Come personalizzare un vecchio mobile

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Trasformare vecchi mobili in nuovi pezzi funzionali è un modo intelligente ed economico per arredare la propria casa in maniera originale e personalizzata. Attraverso delle semplici tecniche di pittura, ad esempio, è possibile dare nuova vita a credenze, tavoli, sedie o libreria; il lavoro, inoltre, può richiedere al massimo una settimana per essere completato. I modi per avere successo in questa "piccola impresa" sono veramente tanti: è sufficiente avere una buona dose di fantasia e creatività, mentre i materiali sono facilmente reperibili presso i negozi di fai da te. Vediamo allora nella seguente guida come personalizzare un vecchio mobile.

26

Occorrente

  • Colla a caldo
  • Pomice acrilica fine Maimeri
  • Colore acrilico panna Maimeri(9 parti di bianco e 1 di giallo ocra)
  • Pennello medio a setole dure, medio piatto, pennellino a goccia
  • Impreganante per legno noce scuro
  • Straccetto
  • Flatting all'acqua (per l'effetto avorio lucidato)
36

Personalizzare un mobile non è una cosa per tutti, serve naturalmente una certa manualità e una certa attitudine al bricolage. Se abbiamo questa passione, o anche se siamo alle prime armi, possiamo cimentarci con questo lavoretto che ci prenderà un po' di tempo, ma ci darà grande soddisfazioni. Vediamo come iniziare a operare. Anzitutto prepariamo il piano di lavoro, isolando il mobile in una stanza dove non ci siano elementi di valore. La fantasia che andremmo a creare riproporrà delle piante che sembreranno scolpite nel legno, tendente al colore avorio. Per la nostra creazione ci serviranno dei rami e le foglie di una pianta che ci piace e cominciamo ad applicare la colla a caldo sul rovescio di questi, così poi da attaccarle al mobile. Lasciamo poi asciugare il tutto almeno un giorno.

46

A questo punto, prendiamo un pennello medio a setole dure e distribuiamo la pomice acrilica fine Maimeri sotto le foglie, riempiendo così tutti gli spazi vuoti che si sono creati fra le foglie in rilievo e la superficie che le ospita. Facciamo così anche per tutta la lunghezza dei rami, poi facciamo asciugare almeno 24 ore. Ora li dipingiamo con il colore avorio (9 parti di bianco e 1 di giallo ocra), con un pennello piatto medio, tutto quello che c'è da dipingere. Lasciamo riasciugare bene.

Continua la lettura
56

Infine, utilizzando un pennellino a goccia, passiamo le foglie e i rami con l'impregnante colore noce scuro e, prima che si asciughi, strofiniamo sia le foglie che i rami con uno straccetto bagnato, asportando l'eccesso di colore. Di quest'ultimo ne deve rimanere poco e solamente negli angoli e negli spazi vuoti delle foglie. Lasciamo asciugare bene per un giorno, poi collochiamo sulla superficie del mobile una mano di flatting all'acqua per ottenere l'effetto avorio lucido. Il lavoro ora è completo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non adoperare rami e foglie di rose, si rompono facilmente una volta essiccate

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come decorare una vecchio mobile in formica

Rendere un mobile vecchio e magari rovinato nuovo è possibile. Esistono infatti svariate tecniche di fai da te per farlo Non vi serve essere dei falegnami per rinnovare un mobile e dare un nuovo aspetto ad una stanza della vostra casa. In questa guida,...
Casa

Come recuperare un vecchio mobile

Anche tu hai un mobile vecchio, un po' malandato e che è proprio brutto da vedere? Non accantonarlo in soffitta e tanto meno non gettarlo via. Devi sapere che è possibile recuperare un vecchio mobile con pochi e semplici passi. Seguendo questa guida...
Casa

Come riutilizzare un vecchio mobile

Se avete un mobile vecchio, o uno malandato, ma vi dispiace buttarlo o darlo via, potreste provare a recuperarlo. Riutilizzare un vecchio mobile non è un'operazione che comporta molte spese, o richiede tanta abilità, l'unica cosa di cui avrete bisogno...
Casa

Come ridare vita a un vecchio mobile

Per chi è appassionato di riciclo creativo, oggettistica e arredamento vintage e, soprattutto, del fai da te, visitare dei mercatini dell'usato può costituire un'occasione unica per trovare, a poco prezzo, mobili o complementi d'arredo. Una volta acquistati,...
Casa

Come Eliminare La Biacca Da Un Mobile Vecchio

Molto rinomata ed utilizzata sin dall'antichità la biacca è una pittura speciale a base di piombo (da qui anche il nome bianco piombo), La vendita di quest'oggetto è proibita sotto forma di polvere in particolare nella comunità europea ed anche negli...
Casa

Come trasformare un vecchio mobile in una cucina per bambini

Fare felici i bambini accontentandoli in tutti i loro desideri sarebbe fantastico, solo che è anche molto dispendioso, considerati i prezzi che hanno raggiunto i giocattoli negli ultimi decenni. Se avete un po'di praticità nella tecnica del fai da tee...
Casa

Come personalizzare i mobili in legno

I mobili che vengono acquistati maggiormente sono quelli in legno. Questi hanno sempre un fascino particolare e poi si adattano a qualsiasi stile. Ovviamente, ogni mobile deve anche abbinarsi bene al resto dei complementi scelti per la casa. Ma, spesso...
Casa

Come ricolorare un mobile

Ricolorare un mobile è un'operazione davvero molto semplice e divertente che consentire di dare nuova vita ad un vecchio mobile ormai inutilizzato. Ricolorando un mobile, infatti, si può adattare lo stesso allo stile della stanza in cui verrà inserito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.