Come piegare un tovagliolo a forma di coniglio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quando abbiamo degli ospiti a pranzo o cena ci preoccupiamo che tutto sia in ordine, che il cibo sia buono e che possiamo passare del tempo insieme piacevolmente. La tavola riveste un ruolo fondamentale perché se vogliamo impressionare gli invitati dobbiamo stare attenti ai dettagli. Tutto deve essere impeccabile: la tovaglia, il centrotavola, i bicchieri e le posate disposte secondo l'ordine del galateo. Possiamo stupire gli ospiti con i tovaglioli piegati in maniera particolare, come si usa fare nei ristoranti lussuosi, dando loro diverse forme, ad esempio, degli animali. Tra quelli più carini e simpatici da rappresentare con i tovaglioli vi è certamente il coniglio. Vediamo dunque, in questa guida, come piegare un tovagliolo a forma di coniglio.

27

Occorrente

  • Tovagliolo di forma quadrata
37

Procurarsi un tovagliolo di forma quadrata

Per piegare un tovagliolo a forma di coniglio dobbiamo, necessariamente, procurarci un tovagliolo di forma quadrata: se ne scegliamo uno di stoffa, occorre inamidarlo prima così da conferirgli resistenza rendendo le pieghe più stabili. Nel caso in cui non riusciamo a procurarci un tovagliolo di stoffa, possiamo utilizzarne uno di carta, purché sia largo almeno 40 cm.

47

Iniziare la realizzazione del tovagliolo

Iniziamo, dunque, la realizzazione del tovagliolo a forma di coniglio: partiamo dal tovagliolo aperto, pieghiamolo a metà orizzontalmente per due volte e portiamo, ad ogni piega, gli angoli bassi verso l'alto ottenendo una fascia stretta e lunga. Posizioniamo l'indice sinistro al centro della fascia nella parte superiore mentre con la destra afferriamo l'angolo in alto a destra e portiamolo in basso, piegando il tovagliolo. Ripetiamo l'operazione anche per l'altro lato per avere una forma a casetta. Afferriamo l'angolo in basso a destra e facciamolo arrivare al centro, piegando il tovagliolo e ripetiamo con l'altro angolo ottenendo una forma romboidale. Ora, portiamo l'angolo sinistro al centro, facendo combaciare il lato inferiore sinistro con la linea verticale centrale.

Continua la lettura
57

Piegare il tovagliolo in tante parti

Prendiamo lo spigolo destro e portiamolo al centro, allineando il lato inferiore destro con l'asse verticale; premiamo bene le pieghe e voltiamo il lavoro. Noteremo che il tovagliolo è formato da un triangolo stretto e lungo con la punta verso il basso e un triangolino con la punta verso l'alto: pieghiamo quest'ultimo sul triangolo inferiore e voltiamo nuovamente il lavoro. Portiamo i due angoli verso l'interno ma senza eseguire le pieghe: cerchiamo di incastrarli tra di loro come se fosse un anello con il foro circolare al centro. Capovolgiamo il lavoro ed apriamo le orecchie del coniglio ammorbidendone la forma.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come piegare un tovagliolo in un calice

Quando avete un'occasione importante da festeggiare, come una ricorrenza o le semplici festività natalizie e in famiglia avete deciso che il pranzo o la cena si svolgeranno in casa vostra, sicuramente vorrete fare un'ottima figura. Non solo perché le...
Casa

Come piegare i tovaglioli a forma di cigno

Quando ci si reca al ristorante, è sempre piacevole trovare i tovaglioli ripiegati in maniera decorativa a riproporre vari oggetti o animali. Dare questa forma ai tovaglioli non è affatto un procedimento complicato come alcuni potrebbero pensare. Bastano...
Casa

Come piegare i tovaglioli a forma di nave

Piegare i tovaglioli è una vera e propria arte. Si trasformano in cigni, fiori romantici, animali del bosco e molto altro ancora. I tovaglioli riescono ad arredare la tavola con eleganza e stile, specie se ben curati nei dettagli. Ecco perché una piegatura...
Casa

Modi originali di piegare i tovaglioli

Quando si aspettano ospiti a cena o a pranzo si vorrebbe fare sempre bella figura. Anche il modo in cui si apparecchia, è molto importante quando si vuole far colpo. Certamente tutti sanno che quando ci sono ospiti a pranzo o a cena devo essere banditi...
Casa

Come vetrificare una piastrella con un tovagliolo

Le piastrelle vetrificate sono utilizzate per la pavimentazione nell'architettura moderna. Queste piastrelle sono comunemente usati per case, uffici, studi, parchi, luoghi di culto e in molte altre strutture edilizie. Si tratta di comuni piastrelle di...
Casa

Come piegare una maglietta alla maniera COIN

In questa guida parleremo di come piegare le magliette in un modo rapido ma al tempo stesso pratico, che ci permetterà di avere il nostro armadio sempre in ordine. Per fare questo lavoro, è necessario avere un foglio del formato A4 come guida. In riferimento...
Casa

Come piegare le magliette in modo veloce

Se c'è una cosa veramente necessaria da fare per mantenere l'ordine nell'armadio e nei cassetti è proprio quella di piegare le magliette. Per le magliette che vanno stirate, la piegatura è irrinunciabile e a volte prende tanto tempo soprattutto per...
Casa

Come piegare i vestiti per ottimizzare lo spazio

Se abbiamo un armadio non molto capiente, per ottimizzare lo spazio è necessario piegare bene i vestiti. Questa opzione ci consente infatti, di tenerli in ordine senza dover acquistare un guardaroba supplementare o piegare alcuni capi e riporli nei cassetti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.