Come ottenere un buon rinvaso di una pianta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se siamo degli amanti della natura e ci piacerebbe riprodurre un piccolo spazio di verde su un balcone o nel giardino della nostra abitazione, ma non conosciamo tutte le tecniche necessarie per curare correttamente i vari tipi di piante, non dovremo assolutamente preoccuparci, sarà sufficiente ricercare su internet una guida che ci spieghi in maniera molto semplice, tutte le tecniche che dovremo adottare per riuscire a far crescere sempre sane e rigogliose le nostre bellissime piante. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad ottenere un buon rinvaso di una pianta. Questa è una pratica che dovremo necessariamente effettuare affinché la nostra pianta possa continuare a crescere correttamente.

27

Occorrente

  • vaso, terriccio, paletta per giardinaggio, guanti
37

Se non abbiamo un vaso delle dimensioni necessarie, acquistiamolo in plastica o di terracotta in un negozio di articoli per la casa, fai da tè e giardinaggio, in un vivaio o se preferiamo in un supermercato ben fornito. È importante che abbia un diametro di due centimetri più grande rispetto a quello dove la pianta si trova attualmente. Acquistiamo quindi del terriccio universale e dell'argilla espansa o in alternativa del ghiaietto.

47

Prendiamo dei fogli di giornale che andremo a posizionare sulla superficie in cui eseguiremo il rinvaso per non sporcare di terra il pavimento. Chiudiamo parzialmente il foro presente alla base del vaso con un sassolino o del sughero. Iniziamo il travaso della pianta dal vecchio contenitore ormai troppo stretto, a quello più largo. Aiutiamoci dando dei colpetti lungo la circonferenza del vaso, affinché la terra si stacchi uniformemente dalle pareti. Poniamo sul fondo del nuovo contenitore, un primo strato di argilla espansa (o di ghiaietto) e un altro strato di terriccio.

Continua la lettura
57

Estraiamo la pianta dal vaso con delicatezza, possibilmente sollevandola lateralmente con una paletta da giardiniere ed evitiamo di tenerla dal tronco a meno che non sia una pianta molto pesante e robusta. Se la pianta presenta delle foglie grandi e lunghe, avvolgiamole con uno spago sottile legato non troppo stretto.

67

Adagiamo sul nuovo terriccio la zolla che contiene l'arbusto da rinvasare e disponiamo accuratamente le radici. Eliminiamo le parti secche ed eventuali sassolini presenti sulla zolla, residui di terriccio vecchio ed aggiungiamo altra terra, aiutandoci con una paletta e pressando bene con le mani per evitare di lasciare spazi vuoti. Continuiamo così fino ad arrivare a tre centimetri dall'orlo del vaso e poi innaffiamo abbondantemente.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate per il rinvaso sempre del terriccio nuovo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come separare le piantine per il rinvaso

Il giardinaggio è un'attività che può dare molta soddisfazione sotto tutti i punti di vista, Nel ciclo vitale delle piante capita di doversi cimentare nella separazione delle piante attraverso i vari metodi di moltiplicazione. Esistono differenti...
Giardinaggio

Come travasare una pianta di limone

Curare un giardino è un hobby interessante ed anche rilassante, anche se non tutti ne possiedono uno. Coloro che non dispongono dello spazio necessario per un giardino ma possiedono un certo pollice verde, possono optare per delle piante da balcone....
Giardinaggio

Come coltivare una pianta carnivora

La Dionaea muscipola è sicuramente la "pianta carnivora" per eccellenza, ovvero quella più conosciuta e apprezzata da tutti gli amanti di questa specie. Per la sua semplicità di coltivazione, è sicuramente quella più indicata per tutti i neofiti...
Giardinaggio

7 suggerimenti per una pianta che ha preso freddo

Durante il periodo invernale le piante possono risentire molto il freddo e l'umidità: se non si riesce in tempo a ripararle dalle intemperie allora bisogna correre ai ripari per cercare di recuperarle. Vi sono tante soluzioni da adoperare ed in questa...
Giardinaggio

5 errori da evitare nella cura di una pianta grassa

Se abbiamo intenzione di coltivare e curare una pianta grassa, è importante conoscerla a fondo per evitare di commettere degli errori, che potrebbero vanificare il lavoro. Si tratta infatti, di una tipologia di pianta che richiede una cura appropriata...
Giardinaggio

Come travasare una pianta grassa

Le piante grasse quando vengono acquistate generalmente si presentano di piccole dimensioni e anche i loro vasi lo sono, quindi per una crescita più accelerata sarebbe opportuno sostituire subito il vaso con uno più grande. Tuttavia, alcune dopo un...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta di Anthurium

L'Anthurium (oppure Anturio) appartiene al gruppo delle Araceae ed è una pianta originaria delle zone tropicali e sub tropicali dell'America del Sud. Essa è molto ricercata per la particolare forma dei suoi fiori, la cui infiorescenza è composta da...
Giardinaggio

Come rinvasare una pianta di aloe

L'aloe, o aloe vera, è una pianta grassa perenne che viene utilizzata per diversi scopi, come il trattamento delle ustioni, le punture di insetti e piccoli tagli superficiali. Inoltre, può anche essere consumata sotto forma di tè grazie ai suoi benefici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.