Come piantare le piante in un acquario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Avere un acquario in casa è una grande responsabilità. Poche persone ci pensano eppure l'hobby per eccellenza è, prima di tutto, un oggetto di arredamento le cui piante interne devono avere un "senso" logico, in relazione anche ai pesci che vi spaziano. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come piantare le piante in un acquario.

25

Rimuovere la pianta dal vasetto

Innanzitutto bisogna sapere che le piante non possono e non devono essere piantate tutte allo stesso modo. Piuttosto, ognuna ha una sua esigenza direttamente funzionale alla buona crescita ed alla ricchezza estetica. Sono di diverso tipo le piante collocabili nell'acquario, ovvero: piante a rosetta, a stelo, epifite e a bulbo. Le famose piante a rosetta (come la blyxa o echindorus) sono facilmente reperibili in dei piccoli contenitori di plastica. Le radici vengono comunemente avvolte in una lanetta di roccia detta grodan, che ne permette la conservazione ottimale a temperatura ambiente. Le piante possono essere rimosse immediatamente dai vasetti. La pianta liberata può essere facilmente bloccata alla base e posta dove vogliamo realmente utilizzarla.

35

Inserire le radici nel terreno con una pinzetta

Una volta avvenuta la rimozione, si priva la pianta della protezione del grodan, in modo tale da non creare danno ai pesci presenti nell' acquario. Quando la rimozione di tutta la lana è avvenuta, bisogna lubrificare leggermente le radici, con "l'amputazione" dei filamenti marci. A questo punto non ci resta che accumunare tutte le radici e inserirle all'interno del terreno usufruendo di una pinzetta. Le radici devono obbligatoriamente essere totalmente interrate per evitare che l'azione dell'acqua e dei pesci vada a creare pezzi vegetali "viaggianti".

Continua la lettura
45

Posare il bulbo sul fondo

Parlando di piante, spuntano quelle a stelo, dette anche rotala o limophila. Anch'esse sono contenute in dei vasetti colmi di grodan, ma le radici dell'elemento in considerazione non sono così forti e così numerose. Anche in questo caso, si rimuove la lanetta e si pone la piantina sul fondale. Le piante a foglie piccole possono essere inserite all'interno di gruppi di 4 steli, da creare usufruendo della pinzetta. Le piante Epifite crescono sotto a legni e rocce; possono essere trovate anche senza vasetto. Nel caso in cui manca il contenitore, dobbiamo comunque mettere a bagno la nostra piantina. Con un filo di cotone possiamo legare il tronco della pianta. Le piante a bulbo, o ninfee, hanno costantemente delle foglie in formazione. Il bulbo va posto delicatamente sul fondo senza essere piantato. Sarà la pianta a sviluppare, poi, le radici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare e coltivare le piante grasse in vaso

Se avete il pollice verde, potreste piantare e coltivare le piante grasse in vaso. Tali piante, conosciute anche come succulente, sono perfette per gli ambienti aridi. Queste, infatti, sviluppano foglie e steli molto carnosi che accumulano e conservano...
Giardinaggio

Come piantare pali di sostegno per piante

Chi ha l'hobby del giardinaggio sa che piantare dei pali di sostegno non è un'operazione semplice come potrebbe sembrare a prima vista, questo perché se si vuole che la recinzione duri nel tempo si devono seguire alcune semplici regole. Questo, maggiormente,...
Giardinaggio

Come piantare un frutteto e quali piante scegliere

In questa guida, dedicata soprattutto al giardinaggio, vi spiegherò come piantare un frutteto e nel contempo quali piante scegliere. Oltre ad avere ottimi prodotti, godrete anche di un bellissimo spettacolo della natura. Procedere non è proprio semplicissimo,...
Giardinaggio

Come piantare le piante grasse

In questa guida verrà indicato un metodo semplice e rapido che vi permetterà di piantare le piante grasse. Come ben saprete, esse vengono impiegate spesso nelle case, sia negli interni che negli esterni, sia in vaso che in giardino. Queste piante particolari...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di gladiolo e le piante rampicanti di clematide

Il gladiolo è un fiore longilineo, elegantissimo, splendido: è adatto ai grandi vasi ma in un giardino è difficile trovargli una collocazione, tranne che per alcune specie che costituiscono un'eccezione. Nel campo della floricoltura, il gladiolo ha...
Giardinaggio

Cosa piantare nel giardino in inverno

Anche in inverno il giardino mantiene una sua bellezza se corredato delle piante giuste. Inoltre i mesi invernali sono quelli in cui il giardino va curato di più e vanno piantati i semi per la fioritura primaverile. Novembre è il mese indicato per piantare...
Giardinaggio

Come e quando piantare i bulbi da fiore

Per gli hobbisti del giardinaggio e per tutti coloro che hanno il "pollice verde", piantare i bulbi da fiore è un'attività indiscutibile: i più famosi sono quelli che si coltivano in autunno, ma altrettanto noti sono quelli 'estivi'. In commercio è...
Giardinaggio

Come piantare le canne di bambù

Le piante di Bambù appartengono alla famiglia delle Poaceae (Graminaceae). Sono originarie dell'Estremo Oriente e furono introdotte in Europa solo nell'Ottocento. La loro principale particolarità è quella di essere una pianta sempreverde, dalla struttura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.