Come potare una tuia

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tuia (Thuja occidentalis) è una pianta appartenente alla famiglia delle arborvitae, un gruppo di sempreverdi note per essere facili da curare e mantenere. La tuia cresce rapidamente e può raggiungere fino a 3,5 metri di altezza quando è matura. Per mantenere al meglio questa pianta, è raccomandato potarla due volte l'anno per far sì che mantenga una dimensione gestibile e una forma desiderabile. Questo perché molto spesso viene utilizzata come siepe, per cui deve essere non solo di bell'aspetto, ma anche sana, forte e resistente alla neve e alle tempeste. Tuttavia, per eseguire correttamente una potatura del genere non è necessario essere degli esperti giardinieri, bensì è sufficiente seguire alcune semplici indicazioni. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come potare una tuia.

27

Occorrente

  • Cesoie
  • Tronchesine
  • Sega
  • Alcool denaturato
37

La potatura preliminare

L'errore più comune che si commette con le siepi in genere è di aspettare fino al raggiungimento dell'altezza desiderata per potarla. In questo modo, non si otterrà mai una siepe forte ed uniforme. Quindi, non appena le nuove piante si saranno stabilite (normalmente a 50-60 cm di altezza), si può iniziare a potarle molto leggermente. All'inizio sarà sufficiente accorciare i rametti di 3-4 cm, in modo da incoraggiare la pianta a far crescere più germogli laterali e a sviluppare un modello più denso di crescita. Lasciare che la pianta cresca di un mezzo metro circa, dopodiché eseguire un'altra potatura leggera.

47

Il periodo della potatura

È possibile potare la tuia in gran parte dell'anno, ma il periodo migliore è tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno, oppure in tarda primavera, dopo che le nuove crescite sono maturate. Potrebbe essere necessario potare la tuia in entrambe le stagioni se la siepe è giovane e cresce vigorosamente. Se si desidera una siepe molto ordinata in ogni momento, è possibile potarla anche in estate, ma in questo caso è necessario farlo prima che inizi il periodo più caldo. Se si vive in ​​una zona calda con inverni miti, è possibile potare la pianta in qualsiasi momento, anche se è comunque raccomandato evitare il caldo estivo e il periodo più freddo dell'inverno.

Continua la lettura
57

La rimozione dei rami morti

Rimuovere i rami morti il prima possibile, usando un paio di tronchesine per i rami più piccoli e una sega per quelli più grandi. In questo caso, occorre disinfettare gli strumenti prima e dopo il taglio, sfregando le lame con uno straccio imbevuto di alcool denaturato. Se anche solo una parte di un ramo è morta, malata o danneggiata, bisogna tagliarlo fino ad almeno 10 cm dal legno sano.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare potature massicce
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come potare le margherite sfiorite

Se siete degli amanti del giardinaggio e amate i fiori vi sarete senza dubbio ritrovati a dover curare delle margherite. In particolare capita spesso di dover potare delle margherite sfiorite. La potatura delle margherite si rende necessario quando queste...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come potare i gerani

È buona norma potare una qualsiasi pianta due volte l'anno, ossia in autunno e primavera. In questa guida, vi verrà illustrato come potare correttamente i gerani. In natura, esistono circa 400 specie diverse di gerani, di cui la maggior parte sono originarie...
Giardinaggio

Come Potare Il Prugno

Se avete in giardino un albero da prugno che sta assumendo dimensioni eccessivamente grandi, è arrivato il momento di potare i rami e renderlo più pulito e leggero. La potatura corretta del prugno aiuta a mantenerlo sano, produttivo e soprattutto in...
Giardinaggio

Come potare la siepe nel modo migliore

Un ottimo modo per realizzare delle aiuole di grandi dimensioni, che abbiano una separazione dal resto del giardino, oppure delle bordure che aiutano a decorare e migliorare l'aspetto dei muri o delle staccionate di confine, è utilizzando delle siepi....
Giardinaggio

Come potare la pianta del limone

Se avete a vostra disposizione un giardino o un piccolo fazzoletto di terra, avete la fortuna di poter sfruttare questa risorsa e piantare dei semi per potere coltivare ortaggi e verdure. Se siete dei veri appassionati e avete tempo a disposizione potete...
Giardinaggio

Come potare il bosso

Il bosso è un arbusto dalle foglie lucenti che cresce su diversi tipi di terreno senza risentire degli sbalzi termici dell'alternanza delle stagioni: cresce rigoglioso e può raggiungere un'altezza di tre metri. Tuttavia, se non viene periodicamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.