Come piantare la violetta africana

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In un appartamento vivace e rilassante, non possono mancare piante e fiori. La loro presenza rende l'ambiente domestico molto più accogliente e naturale. È noto come il contatto con la flora migliori il benessere degli esseri umani. Avere in casa qualche vaso, quindi, è sempre una buona idea. Prendersi cura di alcune piante d'appartamento non sempre è difficile. Alcune richiedono poche attenzioni, e sono semplici da piantare e crescere. Una di queste piante è la violetta africana, anche detta Saintpaulia. È una pianta floreale originaria della Tanzania, ma si adatta alla vita da interno. L'importante è fornirle le condizioni necessarie alla vita. Scopriamo come piantare la violetta africana con due diversi metodi.

26

Occorrente

  • Piccoli vasi da circa 10 cm di diametro o poco più
  • Terriccio misto, di torba e sabbia
  • Acqua
  • Sacchetti di plastica trasparenti
36

Prelevare la talea

La violetta africana si può piantare prelevando una foglia da una pianta esistente. La sua propagazione avviene, infatti, per talea fogliare o per immersione in acqua. La foglia deve essere integra e includere il picciolo. Se procediamo per talea, accertiamoci di procedere con l'operazione tra Maggio e Giugno. Usiamo una foglia ben matura, che non sia né giovanissima né vecchia. Il picciolo dovrà mantenere una lunghezza di almeno 4 centimetri. Usiamo una lama ben affilata e disinfettata per reciderlo. È importante, infatti, non sfilacciare e non infettare le sue fibre vegetali.

46

Piantare le talee nel terriccio

In un vaso abbastanza capiente, versiamo un mix di una parte di torba e una di sabbia. Usiamo una matita per praticare un foro nel terriccio. Questo sarà l'alloggiamento della foglia. La sua profondità dovrà essere pari alla lunghezza del picciolo. Sistemiamo la foglia di violetta nel suo spazio, quindi compattiamo il terriccio intorno. Sistemiamo nel terriccio alcuni bastoncini, in modo che restino stabilmente eretti. Su di essi sistemeremo come copertura un sacchetto di plastica trasparente. Collochiamo il vaso in una zona ombrosa e calda per sei settimane. In questo frangente, ricordiamo di tenere umido il terriccio. Non bagniamo le foglie.

Continua la lettura
56

Moltiplicare per immersione in acqua

Ai primi germogli, scopriamo appena il vaso dalla plastica. Per un mese, lasciamo le piantine libere dalle protezioni per periodi di tempo progressivamente più lunghi. Dopo circa 70-75 giorni dall'inizio del procedimento, trasferiamo la piantina nel suo alloggio definitivo. Usiamo un vaso adatto al suo apparato radicale. In acqua, il procedimento è semplicissimo. Riempiamo un bicchiere d'acqua fino al bordo. Sistemiamo al di sopra un foglio d'alluminio e pratichiamo un foro per il picciolo della foglia. Sistemiamo la foglia al suo posto e attendiamo circa un mese per le prime radici. A questo punto potremo trasferire la talea nel suo vaso definitivo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La violetta africana è una pianta da sottobosco, da aree calde ma non costantemente illuminate. Amano il tepore, ma non il sole diretto costante. Riserviamole, quindi, un'area luminosa ma non troppo calda della casa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Riconoscere La Kedrostis Africana

La Kedrostis africana è una pianta grassa che appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee, ed è originaria dei paesi caldi, in particolare dell'Africa. Il suo nome le fu dato nel lontano 1881 da Alfred Célestin Cogniaux. Al genere Kedrosis appartengono...
Giardinaggio

Come Coltivare La Felce Africana

Le felci hanno origine dalle regioni tropicali africane e, sono piante di grandi dimensioni con le fronde pennate ricurve verso il basso. Le fronde sono di colore verde-marrone ed alcune specie raggiungono metri 1,2 d'altezza, dando origine ad un albero...
Giardinaggio

Come coltivare la violetta

Coltivare le violette selvatiche è un'operazione molto semplice in quanto sono i fiori a prendersi cura di loro stessi. Nascono, crescono e si moltiplicano senza il nostro benché minimo intervento. Le violette selvatiche sono fiori molto semplici, particolarmente...
Giardinaggio

10 fiori da piantare in primavera

Quando arriva la primavera anche i nostri sensi si risvegliano. Sentiamo la necessità di scrollarci di dosso l'inverno con le sue giornate grigie e fredde, per lasciare il posto al sole, ai colori e ai profumi che un giardino ben curato è in grado di...
Giardinaggio

Fiori da piantare in primavera

La Primavera è arrivata e con lei anche la voglia di lasciarci alle spalle il grigiore dell'inverno. Per dare un tono di colore possiamo cominciare ad allestire il nostro terrazzo, corredandolo di fiori primaverili freschi e colorati. Vediamo insieme...
Giardinaggio

Cosa piantare nel giardino in inverno

Anche in inverno il giardino mantiene una sua bellezza se corredato delle piante giuste. Inoltre i mesi invernali sono quelli in cui il giardino va curato di più e vanno piantati i semi per la fioritura primaverile. Novembre è il mese indicato per piantare...
Giardinaggio

Come piantare nel terreno un ramoscello di un albero o pianta

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter piantare nel terremo un ramoscello di un albero o pianta, con le nostre mani e nel modo più naturale possibile. Se nel caso avessimo tagliato un ramoscello di un albero o di una pianta e...
Giardinaggio

10 bulbi da piantare in autunno

Avere un giardino ricco di fiori non è molto facile, bisogna conoscere bene il calendario della semina, studiare il tipo di pianta o bulbo che si vuole piantare. Generalmente la preparazione della fioritura primaverile avviene proprio in autunno, periodo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.