Come Potare Il Prugno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se avete in giardino un albero da prugno che sta assumendo dimensioni eccessivamente grandi, è arrivato il momento di potare i rami e renderlo più pulito e leggero. La potatura corretta del prugno aiuta a mantenerlo sano, produttivo e soprattutto in forma. Inoltre sfoltirlo ne previene le malattie, che si espandono più facilmente quando i rami sono troppo fitti. Se provvederete in anticipo, nel periodo giusto dell'anno e nei modi appropriati, ne favorirete lo sviluppo al massimo del suo splendore. Bisogna quindi adottare alcuni semplici accorgimenti: ad esempio non va potato in inverno, per evitare che si indebolisca sotto gli agenti atmosferici, bensì agli inizi di giugno. Se volete scoprire a tal proposito come potare nel modo corretto il prugno, continuate nella lettura della guida che segue.

26

Occorrente

  • Cesoie
  • Sega
  • Pasta cicatrizzante sigillante
  • Pennello
36

Procuratevi delle cesoie affilate

A differenza di molti altri alberi da frutta, il prugno non andrebbe potato in inverno, perché il male del piombo potrebbe attaccarlo più facilmente. Procedete piuttosto a giugno, ovvero non appena l'albero sarà abbastanza forte e avrà davanti ancora l'estate per riprendersi e sviluppare ulteriori gemme. Evitate il più possibile di spezzare i rami: utilizzate sempre strumenti sterilizzati e cesoie affilate, in caso contrario, le ferite che si apriranno saranno a maggior rischio di infezione. Le cesoie da utilizzare dovranno essere selezionate a seconda del tipo di ramo da tagliare. Ricordate che più la ferita sarà netta e decisa, più sarà semplice per la pianta rimarginarsi.

46

Eseguite tagli decisi

Per prima cosa tagliate via tutti i "succhioni", ovvero rami secchi o malati per arieggiare, poi dei rami trasversali rimuovetene uno su due, in quanto sarebbero in concorrenza fra loro. Se state potando un albero vecchio potete benissimo praticare una potatura di ringiovanimento, che consiste nel potare i rami nuovi troppo lunghi, i quali risultano improduttivi e contribuiscono a rendere particolarmente folta la chioma, appesantendo ed indebolendo l’albero. Anche in questo caso, i tagli di potatura vanno eseguiti con attrezzi puliti e disinfettati sia prima che dopo l'utilizzo.

Continua la lettura
56

Applicate la pasta cicatrizzante

È consigliabile inoltre di sigillare i tagli grandi con una pasta cicatrizzante apposita, per proteggere dall'infiltrazione di acqua e parassiti, distribuendola per bene con l'aiuto di un pennello: così facendo aiuterete le ferite a sanare meglio e più in fretta. Infine si raccomanda di non gettare i rami potati che presentino segni di malattia nel compostaggio; per evitare di diffondere parassiti andrebbero, infatti, bruciati prestando attenzione a non appiccare un incendio. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate il più possibile di spezzare i rami: utilizzate sempre strumenti sterilizzati e cesoie affilate, in caso contrario, le ferite che si apriranno saranno a maggior rischio di infezione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del susino

Gli alberi di susino, regalano dei meravigliosi frutti davvero dolci e gustosi, ma spesso sono difficili da curare se non si rispettano delle basilari regole di potatura.La potatura migliora la salute dell'albero, ne favorisce lo sviluppo e la crescita...
Giardinaggio

Come potare la pianta del limone

Se avete a vostra disposizione un giardino o un piccolo fazzoletto di terra, avete la fortuna di poter sfruttare questa risorsa e piantare dei semi per potere coltivare ortaggi e verdure. Se siete dei veri appassionati e avete tempo a disposizione potete...
Giardinaggio

Come potare il bosso

Il bosso è un arbusto dalle foglie lucenti che cresce su diversi tipi di terreno senza risentire degli sbalzi termici dell'alternanza delle stagioni: cresce rigoglioso e può raggiungere un'altezza di tre metri. Tuttavia, se non viene periodicamente...
Giardinaggio

Come potare il ciliegio

Gli alberi da frutto necessitano di regolari potature, e il ciliegio non fa eccezione. Se si esegue l'operazione nel modo idoneo, i vantaggi saranno evidenti. La pianta produrrà frutti in abbondanza, vivrà più a lungo e si manterrà sana. In pratica,...
Giardinaggio

Come potare le lillà

Oggi dedichiamo una guida al benessere delle piante e in particolare a come potare le lillà. Molti di voi avranno avuto occasione di vedere questo bellissimo arbusto, o addirittura lo hanno nel proprio giardino, come pianta ornamentale o semplicemente...
Giardinaggio

Come potare un ulivo

La potatura è una pratica indispensabile per permettere alle piante di resistere agli inverni, prevenire malattie e farle proliferare. La potatura consiste nell'eliminazione delle parti della pianta che non consentono uno sviluppo. Vanno quindi eliminati...
Giardinaggio

Come potare un albero di platani

L'estate è il periodo ideale per iniziare a coltivare un piccolo appezzamento di terreno. L'abbondanza di luce e le calde temperature sono un toccasana per una serie di piante e ortaggi che germoglieranno in autunno o al più tardi in inverno. Le piante...
Giardinaggio

Come potare cespugli ornamentali

I cespugli ornamentali rappresentano un componente estetico molto importante per il vostro giardino. Nasce da qui l'esigenza di tenerli sempre in ordine e in perfetta salute. La cura con la quale i cespugli devono essere trattati deve sempre essere estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.