Come potare un ulivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La potatura è una pratica indispensabile per permettere alle piante di resistere agli inverni, prevenire malattie e farle proliferare. La potatura consiste nell'eliminazione delle parti della pianta che non consentono uno sviluppo. Vanno quindi eliminati rami che ostacolano la crescita o che presentano delle malattie.
Ogni buon agricoltore sa bene quanto sia importante effettuare la potatura. Per far si che la potatura dia i vantaggi sperati bisogna però conoscere i consigli e le tecniche giuste.
Una delle piante mediterranee che sono maggiormente soggette a potatura è l'ulivo. Questo infatti necessita di essere potato ogni anno. Se siete inesperti e non sapete come fare on temete, in questa guida vi spiegheremo come potare un ulivo. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • strumenti da taglio
37

Usare l'antiparassitario

Come prima cosa dovrete munirvi di cesoie, forbici da pota e piccole seghe per poter rimuovere correttamente i rami necessari. Dovrete inoltre procurarvi del disinfettante o dell'antiparassitario per piante, da utilizzare alla fine della potatura per evitare che i rami tagliati possano ammalarsi e per ripulire le forbici ogni volta che passate da un ramo all'altro, per non permettere ad eventuali malattie di diffondersi.
A questo punto date uno sguardo alla pianta, individuate i rami che presentano i bozzoli o che non consentono alla pianta di svilupparsi. Rimuovete dapprima i rami più grossi e procedete poi a rimuovere i rametti via via più piccoli.

47

Radere i rami vicini al tronco

Successivamente, nel caso vi sia troppo legno vecchio e poca vegetazione nuova, dovrete intervenire con tagli più decisi. Non dimenticatevi che quando effettuate i tagli, dovrete concentrarvi sui rami radenti al tronco, possibilmente vicino a quella linea scura che delinea il luogo di nascita del nuovo ramo. Inoltre, assicuratevi di aver spuntato per bene tutti i "nasi", altrimenti correrete il rischio di ritrovarvi con una nuova selva di rametti che, l'anno successivo, vi costeranno molte sforbiciate e minuti di lavoro in più.

Continua la lettura
57

Rimuovere le branchette

Concluse tutte le operazioni elencate precedentemente, arriva il compito più difficile, ossia quello di individuare le "branchette", facilmente riconoscibili dal fatto che esse sono piccole e rinsecchite ed inoltre, quelle che stanno sopra fanno loro ombra. Provvedete dunque ad eliminarle, tagliando i rametti che si incrociano fra loro, facendo in modo di diradarli completamente. Infine, la forma della pianta è molto importante perché consente le potature successive, la raccolta, l'accesso con le macchine agricole ed i trattamenti. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare un ulivo

La potatura è una pratica indispensabile per permettere alle piante di resistere agli inverni, prevenire malattie e farle proliferare. La potatura consiste nell'eliminazione delle parti della pianta che non consentono uno sviluppo. Vanno quindi eliminati...
Giardinaggio

Come trapiantare un ulivo da vaso alla terra

L'ulivo è una pianta secolare che ben si adatta in quasi tutto il territorio Italiano. Quasi ogni regione produce oli di ottima qualità da nord a sud della penisola. Qualsiasi sia il cultivar che avete in mente di acquistare, se vi state chiedendo come...
Giardinaggio

5 regole per coltivare l'ulivo

Le 5 regole per coltivare l'ulivo si possono tramutare in 5 "S": sole, sassi, solitudine, siccità e silenzio.Le zone ideali per coltivarlo sono quelle marittime dell'Italia meridionale caldo e con clima mite di cui necessita questa pianta. Anche al nord,...
Giardinaggio

Come innestare l'ulivo

Per quanto riguarda la pianta dell'ulivo, l’innesto permette delle ottime possibilità di radicamento e una buona qualità di produzione. Difatti, l'ulivo fa fatica a riprodurre bene per seme, altrimenti darebbe vita in prevalenza a varietà selvatiche...
Giardinaggio

Come piantare un ulivo secolare

L'ulivo appartiene alla categoroa delle piantae sempreverdi. Grazie alla fotosintesi clorofilliana, le sue foglie sono grandissime produttrici di ossigeno. Dalla spremitura dei suoi frutti invece, si ottiene l'olio: il condimento per antonomasia di ogni...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di ulivo

Per chi possiede un giardino ma anche un angolo verde dalle dimensioni ridotte, coltivare un albero di ulivo può essere la soluzione migliore e quella che, nella maggior parte dei casi, offre le soddisfazioni migliori. L'ulivo è infatti una pianta sempre...
Giardinaggio

Come coltivare l'ulivo in vaso

Gli alberi di ulivo sono sempre più utilizzati e non solo per la produzione, ma anche a scopo ornamentale; infatti, hanno un bell'aspetto, ed è per questo motivo che molte persone lo amano e lo coltivano in vaso. In questa guida forniamo a tale proposito,...
Giardinaggio

Come interrare una pianta di ulivo

Avete la passione per le piante d'ulivo e vi piacerebbe averne una in giardino? Molto probabilmente saprete già che uno dei modi è quello di piantare un seme sul terreno, ma si tratta di una strada avventurosa ed impervia, poiché non è garantito il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.