Come posare il battiscopa in ceramica

Tramite: O2O 07/06/2018
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nel corso del tempo la nostra casa, per ovvi motivi, ha bisogno di inevitabili lavori per mantenerla in buono stato. Vi sono tantissimi particolari ai quali prestare attenzione che l'inesorabile passare del tempo può in certo qual modo rovinare. Tra questi troviamo senza ombra di dubbio i battiscopa. Questo elemento può essere sostituito, anche per dare una maggiore eleganza agli ambienti che compongono la nostra abitazione. Qualora volessimo eseguire questo genere di lavorazione con le proprie mani è bene conoscere a menadito come agire, onde evitare spiacevoli inconvenienti. Inoltre è bene sapere che esistono in commercio varie tipologie di battiscopa.
Tenete però presente che con il passare del tempo le aziende che producevano battiscopa stanno via via scomparendo, un po' a causa della crisi economica, un po' perché sempre più posatori suggeriscono agli utenti di utilizzare le stesse mattonelle utilizzate per i pavimenti, con le opportune modifiche ovviamente, quindi trovare il giusto battiscopa sta cominciando a diventare difficile. Tuttavia in questa guida ci focalizzeremo su un tipo in particolare. Per cui vediamo come posare il battiscopa in ceramica.

27

Occorrente

  • Piastrelle in ceramica
  • Colla per piastrelle
  • Cazzuola
  • Secchio per impastare
  • Americana dentata
  • Spatola morbida
  • Stucco per fughe
  • Regolo in alluminio
  • Taglia piastrelle o flessibile
37

Verificate il pavimento prima di cimentarvi nella posa del battiscopa.

Prima di tutto bisogna verificare che il pavimento non abbia imperfezioni, dossi o avvallamenti, altrimenti la posa del battiscopa verrebbe compromessa. Dopo di che occorre procurare il materiale, ossia le mattonelle in ceramica che andremo a posare: potete tagliare le mattonelle rimaste dal pavimento per avere un effetto di continuità cromatica, come dicevamo prima nell'introduzione, oppure comprare delle mattonelle di diverso colore o texture per un dettaglio particolare, che verranno anche già rifinite sui bordi. Prima di tagliare fate un rapido calcolo di quanti pezzi vi serviranno in modo da non sprecare materiale. Un consiglio: misurate con un metro, meglio ancora con una rotella metrica, l'intero perimetro da rivestire e considerate almeno un metro in più di materiale occorrente, in modo da compensare lo scarto dei tagli o eventuali rotture accidentali di qualche mattonella.

47

Tagliate con cautela le piastrelle

Il taglio delle piastrelle si può fare comodamente con un taglia piastrelle, che non è altro che una rotellina metallica diamantata che incide e taglia la piastrella. Conviene sempre segnare con un pennarello la linea di taglio in modo da agire con sicurezza. E ottenere degli elementi precisi. In alternativa potete ricorrere ad un piccolo flessibile, anch'esso dotato di disco diamantato. Ovviamente questo utensile richiede una certa manualità, per cui se non siete più che sicuri, rivolgetevi a un professionista.

Continua la lettura
57

Incollate con cura il battiscopa

A questo punto avremo tutte le piastrelle della stessa altezza, proviamo dunque ad appoggiarle alla parete per controllare gli angoli e le eventuali sporgenze del muro. Ora è il momento di incollare! Scegliete la colla che preferite, che sia già pronta all'uso o in polvere, e stendetene in piccola quantità sul dorso delle piastrelle, pressate con forza. Attenzioni alle dosi, infatti utilizzandone in grandi quantità rischiate che pressando ne fuoriesca un po' e macchi il muro. Questo è un momento molto delicato, quindi fatelo con cura in modo da diminuire il più possibile la formazione di fughe larghe e imperfezioni. Al fine di ottenere un buon risultato potete ricorrere ad un utensile detto "americana dentata", grazie ad esso potrete comodamente stendere la colla direttamente sul muro, in unica soluzione, in modo da applicare la giusta quantità. Successivamente procedere ad appoggiare le piastrelle. Tale metodo vi permetterà di dividere le operazioni di stesura e posa.
Per controllare se i battiscopa seguono il muro in maniera corretta, potete ricorrere all'uso di un regolo in alluminio della lunghezza di almeno due metri, ciò vi permetterà di evitare "denti" o imperfezioni nella posa.
Invece, per mantenere una corretta distanza tra una piastrella e l'altra, potete usare delle crocette di plastica come distanziatori.

67

Riempite le fughe con dello stucco

Quando la colla sarà ben asciutta procedete con il riempimento delle fughe con la malta o con dello stucco per fughe. Lo stucco può essere applicato con una normale spatola gommata mentre, la parte in eccesso, va rimossa con una spugna, simile a quella usata nelle cucine per lavare i piatti, bagnata con acqua. Dopo diverse ore, una volta asciutto anche lo stucco, ricordate di lavare, con uno straccio le piastrelle posate, in modo che non rimangano aloni. Se avete seguito tutti i nostri consigli ammirerete un buon risultato.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Reperite le piastrelle che più si intonano con il pavimento per mantenere più possibile la continuità cromatica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come posare un battiscopa laminato

Nella pianificazione di una nuova casa è necessario prestare attenzione a tutti gli elementi che la comporranno. Ciò non ha solo un'importanza prettamente estetica, ma anche funzionale. In base alle nostre esigenze dovremo scegliere con criterio i migliori...
Casa

Come posare un battiscopa in pvc

Per rendere la casa ancora più confortevole e piacevole, bisogna tenere conto di ogni piccolo particolare. Anche il battiscopa fa parte di questi piccoli particolari. Infatti, per terminare una parete in maniera elegante e fine, bisogna usare un battiscopa...
Casa

Come posare le piastrelle in ceramica

A volte, in casa, si può verificare la necessità di nuovi pavimenti, pertanto, il primo problema da affrontare, sarà quello di scegliere la pavimentazione. In commercio, vi è una grandissima varietà, infatti, sono disponibili piastrelle di tutte...
Casa

Come rimuovere un battiscopa

Il battiscopa è un elemento solitamente realizzato in ceramica, marmo o legno che viene posizionato tra il pavimento e il muro e svolge una funzione di protezione da eventuali segni lasciati da scope (da qui il suo nome). Questo funzionale accessorio...
Casa

Come togliere il battiscopa

Se in casa abbiamo dei battiscopa che per svariati motivi intendiamo rimuovere, come ad esempio per installare dei pannelli in cartongesso, oppure ricoprire una parete con del polistirolo per renderla fonoassorbente, l'operazione va fatta con un certo...
Casa

Come fissare il battiscopa al muro

Fissare un battiscopa al muro non è un procedimento complesso ed è importante per funzioni protettive ed estetiche della parete. Vi sono principalmente due modi per farlo: tramite viti o colla. In genere il battiscopa è fatto in legno, ma lo si può...
Casa

Come Sostituire Il Battiscopa Di Legno

Molte volte ci ritroviamo ad effettuare delle riparazioni di varia entià nella nostra abitazione. Dopo aver cambiato la carta da parati, oppure a seguito della ristrutturazione dei muri, dobbiamo rinnovare anche i battiscopa (o zoccolini).Per eseguire...
Casa

Come verniciare un battiscopa

Quando si rinnova un appartamento, possono essere necessari solamente piccoli accorgimenti. La prima cosa che facciamo è ridipingere le pareti. In questo caso quindi, dovremo verniciare anche il battiscopa, per dargli lo stesso colore delle pareti. Infatti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.