Come Potare Il Prugno

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se avete in giardino un albero da prugno che sta assumendo dimensioni eccessivamente grandi, è arrivato il momento di potare i rami e renderlo più pulito e leggero. La potatura corretta del prugno aiuta a mantenerlo sano, produttivo e soprattutto in forma. Inoltre sfoltirlo ne previene le malattie, che si espandono più facilmente quando i rami sono troppo fitti. Se provvederete in anticipo, nel periodo giusto dell'anno e nei modi appropriati, ne favorirete lo sviluppo al massimo del suo splendore. Bisogna quindi adottare alcuni semplici accorgimenti: ad esempio non va potato in inverno, per evitare che si indebolisca sotto gli agenti atmosferici, bensì agli inizi di giugno. Se volete scoprire a tal proposito come potare nel modo corretto il prugno, continuate nella lettura della guida che segue.

26

Occorrente

  • Cesoie
  • Sega
  • Pasta cicatrizzante sigillante
  • Pennello
36

Procuratevi delle cesoie affilate

A differenza di molti altri alberi da frutta, il prugno non andrebbe potato in inverno, perché il male del piombo potrebbe attaccarlo più facilmente. Procedete piuttosto a giugno, ovvero non appena l'albero sarà abbastanza forte e avrà davanti ancora l'estate per riprendersi e sviluppare ulteriori gemme. Evitate il più possibile di spezzare i rami: utilizzate sempre strumenti sterilizzati e cesoie affilate, in caso contrario, le ferite che si apriranno saranno a maggior rischio di infezione. Le cesoie da utilizzare dovranno essere selezionate a seconda del tipo di ramo da tagliare. Ricordate che più la ferita sarà netta e decisa, più sarà semplice per la pianta rimarginarsi.

46

Eseguite tagli decisi

Per prima cosa tagliate via tutti i "succhioni", ovvero rami secchi o malati per arieggiare, poi dei rami trasversali rimuovetene uno su due, in quanto sarebbero in concorrenza fra loro. Se state potando un albero vecchio potete benissimo praticare una potatura di ringiovanimento, che consiste nel potare i rami nuovi troppo lunghi, i quali risultano improduttivi e contribuiscono a rendere particolarmente folta la chioma, appesantendo ed indebolendo l’albero. Anche in questo caso, i tagli di potatura vanno eseguiti con attrezzi puliti e disinfettati sia prima che dopo l'utilizzo.

Continua la lettura
56

Applicate la pasta cicatrizzante

È consigliabile inoltre di sigillare i tagli grandi con una pasta cicatrizzante apposita, per proteggere dall'infiltrazione di acqua e parassiti, distribuendola per bene con l'aiuto di un pennello: così facendo aiuterete le ferite a sanare meglio e più in fretta. Infine si raccomanda di non gettare i rami potati che presentino segni di malattia nel compostaggio; per evitare di diffondere parassiti andrebbero, infatti, bruciati prestando attenzione a non appiccare un incendio. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate il più possibile di spezzare i rami: utilizzate sempre strumenti sterilizzati e cesoie affilate, in caso contrario, le ferite che si apriranno saranno a maggior rischio di infezione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare il verde di un albero da frutto

Con la parola "potatura verde" ci si riferisce ad alcune specifiche pratiche della potatura attraverso la quale si va a sfoltire la chioma di tutte le piante da frutto. Questo serve a favorire il graduale rinnovamento di quest'ultima ed una maggiore produzione...
Giardinaggio

Come potare gli alberi di melo

Il melo è uno degli alberi da frutto più diffusi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali. Robusto e vigoroso, ha una crescita piuttosto lenta rispetto ad altri alberi da frutto. Una volta raggiunta l'età adulta, il melo offre una produzione...
Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come potare le margherite sfiorite

Se siete degli amanti del giardinaggio e amate i fiori vi sarete senza dubbio ritrovati a dover curare delle margherite. In particolare capita spesso di dover potare delle margherite sfiorite. La potatura delle margherite si rende necessario quando queste...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come potare i gerani

È buona norma potare una qualsiasi pianta due volte l'anno, ossia in autunno e primavera. In questa guida, vi verrà illustrato come potare correttamente i gerani. In natura, esistono circa 400 specie diverse di gerani, di cui la maggior parte sono originarie...
Giardinaggio

Come potare la siepe nel modo migliore

Un ottimo modo per realizzare delle aiuole di grandi dimensioni, che abbiano una separazione dal resto del giardino, oppure delle bordure che aiutano a decorare e migliorare l'aspetto dei muri o delle staccionate di confine, è utilizzando delle siepi....
Giardinaggio

Come potare la pianta del limone

Se avete a vostra disposizione un giardino o un piccolo fazzoletto di terra, avete la fortuna di poter sfruttare questa risorsa e piantare dei semi per potere coltivare ortaggi e verdure. Se siete dei veri appassionati e avete tempo a disposizione potete...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.