Come potare il pino

Tramite: O2O 30/07/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli alberi di pino sono tra i pochi che non richiedono cure particolari e possono crescere anche in condizioni di terreno non ottimali. Tuttavia la potatura è necessaria, per cui bisogna effettuarla correttamente, eliminando tutto ciò che si è essiccato, creando quindi la condizione ideale per favorirne una crescita rigogliosa. A tale proposito, ecco alcuni suggerimenti su come potare un pino.

26

Occorrente

  • Cesoia
  • Resina naturale
36

Il periodo migliore

La maggior parte dei pini sopportano anche la siccità e il caldo e richiedono spazi aperti per godere di luminosità e insolazione. Il periodo migliore da scegliere per potare il pino oscilla tra la fine dell'inverno e gli inizi della primavera; è consigliato non eseguire la potatura durante la stagione di crescita dell'albero, in quanto la corteccia è vulnerabile alle infezioni fungine.

46

I rami malati

I rami malati devono essere potati dai 13 ai 15 centimetri al di là del punto della parte malata. Tagliate circa un terzo della chioma dell'albero ogni anno, in quanto consente di non danneggiare la pianta e garantisce una migliore crescita delle foglie. Tagliate tutti i rami che crescono troppi vicini gli uni agli altri e che creano intrecci. Inoltre è importante sottolineare che per la potatura vanno usati degli attrezzi adatti e nello specifico delle cesoie perfettamente sterilizzate, onde evitare che la pianta possa andare incontro a malattie. Nel caso di potature su rami molto spessi, della resina specifica, è ideale per proteggere la zona tagliata.

Continua la lettura
56

I rami secchi

I rami devono essere tagliati in autunno, poiché in questo periodo sviluppano nuove gemme sotto ogni taglio eseguito, ed essendo troppo tenere, non possono sopravvivere alle temperature invernali. La rimozione dei rami secchi, o malati, deve essere fatta nel tardo inverno. Nel caso in cui notate che l'albero di pino presenta una malattia, o che in alcuni rami c'è assenza di fogliame, è necessario ricorrere alla rimozione delle parti malate. Per assicurarvi che un ramo è morto, dovete raschiare la corteccia esterna con un coltello, se di sotto si presenta asciutta, è indispensabile tagliare il ramo. La potatura deve essere eseguita nelle giornate di sole, perché la pioggia aumenta le probabilità di diffusione delle malattie tra un albero e un altro. Potate prima i rami più bassi e poi quelli in alto; se eseguite questa operazione in maniera regolamentare, l'albero riuscirà a mantenere perfettamente la propria forma. È molto importante durante la potatura riuscire a far crescere l'albero nella sua forma specifica (in questo caso a forma di cono).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come essiccare gli aghi di pino

La natura ci regala tantissimi prodotti e soprattutto semi e foglie da poter essiccare, per poi utilizzarli per preparare gustose e benefiche bevande e tisane, oltre che per alcune decorazioni per la casa come ad esempio cestini e corone ornamentali....
Giardinaggio

Come coltivare il pino silvestre

Il pino silvestre è una conifera sempreverde diffusa specialmente nelle zone dell'Europa centrale e settentrionale. Ha una corteccia a placche bruno - rossastra e degli aghi corti disposti ad elica. Le pigne sono tondeggianti e di un colore che va tra...
Giardinaggio

Come coltivare un pino marittimo

Il pino marittimo è tipico del mediterraneo e può essere coltivato con estrema facilità anche da chi è meno esperto nel campo. Esso si sviluppa notevolmente e dà grandi soddisfazioni a chi lo coltiva. Il suo caratteristico profumo resinoso è in...
Giardinaggio

Come pacciamare il giardino con gli aghi di pino

Ogni terreno si deve, sempre saper mantenere, concimandolo perfettamente e proteggendolo dall'erosione e dai vari fenomeni atmosferici che, sicuramente provocano una crosta nella sua superficie e la crescita di erbacce che si potrebbero evitare se si...
Giardinaggio

Come combattere la processionaria del pino

I pini sono degli alberi bellissimi, che abitano la maggior parte delle campagne italiane, e non è infrequente trovarli come alberi nei giardini di ogni villetta. Purtroppo però questo splendido albero è abitato periodicamente da alcuni piccoli animaletti...
Giardinaggio

Come potare gli alberi di melo

Il melo è uno degli alberi da frutto più diffusi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali. Robusto e vigoroso, ha una crescita piuttosto lenta rispetto ad altri alberi da frutto. Una volta raggiunta l'età adulta, il melo offre una produzione...
Giardinaggio

Come potare le giuggiole

Le giuggiole sono delle piante a foglia appartenenti alla famiglia delle Rhamnacee e, come tutte le piante, anche queste hanno bisogno di occasionali operazioni di potatura e manutenzione. La potatura, in particolare, è uno dei più semplici e più efficaci...
Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.