Come potare il bosso

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il bosso è un arbusto dalle foglie lucenti che cresce su diversi tipi di terreno senza risentire degli sbalzi termici dell'alternanza delle stagioni: cresce rigoglioso e può raggiungere un'altezza di tre metri. Tuttavia, se non viene periodicamente potato, assume un aspetto decisamente disordinato. Vediamo dunque come potare un bosso.

27

Occorrente

  • Cesoie manuali
  • Guanti
  • Corda
37

La forma dell'arbusto

Il bosso può essere piantato in giardino come decorazione o come siepe oppure puo essere coltivato in vaso. In ogni caso, attraverso la potatura, è possibile crearne qualsiasi forma (forme geometriche, astratte, animali...), soprattutto se si è predisposti per l'arte topiaria. Se invece non si è portati, ci si può limitare ad accorciare i rami sporgenti. Procedere alla potatura richiede molta pazienza e attenzione: una volta muniti dell'attrezzatura necessaria, è sufficiente annaffiare abbondantemente la pianta e procedere con il taglio delle foglie secche o danneggiate e dei rami in eccesso. È importante che le lame siano sempre ben affilate, pulite e disinfettate e che i tagli siano netti e decisi per evitare sfilacciature dannose e sviluppo di parassiti dannosi per la pianta.

47

Quando potare

Oltre all'aspetto estetico, la potatura del bosso è necessaria dato che la sua crescita rigogliosa porterebbe i rami ad intrecciarsi e ne comprometterebbe il benessere. Prima dell'estate e in autunno quindi è necessario potare l'arbusto. Esistono ditte di giardinieri esperti specializzati nel modellare la forma degli arbusti. Ciò non toglie però che possa essere potato anche in altri periodi dell'anno: in estate ad esempio è possibile potarlo fino a 4 volte, quindi circa ogni 3 o 4 settimane, a seconda delle condizioni della pianta. Questi interventi intermedi servono principalmente a contenere la crescita eccessiva e possono essere eseguiti da chiunque senza particolari competenze.

Continua la lettura
57

Attrezzi necessari

Anzitutto si ha bisogno di un paio di cesoie manuali: il lavoro sarà più lento e richiederà più pazienza, ma sarà meno aggressivo per la pianta. È sconsigliato utilizzare quelle elettriche perché la superficie di taglio si surriscalda troppo e può succedere, soprattutto nei giorni caldi, che i rami o le foglie si brucino.
Un altro strumento indispensabile sono i guanti: la nostra protezione quando si maneggiano strumenti simili non deve mai essere trascurata.
Per ottenere una potatura più precisa si può utilizzare una corda tesa: una perfetta linea retta che aiuta nel taglio dei rami che ne sporgono.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenere le cesoie pulite e disinfettate
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un albero di bosso

Il bosso può essere considerato per lo più un arbusto, sebbene possa raggiungere un'altezza anche di 5 metri in alcune varietà, di tipo sempreverde e dalla crescita abbastanza lenta. Viene spesso utilizzato come pianta ornamentale, sia singolarmente...
Giardinaggio

Come proteggere il bosso in inverno

Durante la stagione invernale le piante, specialmente quelle di tipo legnose, subiscono gravi danni, e tra queste la più vulnerabile è il bosso. Quest'ultimo è un arbusto sempreverde che si sviluppa nelle zone sud-occidentali dell'Europa, utilizzata...
Giardinaggio

Come coltivare il bosso comune

Il bosso comune è una pianta che cresce spontaneamente in Europa, nel Nord dell'Africa e nel Caucaso. Fino a qualche anno fa si poteva ammirare soltanto ai margini delle aiuole e come pianta da bordura. Attualmente le cose sono decisamente cambiate;...
Giardinaggio

Come coltivare il bosso

Avere un giardino rigoglioso e pieno di piante è il sogno di moltissime persone, ma per far si che tutte le piante crescano nel migliore dei modi è bene imparare alcune basi per coltivare le nostre piante e farle crescere bene. Se siamo degli amanti...
Giardinaggio

Come potare gli alberi di melo

Il melo è uno degli alberi da frutto più diffusi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali. Robusto e vigoroso, ha una crescita piuttosto lenta rispetto ad altri alberi da frutto. Una volta raggiunta l'età adulta, il melo offre una produzione...
Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come potare le margherite sfiorite

Se siete degli amanti del giardinaggio e amate i fiori vi sarete senza dubbio ritrovati a dover curare delle margherite. In particolare capita spesso di dover potare delle margherite sfiorite. La potatura delle margherite si rende necessario quando queste...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.