Come prendersi cura della pianta di cicuta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Cicuta è una pianta, o per meglio dire, un albero, d'origine americana, conosciuta in gran parte del mondo per il suo essere estremamente velenosa. Nonostante ciò, sono parecchie le persone che decidono di inserire nel proprio giardino un alberello di questa specie appartenente alle Apiaceae. Tante volte, ci si ritrova davanti all'interrogativo del come occorre procedere per curare efficacemente questa particolare pianta. A tal proposito, in questa guida, vi spiegherò come prendersi cura della Cicuta.

26

Occorrente

  • Terriccio
  • Torba
  • Sabbia
  • Pomice
  • Sostanza organica
  • Giardino
36

Scelta del terreno.

Anzitutto, dopo esservi procurati la Cicuta che desiderate porre a dimora all'interno del vostro giardino, dovrete selezionare anche la tipologia di terreno con cui circondare la radice della pianta stessa, quando essa verrà interrata. Per effettuare questa scelta, considerate semplicemente il tipo di clima presente nella zona in cui vivete. In ogni caso, però, bisognerà comunque avere a disposizione la torba, la sabbia, il terriccio, il pomice e la sostanza organica: cambieranno soltanto le quantità da impiegare. Se vivete in un luogo contraddistinto da un clima alpino oppure continentale, dovrete utilizzare rispettivamente quattro o tre parti di torba, una o due di sabbia, due di terriccio, una o due di pomice ed una di sostanza organica.

46

Protezione della pianta.

Qualora abitiate in zone caratterizzate da un clima mediterraneo, invece, dovrete prendere in considerazione due parti di torba, tre di sabbia, due di terriccio, tre di pomice ed una di sostanza organica. Dopo aver posizionato a dimora la Cicuta, dovrete collocarci vicino un supporto in legno o in ferro e legarne il fusto, in maniera tale da proteggere la pianta da eventuali rotture provocate dal vento. Man mano che essa si svilupperà (vi ricordo che è in grado di raggiungere anche i nove metri d'altezza e, durante la stagione invernale, tende a perdere le foglie), potrete rimuovere tale sostegno. Almeno nei primi tempi, dovrete procedere con un'annaffiatura regolare, ovvero effettuatela mediamente per due volte al mese.

Continua la lettura
56

Consigli utili sulle annaffiature.

Oltre a ciò, la quantità d'acqua da utilizzare dipenderà dalla grandezza della Cicuta (in media, saranno sufficienti due secchi). La cosa fondamentale, però, è non lasciare stagnare l'acqua nei pressi della pianta, poiché il terreno deve assorbirla totalmente e restare poi asciutto. Infine, dovrete provvedere alla prevenzione dei parassiti, per cui ogni anno (tra marzo ed aprile) utilizzate un insetticida a largo spettro, scegliendo poi un trattamento fungicida non appena la vostra piantina avrà le gemme.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come prendersi cura di una pianta di aucuba

L'aucuba, originariamente denominata aucuba japonica, è un arbusto sempreverde originario del Giappone. Le sue foglie a macchie color oro la rendono perfetta come ornamento da giardino o come pianta da davanzale. Durante il periodo estivo, sopraggiungono...
Giardinaggio

Come prendersi cura del potos

Oggi parleremo di una delle piante più diffuse nei nostri appartamenti: il Potos. Questa pianta pur essendo tanto diffusa, molti non ne conoscono le tecniche corrette per prendersene cura. Tra le varie specie, quello più diffuso è sicuramente il Potos...
Giardinaggio

Come coltivare e prendersi cura di una glossinia

La glossinia (Sinningia speciosa) è una pianta tuberosa di piccole dimensioni originaria del Sud America. La sua principale caratteristica è che fiorisce per poi morire, ma, dopo un periodo di dormienza, ricresce nuovamente deliziando il suo proprietario...
Giardinaggio

Come prendersi cura dei gerani

Il Geranio è una delle piante più comuni nei giardini o sui balconi e con i suoi colori dona vita in qualsiasi angolo della tua casa. È una pianta molto resistente al freddo ed è essenzialmente facile prendersene cura. In questa guida vedremo come...
Giardinaggio

Come coltivare e prendersi cura di una Pilea Cardierei

La voglia di creare un angolo verde in casa o sul terrazzo, interessa la maggior parte di noi, in quanto, piante e fiori, oltre ad essere ottimi complementi d'arredo, trasmettono tranquillità e pace nelle nostre giornate all'insegna dello stress. Nel...
Giardinaggio

Come prendersi cura di un cactus

Il cactus è una pianta tipica del sud America e delle zone molto aride. Questa specie vegetale è divenuta particolarmente famosa grazie ai film ambientati nei paesi sud americani che spesso e volentieri venivano filmati in aree rurali dove i cactus...
Giardinaggio

Come prendersi cura dei fiori di alisso

L'Alisso è una pianta appartenente alla famiglia delle Crucifere; viene spesso piantata nelle aiuole o ai margini dei vialetti per dare un tocco di colore; inoltre cresce anche in prossimità delle zone rocciose ed è ideale per dare qualche sfumatura...
Giardinaggio

Come prendersi cura della Stella di Natale

La Stella di Natale che in botanica ha il nome di Euphorbia pulcherrima, è originaria del Centro America e precisamente del Messico. Si tratta di un'esemplare che come si evince dal nome stesso, viene molto utilizzata nel periodo di Natale per addobbare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.