Come praticare la margotta

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con il termine margotta si intende una tecnica specifica, che consiste nella moltiplicare in modo agamico una pianta con la radicazione di un ramo collegato alla pianta madre. È una tecnica molto efficace e poco costosa e possiamo applicarla a moltissimi tipi di piante, come quelle ornamentali o da frutto. Questa pratica viene adoperata come soluzione alternativa alla cosiddetta talea, perché permette la radicazione direttamente sulla pianta. A partire da una sola pianta possiamo ottenerne tante altre con pochissima fatica. Basta ripetere le operazioni su rami diversi, e il tempo farà il resto. Vediamo insieme come possiamo praticare la margotta su una qualsiasi pianta del nostro giardino.

27

Occorrente

  • coltello molto affilato
  • ormoni radicanti e pennello
  • terriccio
  • telo di plastica
37

Con la margotta le specie verdi vengono incoraggiate nell'accrescimento dei propri germogli dalla pianta madre, quando ancora risultano attaccati ad essa. Per eseguirla, ci si dovrà avvalere innanzitutto di un coltello molto affilato e accuratamente pulito. Con esso si dovrà incidere la corteccia del nostro arbusto, per così asportarne una parte ad anello che riporti un altezza identica al diametro totale del ramo prescelto per il trattamento.

47

Rimossa la corteccia, si dovrà procedere cospargendo sulla parte ora nuda un particolare ormone radicante, da circondare successivamente con del terriccio fresco. Ora si dovrà ricoprire questa parte con della plastica, che si potrà facilmente ricavare tagliando un sacchetto per l'immondizia, meglio se trasparente. Ciò favorirà l'attrito di umidità necessaria alla formazione delle radici. Certe volte sarà inoltre bene idratare la zona coperta di terra, utilizzando semplicemente una siringa con l'acqua.

Continua la lettura
57

Ci vorranno circa una quindicina di giorni per vedere comparire le prime radici. Sicuramente sarà facile osservarle se abbiamo utilizzato un sacchetto trasparente. In alternativa proviamo a sentire al tatto, toccando delicatamente la plastica intorno alla margotta. Una volta giunti a questa precisa condizione, si dovrà agire tempestivamente dividendo il ramo appartenente alla pianta principale. Quindi si dovrà metterlo in un vaso cosparso di altra terra adeguatamente fertilizzata con del concime naturale.

67

Ricordiamo infine quale possa essere il periodo ideale all'esecuzione di una margotta: prevalentemente possiamo parlare dei mesi prettamente primaverili e antecedenti la stagione estiva, perché le temperature si ritrovano in sensibile accrescimento. Il valore dei gradi infatti, insieme alla costante e perdurante umidità e all'entrata in vegetazione delle specie verdi, rappresentano i principali fattori per un'ottima e impeccabile riuscita di una margotta.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiamo il periodo della margotta per ogni singola specie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come fare la margotta su rosa

La margotta è una tecnica che consiste nella moltiplicazione agamica di una pianta a partire dalla radicazione di un ramo ancora collegato alla pianta d'origine. È una tecnica poco costosa e molto efficace e si presta a moltissimi tipi di piante, come...
Giardinaggio

Come creare bonsai da margotta

Non tutti sanno che è possibile creare dei bellissimi bonsai a partire da normali piante. I bonsai sono degli alberi mantenuti volutamente nani. Sono molto delicati e necessitano di molte cure per mantenere la propria salute e la propria taglia. L'arte...
Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di mandarini

Eccoci qui, pronti per proporvi un articolo, veramente utile e veloce, per imparare come poter praticare, con le nostre mani e grazie alla nostra voglia di fare, un semplice innesto su un albero di mandarini, in modo da poterlo praticare nel modo corretto....
Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di limoni

La coltivazione degli agrumi prevede un impegno molto particolare. Quindi per chi vuole mantenerli sani deve curarli e piantarli in un ambiente adatto. Tra le tante specie troviamo l'albero di Citrus limon. Conosciuto comunemente come albero di limoni....
Giardinaggio

Come Praticare Il Maggese

Il maggese è una pratica molto antica, ma anche molto utilizzata tutt'oggi dai coltivatori terrieri; essa consiste nel lasciare il terreno incolto per un anno al massimo allo scopo di liberarlo da eventuali parassiti ed erbacce. Ma oltre a tutto questo,...
Giardinaggio

Come Praticare Il Sovescio nell'orto

La pratica del sovescio serve non solo a rigenerare il terreno, ma è anche un utile sistema di protezione contro l’erosione del suolo a causa di acqua e vento. Non è difficile da eseguire, soprattutto in un orto domestico: si basa sulla coltivazione...
Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di melograni

L'agronomia è una scienza davvero affascinante. In essa confluiscono agricoltura, biologia, paesaggistica, fisica e chimica. Seguendo alcuni consigli precisi e mirati, si possono ottenere grandi soddisfazioni con piante da frutto e non. In questa guida...
Giardinaggio

Come praticare la resezione delle radici di una pianta

A volte, anche se per nostra natura non possediamo il cosiddetto "pollice verde", capita che ci vengano regalate delle piante, o da appartamento oppure da esterni. E quando arriva in dono un elemento della natura così bello e rigoglioso, è lo stesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.