Come piantare il trifoglio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In un prato, la presenza del trifoglio invece dell'erba ha numerosi vantaggi. In primo luogo, ha una manutenzione molto bassa (e anche economica), e poi ha la capacità di aerare ed arricchire il terreno prendendo l'azoto dall'aria ed aggiungendolo al suolo, il che è un fattore positivo se si decide di coltivare altri tipi di piante. Inoltre, non si avrà più il problema delle erbacce, poiché il trifoglio le soffocherà nelle sue vicinanze; è anche molto tollerante alla siccità, in quanto le sue radici sono molto lunghe e possono raggiungere l'acqua che si deposita nei livelli più profondi del terreno. I fiori di trifoglio attirano le api, che sono benefiche per l'ambiente e per il resto del giardino, e non necessita di alcun fertilizzante o pesticida. Vediamo allora come piantare il trifoglio.

26

Occorrente

  • Terreno
  • Paglia
  • Semi di trifoglio
  • Carriola
36

Semina

Innanzitutto bisogna procurarsi i semi giusti. Se il processo di semina avviene in un'area del prato che è stata già spogliata da erba e piante, bisognerà aspettare che arrivi la primavera per piantare il trifoglio. Quando arriverà il momento giusto, recarsi in negozio di giardinaggio ed acquistare dei semi di trifoglio, la cui quantità dipende dalle dimensioni del giardino: mezzo chilo di semi sarà sufficiente per seminare un prato di dimensioni medie (300-400) metri quadrati.

46

Rastrellatura

Quindi, rastrellare il terreno il più piatto possibile: non deve essere perfetto, ma sarà sufficiente che la maggior parte delle principali collinette siano state appianate. Mescolare i semi con un po' di terra, utilizzando una carriola come contenitore; il terreno può essere quello comune da giardino o qualsiasi altro tipo di terreno. Mescolare i semi fino a quando non se ne avranno circa quattro per ogni centimetro quadrato di terra, quindi distribuire questo mix uniformemente su tutto il prato.

Continua la lettura
56

Copertura e innaffiatura

Una volta completata la semina, tornare al punto di partenza e coprire il tutto con un altro strato di terreno avente uno spessore di circa mezzo centimetro. Anche la paglia può essere usata per coprire i semi: uno strato sottile aiuterà i semi a non bagnarsi eccessivamente e, allo stesso tempo, a mantenerli umidi per una buona germinazione. Assicurarsi che i semi non siano troppo coperti, altrimenti il trifoglio impiegherà più tempo per germogliare. Annaffiare leggermente il terreno, facendo attenzione a non lavare via i semi. Cercare di non camminare sul prato appena seminato per almeno una settimana e mantenere il terreno costantemente umido. Entro due settimane dovrebbero vedersi i primi germogli di trifoglio su tutto il prato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare i bulbi di cipolla

Le cipolle rappresentano un ortaggio indispensabile in cucina, pertanto non può mancare in un orto domestico un'aiuola dedicata alla loro coltivazione. In genere, due sono i modi per piantare le cipolle: usando i bulbi o i semi di cipolla. Appare preferibile...
Giardinaggio

Guida ai fiori da piantare in autunno

Nella seguente guida vogliamo far comprendere al meglio quali sono i fiori da piantare durante l'autunno. In questo modo il nostro giardino o balcone diventa veramente affascinante e colorato. La stagione autunnale fa da apertura al freddo inverno. Questo...
Giardinaggio

Come e quando piantare i bulbi da fiore

Per gli hobbisti del giardinaggio e per tutti coloro che hanno il "pollice verde", piantare i bulbi da fiore è un'attività indiscutibile: i più famosi sono quelli che si coltivano in autunno, ma altrettanto noti sono quelli 'estivi'. In commercio è...
Giardinaggio

5 cose da sapere prima di piantare un albero da frutto

Se nel nostro giardino intendiamo piantare degli alberi, si tratta di un'idea eccellente poiché se ben curati, possono dare dei frutti che compensano i soldi spesi per l'investimento iniziale. Tuttavia, per evitare di commettere errori che potrebbero...
Giardinaggio

Come piantare i semi del limone

Il limone è un tipo di agrume di colore giallo chiaro e dal profumo davvero gradevole. L'albero che produce questo straordinario frutto dall'inconfondibile asprezza cresce in zone calde e su terreni piuttosto umidi. Se abbiamo una giardino, possiamo...
Giardinaggio

Come piantare la rosa canina

I fiori sono sempre belli. Grazie ai fiori infatti un balcone fiorito o un giardino possono diventare un elemento speciale e di vanto per la casa. Occuparsi del proprio giardino non è pero sempre facile e, spesso, assumere un giardiniere è molto costoso....
Giardinaggio

Come Piantare una rosa

La rosa è senza dubbio una delle varietà di fiori più conosciuta al mondo. Solitamente, viene utilizzata come pianta ornamentale nei giardini, nelle aiuole, oppure più semplicemente, come decorazione per la casa. Tuttavia, prima di piantare una rosa,...
Giardinaggio

10 bulbi da piantare in autunno

Avere un giardino ricco di fiori non è molto facile, bisogna conoscere bene il calendario della semina, studiare il tipo di pianta o bulbo che si vuole piantare. Generalmente la preparazione della fioritura primaverile avviene proprio in autunno, periodo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.