Come Piantare I Semini Nel Cotone Idrofilo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

A scuola per far capire agli alunni la tecnica della semina vengono fatti piantare dei semini nel cotone idrofilo ottenendo un effetto davvero affascinante. Si tratta infatti di una tecnica coinvolgente e istruttiva. Tale esperimento viene anche chiamato germinazione. La germinazione è quel processo mediante il quale il seme cresce e si sviluppa fino a diventare prima un germoglio e poi una pianta. Serve per incominciare un piccolo contenitore di plastica, va benissimo anche un piattino o il coperchio di un contenitore vuoto dei cotton-fioc.
Vediamo dunque, con questa guida, come piantare i semini nel cotone idrofilo.

26

Occorrente

  • Contenitore di plastica
  • Ovatta
  • Semi
  • Acqua
36

Prima di capire come piantare i semini nel cotone idrofilo assicuriamoci di avere il contenitore e qualche seme di qualsiasi pianta. Basterà poi un poco di cotone idrofilo (anche noto come ovatta). Appoggiamo nel contenitore l'ovatta leggermente bagnata sotto l'acqua del rubinetto e dopo aver deciso cosa si vuol veder germogliare, prepariamo la nostra piccola semina appoggiandoci sopra dei fagioli secchi, dei ceci, dei semi di mela o quello che vogliamo, distanziati tra di loro di qualche centimetro l'uno dall'altro.

46

Appoggiamo quindi il contenitore in un angolo della casa dove arrivano i raggi solari altrimenti la piantina che sta per nascere crescerà senza colore perché la fogliolina non capterà l'energia luminosa necessaria alla fotosintesi clorofilliana. Se mettessimo infatti al buio più completo il contenitore si verificherebbe l'effetto contrario e la pianta crescerebbe assolutamente priva del caratteristico colore verde. Difatti le famose piante che si usano per festeggiare la Santa Pasqua vengono trattate con lo stesso procedimento ma sono tenute al buio per far si che il grano seminato sull'ovatta cresca di un colore Giallo-verde così come vuole la tradizione.

Continua la lettura
56

Per piantare i semini nel cotone idrofilo, a giorni alterni, bagneremo le piantine con un nebulizzatore facendo in modo che tutta la superficie del nostro contenitore venga annaffiata sufficientemente. Giorno dopo giorno, osserveremo salire in lunghezza i nostri germogli che diventeranno delle vere e proprie piantine da poter seminare nel terriccio, così da veder aumentare la loro crescita e oltretutto con le adeguate cure, quello che era iniziato solo come un semplice giochino, può generare anche degli ottimi frutti. Naturalmente bisogna armarsi di pazienza perché la germinazione è un processo che richiede tempo ma verrà ben ripagato con la soddisfazione di aver curato e aiutato a crescere un germoglio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non si devono mettere i semi attaccati altrimenti i germogli non avranno spazio per crescere.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa piantare nel giardino in inverno

Anche in inverno il giardino mantiene una sua bellezza se corredato delle piante giuste. Inoltre i mesi invernali sono quelli in cui il giardino va curato di più e vanno piantati i semi per la fioritura primaverile. Novembre è il mese indicato per piantare...
Giardinaggio

Come piantare nel terreno un ramoscello di un albero o pianta

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter piantare nel terremo un ramoscello di un albero o pianta, con le nostre mani e nel modo più naturale possibile. Se nel caso avessimo tagliato un ramoscello di un albero o di una pianta e...
Giardinaggio

10 bulbi da piantare in autunno

Avere un giardino ricco di fiori non è molto facile, bisogna conoscere bene il calendario della semina, studiare il tipo di pianta o bulbo che si vuole piantare. Generalmente la preparazione della fioritura primaverile avviene proprio in autunno, periodo...
Giardinaggio

Come Piantare una rosa

La rosa è senza dubbio una delle varietà di fiori più conosciuta al mondo. Solitamente, viene utilizzata come pianta ornamentale nei giardini, nelle aiuole, oppure più semplicemente, come decorazione per la casa. Tuttavia, prima di piantare una rosa,...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di cipolla

Le cipolle rappresentano un ortaggio indispensabile in cucina, pertanto non può mancare in un orto domestico un'aiuola dedicata alla loro coltivazione. In genere, due sono i modi per piantare le cipolle: usando i bulbi o i semi di cipolla. Appare preferibile...
Giardinaggio

Guida ai fiori da piantare in autunno

Nella seguente guida vogliamo far comprendere al meglio quali sono i fiori da piantare durante l'autunno. In questo modo il nostro giardino o balcone diventa veramente affascinante e colorato. La stagione autunnale fa da apertura al freddo inverno. Questo...
Giardinaggio

Come e quando piantare i bulbi da fiore

Per gli hobbisti del giardinaggio e per tutti coloro che hanno il "pollice verde", piantare i bulbi da fiore è un'attività indiscutibile: i più famosi sono quelli che si coltivano in autunno, ma altrettanto noti sono quelli 'estivi'. In commercio è...
Giardinaggio

Come piantare i cespugli di rose

I cespugli di rose di solito si vedono nei giardini e nei grandi viali. Queste vengono piantate per creare delle bellissime siepi profumate. Una volta collocate sono facili da coltivare e hanno bisogno di attenzione. Pertanto la regola fondamentale è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.