Come potare le lillà

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Oggi dedichiamo una guida al benessere delle piante e in particolare a come potare le lillà. Molti di voi avranno avuto occasione di vedere questo bellissimo arbusto, o addirittura lo hanno nel proprio giardino, come pianta ornamentale o semplicemente come albero. Il Lillà è un arbusto che si caratterizza per la sua abbondante fioritura e per l'intenso profumo dei suoi fiori. Potare un lillà, così come qualsiasi altra pianta, è un'operazione fondamentale che permette alla pianta di svilupparsi in modo adeguato. Rafforzandola e dandole la forme che desideriamo. Vediamo alcune tecniche di potatura adatte al lillà.

26

Occorrente

  • Cesoie
  • Sega elettrica
36

IN ESTATE. A differenza di altre piante, il lillà necessita di diverse potature durante tutto l'arco dell'anno, solo in questo modo infatti, potrà crescere folto e robusto. Durante il periodo estivo, è necessario eliminare i fiori appassiti, utilizzando delle cesoie o forbici da giardinaggio. I fiori, che vanno ad assumere la classica forma a grappoli piramidali, con dei colori che vanno dal bianco al rosso purpureo, sbocciano nel periodo compreso tra aprile e maggio, ed è per eviterete la comparsa di zone vuote e spoglie, che l'operazione di taglio dei fiori secchi durante l'estate si rivela fondamentale.

46

DA APRILE A SETTEMBRE. Trattandosi di un arbusto, anche il lillà si svilupperà in modo sgraziato, e si presenteranno dei rami lunghi e sottili che dovranno essere recisi durante tutto il periodo che va da aprile a settembre. Quest'operazione va ripetuta più volte, e utilizzando delle classiche cesoie dovrete recidere i rami alla base della pianta. Non sarà un'operazione difficile perché i getti sono giovani e quindi ancora verdi e "morbidi" da tagliare. Se invece la pianta è giovane e dovete ancora farle assumere l'aspetto a cespuglio dovete lasciar crescere alcuni di questi getti, o polloni, affinché la pianta si ingrossi.

Continua la lettura
56

OGNI DUE-TRE ANNI. Dopo alcuni anni di dimora nel terreno del giardino, il lillà necessità di una buona potatura di ringiovanimento. Questa deve essere effettuata nel mese di ottobre e consentirà alla pianta di rinnovarsi e rafforzarsi ulteriormente. Tenendo presente che in tre anni la pianta dovrà essere completamente potata, tagliate un terzo dei rami il primo anno, l'altra parte tra il secondo ed il terzo anno. Con l'aiuto di una sega elettrica recidete la metà dei rami centrali, non quelli della parte esterna. Sarà sufficiente tagliare i rami ad un'altezza di massimo 40 centimetri. Il secondo anno dovrete tagliare la metà dei rami centrali che non avete potato il primo anno. L'ultimo anno invece tagliarete, sempre con l'aiuto della sega, i rami esterni rimasti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le potature vanno eseguite solo nei mesi indicati

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come potare le margherite sfiorite

Se siete degli amanti del giardinaggio e amate i fiori vi sarete senza dubbio ritrovati a dover curare delle margherite. In particolare capita spesso di dover potare delle margherite sfiorite. La potatura delle margherite si rende necessario quando queste...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come potare i gerani

È buona norma potare una qualsiasi pianta due volte l'anno, ossia in autunno e primavera. In questa guida, vi verrà illustrato come potare correttamente i gerani. In natura, esistono circa 400 specie diverse di gerani, di cui la maggior parte sono originarie...
Giardinaggio

Come Potare Il Prugno

Se avete in giardino un albero da prugno che sta assumendo dimensioni eccessivamente grandi, è arrivato il momento di potare i rami e renderlo più pulito e leggero. La potatura corretta del prugno aiuta a mantenerlo sano, produttivo e soprattutto in...
Giardinaggio

Come potare un acero

Avere un bel giardino fa piacere a tutti ma gestire un giardino non è facile come molti possono pensare. Infatti piante, terreno,fiori ed erba vanno seguiti con costanza e con affetto, con diverse metodologie a seconda della tipologia che li contraddistingue....
Giardinaggio

Come potare la siepe nel modo migliore

Un ottimo modo per realizzare delle aiuole di grandi dimensioni, che abbiano una separazione dal resto del giardino, oppure delle bordure che aiutano a decorare e migliorare l'aspetto dei muri o delle staccionate di confine, è utilizzando delle siepi....
Giardinaggio

Come potare un oleandro

L'oleandro è una bellissima pianta molto profumata e colorata. I suoi fiori possono avere di colori che vanno dal bianco candido al rosa, sino al rosso e al ciclamino. Gli oleandri crescono velocemente e necessitano quindi di essere potati spesso per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.