Come piantare un albero di cocco nano

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Coltivare ortaggi e alberi da frutto in casa propria è un'attività sempre più comune. Le persone riscoprono pian piano il contatto con la terra. Complice di questo nuovo amore per il giardinaggio è anche la crisi economica. La necessità di risparmiare qualche soldo porta tante persone a produrre da sé del cibo. Per un piccolo orticello è sufficiente un cortile o un giardino con della buona terra. Per alberi da frutto, però, ci vorrà un po' di spazio in più. Alcuni alberi richiedono vaste aree di terreno, soprattutto se hanno un apparato radicale notevole. Ma esistono alcuni ibridi molto interessanti che possiamo piantare in piccole zone. È il caso dell'albero di cocco nano, un incrocio che resta più minuto della palma originale. Scopriamo insieme come piantare questo albero.

25

Occorrente

  • Un alberello di cocco nano (di circa 3-4 anni)
35

L'albero di cocco nano ha dimensioni decisamente più modeste. Una comune palma di cocco può raggiungere altezze davvero considerevoli. Per tale ragione, in diversi paesi, la raccolta delle noci si affida a scimmie addestrate. La loro abilità nell'arrampicarsi con pochi rischi è superiore a quella umana. Avere un simile albero in giardino sarebbe proibitivo per i più. Un normale albero di cocco, inoltre, può raggiungere un diametro ingombrante. Insomma, se non possediamo un giardino molto vasto consigliamo di puntare sull'albero di cocco nano. Il cocco nano, inoltre, esiste per un'altra, validissima ragione.

45

L'albero di cocco nano, infatti, è più resistente a certi parassiti. Conosciamo tutti la pericolosità del punteruolo rosso. Nel caso dell'albero nano, però, la tolleranza al parassita è ben superiore. Prima di piantare un albero di cocco nano dovremo avere molta pazienza. Generalmente la pianta si coltiva per circa sei mesi. Ai sei mesi d'età ogni piantina viene trasferita all'interno di vivai protetti. Qui dovranno crescere per ben 3 o 4 anni prima della messa a dimora. Dopodiché l'albero si può piantare su un terreno non troppo umido, né freddo. Assicuriamogli la giusta profondità per il suo apparato radicale.

Continua la lettura
55

Prima che l'albero di cocco produca frutti dovrà passare qualche altro anno. Quello del cocco è dunque un albero che richiede molta pazienza. La produzione di frutti, infatti, comincia intorno al sesto anno d'età o addirittura più tardi. Come nel caso della palma di cocco originale, i frutti maturi cadono da soli. Si possono raccogliere anche manualmente quando raggiungeranno il giusto peso (1-1,5 kg). Un albero di cocco nano in salute può produrre anche 40-50 noci all'anno. Questa pianta, essendo tropicale, ama i climi caldi e temperati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare un albero di albicocche

Chi dispone di un fazzoletto di terreno da adibire ad un piccolo orto può sicuramente piantare un albero di albicocche, in modo da poter assaporarne i frutti nella bella stagione. Il colore particolare dei frutti prodotti da questa coltivazione renderà...
Giardinaggio

Come piantare un albero di pesco

Ecco una guida, che farà molto comodo a tutti coloro i quali, hanno una bella campagna, in cui poter piantare degli alberi da frutto, in maniera tale da poterne ottenere, nel periodo opportuno, dei frutti veramente unici, saporiti e del tutto genuini,...
Giardinaggio

5 cose da sapere prima di piantare un albero da frutto

Se nel nostro giardino intendiamo piantare degli alberi, si tratta di un'idea eccellente poiché se ben curati, possono dare dei frutti che compensano i soldi spesi per l'investimento iniziale. Tuttavia, per evitare di commettere errori che potrebbero...
Giardinaggio

Come piantare un albero di tiglio

Il tiglio, conosciuto più che altro come pianta le cui proprietà sono sfruttate sia in campo estetico (si pensi alla produzione di saponi, di creme e di lozioni) che farmaceutico, ha la caratteristica di possedere una chioma molto frondosa, diramata...
Giardinaggio

Come piantare un albero di noce

Spesso ci accorgiamo del cambio di stagione dai nuovi prodotti che compaiono sui banchi di mercati e negozi: nel caso dell'Autunno, pochi frutti come le noci sono in grado di avvisare dell'arrivo della stagione fredda. Le noci, infatti, giungono a completa...
Giardinaggio

Come piantare un albero partendo dal seme

Piantare e coltivare gli alberi da seme può essere una delle attività di giardinaggio più gratificanti, anche se i semi di un albero spesso richiedono un po' più di preparazione in più rispetto a quelli dei fiori e delle piante più comuni. Nella...
Giardinaggio

Come coltivare un albicocco nano in vaso

Se non abbiamo un giardino ed adoriamo le coltivazioni, non è il caso di disperarci, poiché è importante sapere che anche in vaso si possono coltivare alcune specie di piante da frutto e tra queste vale la pena citare l’albicocco nano. Si tratta...
Giardinaggio

Come piantare i semi del limone

Il limone è un tipo di agrume di colore giallo chiaro e dal profumo davvero gradevole. L'albero che produce questo straordinario frutto dall'inconfondibile asprezza cresce in zone calde e su terreni piuttosto umidi. Se abbiamo una giardino, possiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.