Come posizionare i vari ortaggi in un orto verticale in terrazzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per potere avere degli ortaggi freschi per la propria alimentazione e non dover ricorrere ai prodotti costosi e non sempre ottimi che vengono confezionati nei supermercati una soluzione potrebbe essere quella di allestire un piccolo orto, anche se non tutti, specialmente quelli che abitano in città hanno la possibilità, o per meglio dire la fortuna, di avere lo spazio adatto per allestirne uno. Oggigiorno fortunatamente però ci sono diversi modi per allestire un piccolo orticello anche sul balcone del proprio appartamento, sfruttando bene gli spazi che si hanno a disposizione. In questa guida spiegheremo come posizionare i vari ortaggi in un orto verticale in terrazzo, in modo da poter sfruttare luci e spazi nel miglior modo possibile anche in un piccolo balcone.

24

Posizionare le piante rampicanti nei punti più alti

Per realizzare un buon orto verticale in balcone è bene posizionare gli ortaggi che tendono a rampicarsi e a svilupparsi in altezza nel punto più alto dell'orto e possibilmente accanto a degli appigli, che possono essere rappresentati dalle ringhiere del balcone o dalla parete, alle quali può essere attaccato un reticolato utilissimo a piante come i pomodori e come i cetrioli che tendono a svilupparsi verso l'alto. In questo modo si avranno appigli utilissimi alla pianta per potersi sviluppare in altezza sfruttando in questo modo non solo la larghezza del balcone ma anche e soprattutto l'altezza, cosa certamente non trascurabile.

34

Posizionare melanzane e zucchine nei posti più esposti al sole

I punti medio-bassi ben esposti al sole dovrebbero essere utilizzati per posizionare piante come zucchine e melanzane, che si sviluppano sia in altezza che in larghezza e hanno bisogno di tanto sole. Queste piante infatti potrebbero essere messe tranquillamente a ridosso dei pomodori e dei cetrioli in modo da poter sfruttare lo spazio orizzontale e verticale senza rubare spazio vitale agli ortaggi con piante rampicanti che hanno necessariamente bisogno di crescere verso l'alto.

Continua la lettura
44

Posizionare basilico, salvia e prezzemolo e lattuga in basso

Nei punti bassi, senza però trascurare il sole, è bene posizionare piantine di basilico, salvia e prezzemolo, ovvero pianticella da condimento che non crescono tanto in altezza ma solamente in orizzontale e sono quindi ideali per essere posizionate nei punti bassi di un orto verticale. Assieme a queste piantine possiamo posizionare la lattuga, un'altra pianta bassa ma che ha bisogno di molto sole e deve quindi essere messa nei punti più assolati. Seguendo queste piccole indicazioni si potranno avere ottimi ortaggi stagionali freschi e gustosi provenienti dalla propria casa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come realizzare un orto verticale in giardino

Realizzare un orto verticale in giardino è semplicissimo, basta avere un po di inventiva, del tempo libero, e, cosa importantissima, avere voglia di realizzare qualcosa di belo. Iniziamo subito col dire che non servono grandi spazi per realizzare un...
Giardinaggio

Come allestire un orto verticale usando le scale a tre gradini

L'orto verticale è la soluzione ideale per chi ha poco spazio a disposizione ma è amante degli ortaggi e quindi non vuole rinunciare all'allestire un piccolo ma fornito orto utilissimo per poter mangiare cibi di provenienza sicura e sicuramente più...
Giardinaggio

Orto verticale: 5 idee fai da te per realizzarlo

Se non abbiamo un giardino molto ampio o disponiamo soltanto di una terrazza, non significa in entrambi i casi rinunciare a coltivare un orto; infatti, è importante sapere che è possibile anche realizzarlo in verticale e con il fai da te. In questa...
Giardinaggio

Come realizzare un orto urbano verticale con un pallet

Per chi abita in città e quindi non può disporre di un orto tradizionale, vi sono molte possibilità tuttavia di poter realizzare in poco tempo e con pochissima spesa uno spazio dedicato alla crescita di ortaggi, frutta e verdura. Basterà solo avere...
Giardinaggio

10 ortaggi da coltivare in terrazzo

Il biologico è il settore alimentare che più si sta espandendo. Il mangiare sano e il vivere in forma sono ormai un vero e proprio stile di vita per certi versi irrinunciabile. Tuttavia spesso capita che i prodotti a carattere biologico siano salutari...
Giardinaggio

5 tipi di orto verticale da poter allestire sul balcone

Quando si parla di orto verticale si intende generalmente una tipologia di orto che non si sviluppa in orizzontale bensì in verticale. Questa modalità del tutto innovativa nasce dall'esigenza di molte persone di voler creare un vero e proprio orto a...
Giardinaggio

Le migliori piante per l'orto in terrazzo

Se avete intenzione di allestire un bellissimo e funzionale orto in terrazzo, potete farlo documentandovi però sulle varie tipologie di piante che si prestano per questa coltivazione; infatti, si tratta di sapere se richiedono un certo quantitativo di...
Giardinaggio

Come creare un orto rialzato in terrazzo

Se avete il pollice verde ma non un orto, potreste pensare di realizzarne uno direttamente sul terrazzo di casa vostra. Se non avete mai sentito parlare di orto rialzato, questa guida fa al caso vostro. Un orto rialzato è uno spazio che potrete utilizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.