Come Potare Il Leccio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Uno degli alberi più importanti dei nostri boschi è sicuramente il leccio, il cui nome scientifico è "quercus ilex". Il leccio è un albero sempreverde, maestoso ed imponente, capace di raggiungere anche i 25-30 metri di altezza e di vivere per diversi secoli. Il leccio appartiene alla categoria degli alberi "ad alto fusto". Le fronde e la chioma di questo albero cresceno spesso in maniera molto voluminosa, soprattutto quando le condizioni sono tra le più favorevoli, ad esempio in ambienti collinari o rocciosi. La sua folta chioma è spesso di ostacolo per la visuale o comunque rende necessaria una accurata potatura. Vediamo insieme in questa pratica guida come potare il leccio.

28

Occorrente

  • Scala
  • Motosega
  • Forbici da poto
  • Casco di sicurezza
  • Imbracatura
  • Occhiali di sicurezza
38

L'esigenza che sta alla base della potatura del leccio è generalmente un'esigenza di tipo estetico, ma può capitare di doverlo potare ad esempio per malattie, alcune generate da coleotteri, o per altri particolari motivi che possono verificarsi in situazioni particolari. In base alle motivazione ed alla situazione è possibile scegliere tra tre diversi tipi di potatura: potatura di contenimento, potatura di ringiovanimento e cimatura.

48

La POTATURA DI CONTENIMENTO serve per togliere i rami che sono sporgenti o secchi. Non è necessario eseguire molti tagli, ma mirati per "contenere" la forma della chioma. Questo tipo di potatura è da effettuare se il problema è estetico e va a curare la larghezza del leccio per evitare che i suoi rami occupino eccessivo spazio in orizzontale, magari ostacolando la crescita di altri alberi.

Continua la lettura
58

Per eseguire una POTATURA DI RINGIOVANIMENTO procedi ad una drastica potatura senza però sfoltire eccessivamente l'albero. L'unica cosa alla quale devi stare molto attento e di mantenere i rami secondari, mentre i rami primari possono essere asportati. Ricorda che i rami primari sono quelli che formano l'impalcatura dell'albero. Procedi togliendo i rami secchi primari facendo molta attenzione a calcolare il punto di taglio e l'angolo corretto, prevedendo dove cadrà il ramo una volta tagliato.

68

Un ultima tecnica di potatura che puoi svolgere è quella denominata CIMATURA. La cimatura consente di far crescere l'albero in direzione "orizzontale". È il tipo di potatura più rischiosa perché con essa vengono eliminati i cosiddetti germogli della parte apicale a favore delle gemme laterali. Tuttavia questo tipo di potatura permette di regolare la crescita del leccio a seconda delle proprie esigenze estetiche.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I periodi ideali per i tipi di potatura descritti sono l'inverno e l'estate
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come potare le margherite sfiorite

Se siete degli amanti del giardinaggio e amate i fiori vi sarete senza dubbio ritrovati a dover curare delle margherite. In particolare capita spesso di dover potare delle margherite sfiorite. La potatura delle margherite si rende necessario quando queste...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come potare i gerani

È buona norma potare una qualsiasi pianta due volte l'anno, ossia in autunno e primavera. In questa guida, vi verrà illustrato come potare correttamente i gerani. In natura, esistono circa 400 specie diverse di gerani, di cui la maggior parte sono originarie...
Giardinaggio

Come Potare Il Prugno

Se avete in giardino un albero da prugno che sta assumendo dimensioni eccessivamente grandi, è arrivato il momento di potare i rami e renderlo più pulito e leggero. La potatura corretta del prugno aiuta a mantenerlo sano, produttivo e soprattutto in...
Giardinaggio

Come potare la siepe nel modo migliore

Un ottimo modo per realizzare delle aiuole di grandi dimensioni, che abbiano una separazione dal resto del giardino, oppure delle bordure che aiutano a decorare e migliorare l'aspetto dei muri o delle staccionate di confine, è utilizzando delle siepi....
Giardinaggio

Come potare un oleandro

L'oleandro è una bellissima pianta molto profumata e colorata. I suoi fiori possono avere di colori che vanno dal bianco candido al rosa, sino al rosso e al ciclamino. Gli oleandri crescono velocemente e necessitano quindi di essere potati spesso per...
Giardinaggio

Come potare la pianta del limone

Se avete a vostra disposizione un giardino o un piccolo fazzoletto di terra, avete la fortuna di poter sfruttare questa risorsa e piantare dei semi per potere coltivare ortaggi e verdure. Se siete dei veri appassionati e avete tempo a disposizione potete...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.