Come preparare i piattini con i germogli di grano per i sepolcri

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In Italia esistono tantissime tradizioni relative alla Settimana Santa di Pasqua, per lo più diffuse soprattutto nei piccoli centri. Tra queste ne troviamo una davvero molto particolare, ovvero la preparazione dei piattini con i germogli di grano, magari da portare al cimitero o in chiesa, per i sepolcri durante il Giovedì Santo. Secondo la tradizione questi germogli di grano devono essere chiari, un colore comunque tendente al giallo, come quella del grano. Da quest'ultimo infatti si ricava la farina e di conseguenza anche l'ostia che rappresenta appunto il corpo di Cristo. Lo scopo di questa verte quindi su questo aspetto fondamentale. Ovvero vedremo come preparare i piattini con i germogli di grano per i sepolcri. Sarebbe interessante magari coinvolgere durante la preparazione anche i bambini. Potrebbe essere divertente per loro, magari osservando la crescita della piantina che dovrà essere curata.

26

Per preparare adeguatamente la successiva crescita dei propri germogli è necessario predisporre un ottimo terreno di coltura fin dall'inizio. Per fare ciò non occorrono fertilizzanti, serve invece un batuffolo di cotone delle dimensioni indicative di dieci centimetri per dieci centimetri e spesso circa due centimetri, in alternativa è possibile usare una tela ripiegandola su sé stessa per creare spessore per poterla poi inzuppare di acqua, necessaria per la crescita dei germogli.
È necessario iniziare la procedura circa venti giorni prima rispetto la data in cui avremo bisogno dei nostri germogli.

36

Per prima cosa prendi il quadrato di cotone, in alternativa la tela ripiegata su sé stessa, bagna il cotone con abbondante acqua, successivamente strizzalo per far fuoriuscire l'acqua in eccesso, dopo di ciò inserire tra le fibre di cotone i semi di grano, distanziandoli di almeno un centimetro, ciò garantirà una crescita ottimale dei nostri germogli.
Dopo aver seminato riporre in un luogo buio e non ventilato.

Continua la lettura
46

Dopo due giorni inizierai a vedere i semi di grano germogliare, ora non devi far altro che aspettare che le piantine comincino a crescere avendo cura di innaffiarle costantemente (a giorni alterni) utilizzando un nebulizzatore o in alternativa usando uno spruzzino. Mantenere il terreno di crescita sempre umido è fondamentale per la corretta crescita delle piantine ma fai attenzione a non far mai entrare la luce per evitare che le piantine diventino verdi, dovranno invece assumere un colore giallognolo.

56

Quando i tuoi germogli avranno raggiunto l'altezza di tre centimetri puoi sollevare delicatamente il cotone con i germogli ed inserirli dentro un piattino di plastica, non è possibile effettuare questa operazione prima perché spostando troppo presto i germogli dall'ambiente in cui sono cresciuti c'è il pericolo che muoiano.

66

Nel piattino inserire anche nuovo cotone, o tela, per aumentare lo spessore del terreno di coltura, ciò permette ai germogli una più rapida e forte crescita.
Dopo la fine del ventesimo giorno le piantine saranno ormai alte indicativamente dieci centimetri e saranno facilmente trasportabili presso il sepolcro da noi desiderato. A questo punto non mi rimane altro che augurarvi buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come fare germogli in casa

Con alcune indicazioni giuste e procedendo nel modo corretto, da oggi è possibile realizzare dei germogli in casa, come se ci si trovasse all'interno di un ampio giardino o di una modernissima serra. Questa operazione risulterà inoltre molto utile,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli in un barattolo

Un alimento decisamente ricco di proprietà nutritive sono i germogli. Essi non dovrebbero mancare assolutamente all'interno di una dieta sana e varia. La notizia ottima è il fatto che essi si possono facilmente coltivare in casa, con l'utilizzo di pochissimi...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare i germogli sul balcone

Avete mai avuto voglia di coltivare le vostre piantine preferite ma non possedete un giardino dove dar sfogo al vostro pollice verde? Siete stanchi di vedere i vostri balconi vuoti e spenti? Bene! Non abbiate paura, perché attraverso 5 semplici consigli,...
Giardinaggio

Come Riprodurre La Mammillaria Dai Germogli

Il genere più conosciuto e diffuso della famiglia delle cactaceae è sicuramente quello della Mammillaria, con le sue 300 varietà di piante. Il nome Mammillaria è dovuto alla forma dei tubercoli, posti a spirale, che coprono l'intera pianta. Questo...
Giardinaggio

Come coltivare l'erba di grano a casa

L'erba di grano è un'erba da cui si può ricavare una bevanda curativa. Questa "pianta" è in grado di fornire all'uomo tutto ciò di cui ha bisogno per vivere: vitamine, minerali, clorofilla, enzimi e aminoacidi. Ma allora ci chiediamo come si fa a...
Giardinaggio

Come coltivare il grano saraceno

Il grano saraceno è una pianta che cresce in Europa fin dal tardo Medioevo. In virtù delle sue ottime caratteristiche nutrizionali viene spesso utilizzata anche in ambito alimentare per la preparazione soprattutto di dolci. La pianta di grano saraceno...
Giardinaggio

Come coltivare il grano

Sin dall'inizio delle prime civiltà, l'uomo ha da sempre coltivato una pianta che con i suoi frutti riesce sempre a soddisfare le nostre esigenze. Ovviamente stiamo parlando del grano o frumento, come lo si vuole chiamare. Infatti, come detto in precedenza,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.