Come praticare i fori nelle perle

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in occasione di un vostro viaggio nei paesi asiatici avete acquistato delle perle originali allo scopo di utilizzarle per creare una collana o degli orecchini, è necessario forarle. Il lavoro non è difficile, ma richiede degli attrezzi adatti ed alcune accortezze per evitare che si possano crepare, scheggiare o addirittura spaccarsi in due. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni utili consigli su come praticare i fori nelle perle.

26

Occorrente

  • Trapano
  • Morsa da banco
  • Punteruolo
  • Alesatore
36

Procurare un trapano da modellismo

Per praticare i fori nelle perle, di fondamentale importanza è disporre di un trapano elettrico tipico da modellismo. Nello specifico si tratta di un modello piuttosto piccolo dotato di un mandrino con chiusura a zero. Tale caratteristica è dettata dal fatto che serve per tenere ferme delle punte elicoidali da un minimo di 0,5 millimetri di diametro fino a 1 centimetro. Premesso ciò, una volta procurato l'utensile in oggetto, potete procedere come descritto nei passi successivi della presente guida.

46

Bloccare le perle in una morsa

Per iniziare il lavoro di foratura delle perle, è necessario tenerle ferme in modo da agire con il trapano in posizione perpendicolare senza che si muovano durante tale operazione. In riferimento a ciò, bisogna utilizzare una piccola morsa da banco e inserire tra le due ganasce dei pezzetti di polistirolo. Questi ultimi consentono di stringere la morsa senza che le perle si spacchino, ne tantomeno tendano a muoversi durante l'uso del trapano. A questo punto prendete un punteruolo con l'estremità piuttosto acuminata, e con un piccolo martello picchiettate sulla parte alta in modo da creare l'accenno per la punta elicoidale. Tale operazione conviene eseguirla per tutte le perle sia se servono per realizzare una collana che per una parure. Completato il lavoro, per ottimizzarlo vi rinviamo al passo successivo della presente guida.

Continua la lettura
56

Allargare il foro delle perle

Dopo aver praticato i fori su tutte le perle prima di utilizzarle per creare una collana o degli orecchini, è necessario rifinire la calettatura in modo da rendere agevole l'inserimento del filo di nylon o dei gancetti d'oro o d'argento. Per eseguire tale operazione, conviene acquistare in un negozio che vende fornitura per orafi degli alesatori (con faccette esagonali) di svariate misure che partono da 0,3 millimetri fino a 0,9 circa. Premesso ciò, per allargare il foro praticato nelle perle è sufficiente stringere in un morsetto a mano i suddetti alesatori, e poi agire con un movimento circolare tale da rendere uniforme il suddetto foro. Fatto ciò, non vi resta che realizzare la collana inserendo il filo di nylon nella prima perla, e poi procedere man mano con le altre creando dei nodini tra ognuna.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

come riparare fori e cavità provocati dalla ruggine

La ruggine è un composto caratterizzato da vari ossidi di ferro, idrati e carbonati basici di Fe (III). La principale causa della sua formazione è l'ossidazione del ferro, favorita dalla presenza di ossigeno e acqua. Ha un classico colore bruno-rossiccio...
Materiali e Attrezzi

I 5 errori da evitare nell'utilizzo del trapano

Quando utilizziamo un trapano per praticare dei fori, su legno o ferro, ci sono alcuni errori che vanno assolutamente evitati, poiché potrebbero causare danni all'alimentazione e nel contempo impedirci di completare il lavoro. Nei passi successivi di...
Materiali e Attrezzi

Come forare il ferro con precisione

Praticare dei fori è a volte un'impresa ardua, specie se si tratta di materiali duri come ad esempio il ferro. Tra l'altro l'operazione richiede la massima precisione e bisogna adottare alcuni accorgimenti, per cui nei passi successivi di questa guida,...
Materiali e Attrezzi

Come usare il laser su diversi materiali

I componenti e le parti dei prodotti finiti e persino i prodotti finiti stessi, stanno diventando sempre più piccoli e complessi e i processi di produzione devono riflettere questo cambiamento. Esistono altre forme di perforazione disponibili sul mercato,...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una carriola in legno

Dalle antiche origini, la carriola in legno è utile in terrazzo come nei terreni agricoli. Graziosa fioriera per il giardino oppure simpatico porta-vaso, si presta a molteplici scopi. È ideale per il trasporto degli attrezzi da lavoro oppure come gioco...
Materiali e Attrezzi

Come usare uno svasatore a tre taglienti

Uno svasatore a tre taglienti è un utensile che viene cosi definito poiché si presenta con tre spessori di forma piramidale a 90 gradi, che sono adatti per lavorare sia il legno che il metallo. Inoltre ha un attacco che consente di utilizzarlo su qualsiasi...
Materiali e Attrezzi

Consigli per forare il marmo senza romperlo

Molto spesso quando si ristruttura una casa, è necessario scegliere dei materiali resistenti per ricoprire determinate superfici sia interne che esterne. Per realizzare da soli delle superfici in marmo, molto spesso è anche necessario creare dei fori...
Materiali e Attrezzi

Come rinforzare una parete composta da blocchi di cemento vuoti

Se in casa avete innalzato una parete usando dei blocchi di cemento vuoti, è importante rinforzarla sia per garantirvi maggior sicurezza e stabilità che per renderla nel contempo funzionale. In tal caso si possono inserire dei chiodi o dei fischer senza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.