Come potare la magnolia

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Con il nome di magnolia (famiglia magniolaceae) si intende un genere di piante comprendente circa 80 fra diverse specie di alberi e arbusti. Alcuni sono sempreverdi (come la varietà Grandiflora), altri decidui(come la Liliflora). In talune varietà, la magnolia è presente in molti spazi aperti pubblici e privati. Il motivo della sua diffusione è il grande effetto decorativo che possiede: in particolare, grazie ai bellissimi, grandi fiori bianchi o crema e all'elegante fogliame lucido.
Può raggiungere anche un'altezza di 25 metri e quindi la sua potatura diventa necessaria, sia per contenerne lo sviluppo che per rivitalizzarla e dare forma alla chioma, mantenendola robusta e sana.
In proposito esistono diversi metodi, variabili a seconda della specie e della sua fase di sviluppo. Bisogna dire, infatti, che non tutte le varietà di questa pianta necessitano di un intervento del genere.
Ecco alcuni utili consigli su come potare la magnolia, evitando che anche i più inesperti commettano errori che potrebbero danneggiare questa pianta tanto affascinante.

28

Occorrente

  • Segaccio
  • Troncarmi
  • Scala
  • Acqua ossigenata per disinfettare gli attrezzi
  • 1 bacinella
38

Valutare la necessità di una potatura

La magnolia è molto decorativa, ma per mantenerla bella e vigorosa, richiede delle attenzioni. Tra queste, un'attenta valutazione sul bisogno o meno di una potatura. Prima di decidere come potare la magnolia, insomma, è il caso di chiedersi se sia il caso di farlo. In particolare, è consigliabile tenere conto della specie e dell'età dell'albero.
I tagli possono essere effettuati sulle piante giovani, mentre non bisogna intervenire su quelle adulte. Il motivo è che negli esemplari adulti il legno non è in grado di cicatrizzarsi, e quindi le ferite aperte potrebbero diventare una via per la trasmissione di microrganismi (virus, funghi e batteri) pericolosi per la magnolia.
La soluzione migliore è quella di iniziare a potare in maniera lieve le piante sempreverdi più giovani e robuste, per poi proseguire con interventi regolari durante la fase di crescita, fino all'età adulta.
Attenzione però: se si potano le magnolie troppo giovani c'è il rischio di bloccarne la crescita, già piuttosto lenta.
Le varietà decidue, ossia che perdono le foglie in autunno, non hanno bisogno di essere potate: sarebbe un lavoro inutile, visto che hanno la capacità di rinnovarsi da sole in maniera naturale e di dare vita a meravigliose fioriture primaverili.

48

Scegliere il periodo adatto

Individuare il momento idoneo è un aspetto spesso non considerato, ed è un errore. La ragione è che in realtà è fondamentale affinché la potatura della magnolia sortisca gli effetti migliori.
La finestra temporale indicata per l'intervento è la tarda primavera, al termine della fioritura. La prima metà di giugno è il periodo ideale per alleggerirla, irrobustirla e stimolarne la successiva fioritura.
Cosa succederebbe intervenendo d'inverno? L'aria fredda e il gelo penetrerebbero nei rami finendo per bloccare la fioritura della pianta, lo stesso pericolo che si correrebbe effettuando l'operazione troppo a ridosso della fioritura.

Continua la lettura
58

Potare con la tecnica corretta

Ed eccoci arrivati a scoprire come potare la magnolia.
L'operazione di potatura richiede una successione di tagli e passaggi, e deve essere sempre realizzata procedendo dai rami più esterni verso quelli interni, cercando di dare alla chioma la forma di una piramide. È importante operare tagli delicati, per evitare che si formino ferite non cicatrizzabili.
Per regolare al meglio la forma della chioma è doveroso rimuovere anche tutti i rami secchi e danneggiati, usando gli appositi strumenti per la potatura come il segaccio e il troncarami.
Sia prima che dopo il lavoro, è bene disinfettare gli attrezzi, immergendoli per 20-30 minuti in una bacinella contenente una soluzione di acqua ossigenata.

68

Ripetere secondo necessità

Scoperto come potare la magnolia, la domanda successiva è: ogni quanto effettuare tale intervento? Dipende dallo scopo che si intende raggiungere. Per contenere lo sviluppo della chioma, "disegnando" al contempo la forma strutturale desiderata, conviene potare ogni anno. Viceversa, un semplice contenimento richiede potature più diradate, indicativamente ogni 4-5 anni.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • http://www.ideegreen.it/potatura-30820.html

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come innestare un albero di magnolia

Gli alberi di magnolia forniscono un grosso contributo al paesaggio: i vistosi fiori profumati sbocciano nelle tonalità di rosa, viola e bianco. Le lucide foglie verdi, i frutti rossi e la corteccia attraente regalano un meraviglioso spettacolo di colori...
Giardinaggio

Come potare gli alberi di melo

Il melo è uno degli alberi da frutto più diffusi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali. Robusto e vigoroso, ha una crescita piuttosto lenta rispetto ad altri alberi da frutto. Una volta raggiunta l'età adulta, il melo offre una produzione...
Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come potare le margherite sfiorite

Se siete degli amanti del giardinaggio e amate i fiori vi sarete senza dubbio ritrovati a dover curare delle margherite. In particolare capita spesso di dover potare delle margherite sfiorite. La potatura delle margherite si rende necessario quando queste...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come potare i gerani

È buona norma potare una qualsiasi pianta due volte l'anno, ossia in autunno e primavera. In questa guida, vi verrà illustrato come potare correttamente i gerani. In natura, esistono circa 400 specie diverse di gerani, di cui la maggior parte sono originarie...
Giardinaggio

Come Potare Il Prugno

Se avete in giardino un albero da prugno che sta assumendo dimensioni eccessivamente grandi, è arrivato il momento di potare i rami e renderlo più pulito e leggero. La potatura corretta del prugno aiuta a mantenerlo sano, produttivo e soprattutto in...
Giardinaggio

Come potare la siepe nel modo migliore

Un ottimo modo per realizzare delle aiuole di grandi dimensioni, che abbiano una separazione dal resto del giardino, oppure delle bordure che aiutano a decorare e migliorare l'aspetto dei muri o delle staccionate di confine, è utilizzando delle siepi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.