Come Passare Il Minio Sul Metallo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il ferro anche se è un materiale abbastanza robusto ha necessità di essere protetto. Esso infatti viene sottoposto a varie sollecitazioni tra cui la pioggia. Per questo motivo potrebbe essere danneggiato ed indebolito oppure si può formare della ruggine. Leggendo questo tutorial si possono avere degli utili consigli su come passare il minio sul metallo; così facendo si può proteggere dalla ruggine.

26

Occorrente

  • minio rosso
  • carta vetrata
  • pennello o pistola a spruzzo
  • pittuta compatibile con il minio
  • mascherina protettiva per il viso
36

Il prodotto più comune che viene utilizzato è sicuramente il minio rosso. Questo tipo di protezione si può adoperare su tantissime strutture, quali: cancellate, ringhiere, tralicci, ecc. Per ciò che concerne l'applicazione del mino rosso bisogna farla utilizzando un pennello. In alternativa, per rendere il lavoro più semplice, si può anche adoperare una pistola a spruzzo. All'inizio bisogna scartavetrare tutta la parte che necessita di questa operazione.

46

Poi, si utilizza il minio passandolo lentamente sulla superficie; in questo modo il liquido viene steso senza lasciare spazi vuoti. È fondamentale passare il minio quando la giornata è asciutta per non far incorporare l'umidità sulla superficie del metallo. Successivamente si fa asciugare; durante questo periodo non bisogna assolutamente toccare il minio. In caso contrario si interrompe la continuità della pellicola protettiva.

Continua la lettura
56

Dopo la completa asciugatura bisogna proteggere il minio con un paio di mani di pittura compatibile con il prodotto. Il minio è un minerale il cui nome deriva dal fiume Minius. I cristalli sono scaglie microscopiche che hanno un colore intenso. In Italia è possibile trovarlo in masse dall'aspetto terroso su galena nella miniera di Reigraxius, a Domusnovas in provincia di Cagliari. Mentre in laminette oppure patine si trova nelle cavità della miniera di Monteponi ad Iglesias.

66

Se si ha un po' di fortuna è possibile trovare scarse patine terrose su calcare a Zuccarello, in provincia di Savona. Il minio, noto fin dai tempi degli antichi romani, si forma per alterazione della galena. Ultimamente viene prodotto industrialmente ossidando il piombo fuso per mezzo di una corrente d'aria. Era utilizzato nella fabbricazione delle vernici antiruggine, mescolato con olio di lino cotto, prima che le vernici al piombo venissero messe al bando per la loro tossicità. Qualche tempo fa si utilizzava anche come pigmento pittorico con i nomi: rosso di Saturno, rosso di piombo, secondarium minium, rosso di Parigi, sandaraco, sandix, sanrendy, usta e minio comune.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come dipingere il metallo goffrato

Se in casa avete dei mobili o degli infissi realizzati con il metallo goffrato ed intendete cambiarne l'aspetto, potete dipingerlo attenendovi però a delle regole ben precise. Il metallo in oggetto infatti si presenta non liscio e con una sorta di buccia...
Materiali e Attrezzi

Come Traforare Le Fasce Di Metallo In Gioielleria

In questa guida parliamo di un'arte, quella della gioielleria, che è affascinante ma anche molto complessa e impegnativa; in particolare illustrerò la tecnica della traforazione del metallo. Per traforare le fasce di metallo in gioielleria è necessario...
Materiali e Attrezzi

Come ossidare il metallo galvanizzato

Il metallo galvanizzato è un materiale costituito da acciaio o ferro rivestito con un sottile strato di zinco che protegge la superficie sottostante dalla ruggine. Se si dispone di un elemento realizzato in metallo galvanizzato e si desidera ossidarlo,...
Materiali e Attrezzi

Come trattare oggetti di metallo

Gli oggetti di metallo sono tra gli oggetti più belli e delicati che esistano. La loro bellezza è sempre in grado di impreziosire una casa, grazie al loro aspetto grazioso ed elegante. Tali oggetti possono anche essere molto funzionali, soprattutto...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere l'ossidazione dal metallo antico

Rimuovere la ruggine dal metallo antico è una procedura semplice ed immediata. Il processo di ossidazione, infatti, deriva dalla reazione del metallo in presenza di ossigeno ed umidità. L’ossidazione provoca una lenta corrosione, usurando lentamente...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la gomma vulcanizzata dal metallo

La vulcanizzazione è un processo al quale vengono sottoposte sia le gomme naturali che quelle artificiali, al fine di migliorarne le prestazioni. Questa pratica industriale mira infatti ad incrementare gli indici di elasticità e di termostabilità dei...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare i bordi di rifinitura del metallo

Se in casa amiamo eseguire dei lavoretti, e quindi senza affidarci a dei professionisti, per ottenere un lavoro perfetto, è necessario seguire però alcune linee guida specifiche atte a massimizzare il risultato. Se dunque abbiamo praticato dei tagli...
Materiali e Attrezzi

Come applicare la resina epossidica sul metallo

La resina epossidica è una colla molto particolare che si ricava dall'utilizzo di due componenti, appunto una resina che fa da collante e di un indurente. Il rapporto può che si utilizza per la miscelazione può variare da marca a marca, ma di solito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.