Come praticare un innesto su un albero di mandarini

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Eccoci qui, pronti per proporvi un articolo, veramente utile e veloce, per imparare come poter praticare, con le nostre mani e grazie alla nostra voglia di fare, un semplice innesto su un albero di mandarini, in modo da poterlo praticare nel modo corretto. Per innesto, si intende la tecnica di propagazione, che si può riprodurre in diversi modi e periodi per ottenere una nuova pianta. Il periodo d'innesto. Dipende dalla tecnica scelta, e varia da aprile a fine agosto. La tecnica più utilizzata per gli agrumi è l'innesto a spacco; segue l’innesto a corona e l’innesto a gemma vegetante o a scudetto. Quello che troverete in questa guida, è una spiegazione su come praticare un innesto su un albero di mandarini, con le varie tecniche.
Buona lettura e buon divertimento a tutti voi, che deciderete di eseguire questo nostro innesto, sul nostro albero di mandarino!

27

Occorrente

  • mandarino
  • cesoie
37

L'innesto più semplice da praticare è quello a spacco (o a chiodo), da praticare con gemme giovani, di due anni, che non risultino troppo morbide o troppo dure. Scelte le gemme, bisogna eliminare le foglie che si trovano all'impugnatura. Una volta pulito il fondo, bisogna "spuntate" la punta con un coltello per ricreare la punta di un chiodo. Preparate la corteccia, praticando su si essa un taglio a "T" (perpendicolare al terreno), in una zona priva di gemme. Il taglio dovrà avere una profondità minima di quattro centimetri.
Ora che la gemma è pronta, bisogna disporre il chiodo nel setto predisposto del tronco, e fare sì che aderisce perfettamente. Se questo non avviene, continuate a spuntate la gemma per pareggiarla al tronco. Inserite nuovamente le due gemme e legatele al tronco con della canapa, o filo sintetico che sia abbastanza resistente.

47

Terminate l'innesto, rivestendo l'intera superficie (tronco e incastri), con del mastice per innesti. Questo serve a proteggere l'innesto dagli agenti atmosferici, in particolare da pioggia e vento. Per favorire il mantenimento del giusto livello di umidità, servitavi di un sacchetto di plastica, che riprodurrà l'effetto serra. Per proteggere ulteriormente l'innesto, coprite il sacchetto di plastica con un sacchetto di carta, che farà da filtro per i raggi solari.

Continua la lettura
57

Il migliore dell'accorgimento da avere nella scelta della gemma, è che abbia un diametro di tre centimetri. La corretta scelta di questa, permette il corretto sviluppo dell'innesto a chiodo. Nel caso la vostra gemma, abbia un diametro maggiore di dieci centimetri, si consiglia di procedere con un innesto a corona; da eseguire tra aprile e maggio. Il procedimento è il medesimo, ma la preparazione del tronco, differisce leggermente. Dopo aver effettuato l'incisione a "T", per la profondità di quattro centimetri; preparate la marza in modo che presenti una zeppa di uguale lunghezza del taglio inciso sul portainnesto. Ora inserite la marza e apportate le opportune protezioni (mastice e buste).

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saper innestare un albero da frutto è veramente comodo ed utile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di melograni

L'agronomia è una scienza davvero affascinante. In essa confluiscono agricoltura, biologia, paesaggistica, fisica e chimica. Seguendo alcuni consigli precisi e mirati, si possono ottenere grandi soddisfazioni con piante da frutto e non. In questa guida...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sull'albero di limoni

L'innesto è una delle tecniche maggiormente adoperate in agricoltura per permettere alle piante (soprattutto quelle da frutto) di proliferare. Altre tecniche di propagazione sono la margotta, la propaggine e la talea. L'innesto è tuttavia un'operazione...
Giardinaggio

Come fare l'innesto sull'albero di limone

L'innesto non serve soltanto a far sì che la pianta produca più frutta, ma anche a rendere la sua struttura molto più robusta e forte, in maniera tale da resistere maggiormente alle malattie e ad eventuali danneggiamenti prodotti da insetti, funghi...
Giardinaggio

Come fare l'innesto a triangolo

Nel campo del giardinaggio esistono diverse pratiche da sfruttare per le nostre piante. Oltre alle comuni cure per il loro mantenimento possiamo praticare delle modifiche. Un albero da frutto, da fiore e piante di vario tipo possono subire un innesto....
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a omega

Gli innesti nel giardinaggio sono diversi ed ognuno specifico per un determinato tipo di albero; infatti, se ad esempio abbiamo una vite ed intendiamo praticare questa operazione, utilizziamo la tecnica definita “a omega”. Nello specifico prevede...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a incastro

Se abbiamo un albero da frutto come ad esempio quello di limoni, ed intendiamo farlo diventare più prolifico, possiamo adottare la tecnica dell'innesto, che nello specifico per gli agrumi, consiste in quella ad incastro. A tale proposito nei passi successivi...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sul fico

Se avete un albero di fico selvatico e volete che invece vi dia dei buoni frutti, dovrete provvedere ad effettuare un innesto. Esistono vari tipi di innesto, ma quello che vi propongo all'interno di questa guida è quello a corona e quello a spacco. Vediamo...
Giardinaggio

Come effettuare un innesto a spacco

L'innesto è uno dei metodi colturali più utilizzati su piante e alberi da frutto. Può succedere che i frutti dati da una pianta non siano di buona qualità. Allo stesso modo alcuni alberi possono non essere di seme originale, quindi crescere come selvatici....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.