una fungaia è molto semplice, la difficoltà maggiore dell'impresa è quella di far sviluppare il micelio, che è un intreccio di filamenti che si riproduce d'estate con il caldo mentre il fungo cresce in inverno; tuttavia esistono miceli già pronti e bisogna solo decidere la varietà dei funghi da coltivare. Determinante è anche il luogo in cui si sceglie di localizzare la fungaia.

47

Acquistare i kit già pronti

La scelta più facile è comprare i kit già pronti che comprendono cassette e pannelli di substrato già seminato di prataioli, pleurotus ma anche pioppini ed altre specie. Si può iniziare con una o due unità, basta solo provvedere a tenerle umide con il nebulizzatore e seguire le indicazioni fornite dal kit per la varietà di fungo. Ciascuna cassetta dev'essere foderata con fogli di plastica, possibilmente scura, lasciando a lato un bordo più lungo per coprirla. Inoltre, dev'essere riempita con una balla di materiale costituito da paglia di frumento o orzo pastorizzata con letame e residui vegetali secchi dove poi si introduce il micelio.

Continua la lettura
57

Creare un clima autunnale durante la crescita dei funghi

Per questa prima fase è richiesta la temperatura di 25° e il substrato va mantenuto moderatamente umido. Dopo due settimane circa, si sviluppa il micelio nel substrato, facendolo diventare biancastro. Il secondo passaggio è la crescita dei funghi ed è necessario ricreare un clima autunnale quindi temperature tra i 10 e 15°, poca luce filtrata per i pleurotus o buio per i prataioli, un l'ambiente pulito e fresco senza correnti di aria. Dopo circa un mese dalla semina, spunteranno i primi funghi per il primo raccolto.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come organizzare una serra

Gli appassionati di giardinaggio sanno bene che avere una serra può essere davvero molto utile per le proprie piante, specialmente durante i mesi invernali. Le temperature molto fredde infatti possono ledere irrimediabilmente alla loro salute. Nella...
Giardinaggio

10 consigli per organizzare un orto metropolitano

La vita in città è caotica e spesso pesante, ma se si ha a disposizione un'area sufficiente è possibile sfruttarla al meglio per realizzarvi sopra un orto metropolitano. Si tratta di un ottimo antistress ed una fonte di ortaggi freschi che sicuramente...
Giardinaggio

Come coltivare i funghi in casa

Quanti di voi hanno la passione per i funghi e si dilettano nell'andare alla ricerca di questi per i boschi!; tuttavia bisogna essere degli esperti per distinguere i funghi velenosi da quelli commestibili. Per non incorrere a tale rischio è bene lasciarsi...
Giardinaggio

Come coltivare la viola

La viola, è una delle bellissime piante con fiori colorati, romantici ed estremamente profumati. Tra le sue varietà, c'è quella molto colorata, cosiddetta"viola del pensiero," perché è un tipo di fiore che ci collega alla nostalgia del passato. Le...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle viole

Le viole sono uno dei fiori utilizzati soprattutto per abbellire le finestre, ma forniscono delle belledecorazioni anche per tavoli e mensole. La particolarità di questa pianta sta nel fatto che una singola foglia può produrre più fiori; ma per mantenere...
Giardinaggio

Come seminare le viole del pensiero

Le viole del pensiero sono fiori vellutati e coloratissimi. Appartengono alla famiglia delle Violaceae ed essendo delle piante perenni hanno un'ottima resistenza anche al gelo. Possiedono foglie ovali contornate da una forma dentata. Mentre i fiori vengono...
Giardinaggio

Come coltivare il mais

Il mais è una pianta annuale molto facile da coltivare in qualsiasi giardino. Inoltre, a differenza dei pomodori o della maggior parte degli altri ortaggi, che impiegano un lungo periodo di tempo per crescere, il mais cresce molto più rapidamente. La...
Giardinaggio

Come Riconoscere E Usare Il Piretro

Il piretro è un insetticida botanico prodotto dal crisantemo della Dalmazia (Chrysanthemum cinerariaefolium) o, meno frequentemente, dal crisantemo persiano (Chrysanthemum coccineum). Entrambe le piante sono originarie dell'Europa orientale e del Caucaso....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.