Come Prendere I Fichi D'India Dalla Pianta Con Uno Strumento Di Canne E Pietra

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Il fico d'India, il cui nome scientifico è Opuntia ficus-indica, è il frutto dell'omonima pianta grassa di origine messicana ma molto presente nel Mediterraneo, dal sapore e profumo inconfondibile. I frutti sono delle bacche commestibili, ricoperti di spine, di colore verde quando acerbi e rossi o gialli a maturità. Sono veri e propri frutti del sole, che assorbono l'energia e il calore che poi verranno restituiti nella polpa ricca di vitamine. Crescono in ambienti aridi e si riproducono senza sosta, dando comunque vita a meravigliosi, colorati e gustosi frutti. In questa guida, vi illustrerò come prendere i fichi d'india utilizzando uno strumento di canne e pietra per riuscire a prelevare questi frutti in tutta sicurezza senza essere punti.

27

Occorrente

  • Un pezzo abbastanza lungo di canna
  • Un pezzo di canna di grandezza media
  • Due pietre
  • Nastro adesivo isolante o corda
  • Guanti in cuoio
  • Fuscelli di piante
  • Coltellino
37

La prima cosa da fare è procedere nella fabbricazione dello strumento principale che vi permetterà di estrarre i frutti dalla pianta a distanza di sicurezza: questo strumento sarà ottenuto mediante la canna più lunga, una delle pietre (attenzione nella scelta: devono avere dimensioni leggermente inferiori a quella del fico d'India) e lo spago (potete provare ad usare anche il nastro adesivo). Prendete innanzitutto la canna dalla base (parte più larga) e con il coltello apritela in tre parti. Ripetete l'incisione dalla parte opposta, in modo da rendere l'estremità della canna divisa in quattro parti ortogonali separate. Infilate la pietra all'interno delle tre spaccature, nel punto slargato in modo che la canna si allargherà ancora di più.

47

Anche questa operazione è abbastanza delicata, perché un'apertura troppo piccola non permette di cogliere il frutto, una troppo grande vi permette di coglierlo ma successivamente lo fa anche cadere in terra rovinandolo. Fissate la pietra alla canna mediante l'aiuto di uno spago in modo da bloccare gli spicchi della canna aperta.

Continua la lettura
57

Dovete ripetere velocemente tutte le operazioni effettuate per la canna più corta: praticate le due incisioni ortogonali, allargatele mediante l'ausilio del manico del coltellino, inserite la seconda pietra e cercate di ottenere un'apertura simile a quella dell'altra canna e fissate tutto con lo spago. A questo punto il vostro attrezzo per la raccolta dei fichi d'india sarà pronto ma mi raccomando di fare attenzione perché, specialmente in presenza di vento, le spine che ricoprono i frutti si spargono ovunque.

67

Indossate i guanti di cuoio per una maggior sicurezza ed impugnate la canna lunga, utilizzando il "braccio telescopico" che avete fabbricato per cogliere i frutti mediante un movimento dal basso verso l'alto e appoggiateli su un piano o su una pietra piatta. Cercate dei fuscelli di frasca che costituiranno la vostra scopa per spazzolare in ogni punto i fichi. Ora, con una mano impugnate la canna più corta con cui terrete ferme le bacche e nell'altra la scopetta di frasche e, mediante un movimento, datele una prima pulita grossolana dalle spine. La seconda pulizia gliela darete mettendo il frutto, sempre con l'ausilio di questo secondo braccio artificiale, sotto acqua corrente a pressione non troppo alta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come cogliere i fichi d'India

I fichi d'india, sono la manifestazione fisica del proverbio "L'abito non fa il monaco" e per quanto quest'affermazione possa sembrare stonata, contiene in sé la spiegazione.Questa pianta di origini messicane (ma largamente diffusa in tutto il bacino...
Giardinaggio

Come raccogliere i fichi d'india con il coppo

Il fico d'India è una pianta originaria del Messico che appartiene alla famiglia delle Cactaceae. Il frutto del fico d'India ha un notevole valore nutrizionale in quanto è ricco di calcio, fosforo, vitamina C e sali minerali. I frutti oltre ad essere...
Giardinaggio

Come propagare la pianta del fico d'India

Il fico d'India, nome scientifico Opuntia ficus indica, è una pianta Succulenta frugale. Originaria del Messico, è presente anche nel bacino del Mediterraneo, in America, Africa, Australia ed Asia. Si contraddistingue per il suo aspetto un po' curioso....
Giardinaggio

Come piantare le canne di bambù

Le piante di Bambù appartengono alla famiglia delle Poaceae (Graminaceae). Sono originarie dell'Estremo Oriente e furono introdotte in Europa solo nell'Ottocento. La loro principale particolarità è quella di essere una pianta sempreverde, dalla struttura...
Giardinaggio

Come coltivare il fico d'india

Il fico d'India è una pianta originaria delle aree centrali del continente americano ed è da sempre apprezzata per le sue proprietà nutrizionali, essendo ricca di minerali, calcio, fosforo, ferro e vitamina C. È inoltre un ottimo integratore alimentare...
Giardinaggio

Fico d'india: come coltivarlo in giardino

Il fico d'India è una pianta che cresce allo stato selvatico dappertutto, e i suoi frutti, oltre che deliziosi sono anche particolarmente belli, tali da poterli coltivare in un giardino per arricchirlo ulteriormente di colori. Questa pianta si rivela...
Giardinaggio

Come creare un divisorio con canne di bambù

Il bambù è una classica pianta del Continente Asiatico e la propria originalità è quella relativa alle dimensioni: uno stecco potrebbe arrivare ad un’altezza di ben "50 m" (con un tronco di "40 cm") e la sua particolarità consente un utilizzo smodato...
Giardinaggio

Come moltiplicare il fico d'India

Il fico d'India è una pianta succulenta della famiglia delle Cactaceae, originaria del Messico ma naturalizzata in tutto il bacino del Mediterraneo e nelle zone temperate di America, Africa, Asia e Oceania. È una tipica pianta arido-resistente che richiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.