Come preparare in casa uno smalto per metallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella guida che segue v sarà spiegato come preparare in casa uno o più smalti perfetti per decorare il metallo. Gli smalti variano, secondo la qualità, dai cristalli alla polvere sottile. Le differenti qualità producono effetti diversi una volta che andranno cotte. Ricordatevi che più è grosso lo smalto più luminoso diventerà dopo che sarà stato cotto. Gli smalti sottili invece sono ideali per creare particolari delicati. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • setaccio 200 maglie
  • smalto da 60 maglie
  • bottiglie pulite e barattoli
  • acqua distillata
36

Come prima cosa mettete un setaccio da 200 maglie al centro di un pezzo di carta. Aprite una bottiglia o un pacchetto di smalto da 60 maglie e versatelo all'interno di un barattolo pulito. Scuotete il setaccio pieno da un lato all'altro sopra il foglio. Potrete notare che i grani fini di smalto passeranno attraverso le maglie cadendo sulla carta, mentre lo smalto più grosso di 200 maglie resterà nel setaccio. Prendete successivamente il foglio con lo smalto setacciato, piegatelo a metà e versate lo smalto in un barattolo pulito, chiudendolo bene. Versate lo smalto rimesto nel setaccio in un secondo barattolo pulito. Mettete un foglio sotto il barattolo, in modo che, se lo smalto si dovesse rovesciare, non sporchi niente.

46

Pulite il setaccio battendolo sopra il tavolo. Versate poi dell'acqua distillata nel barattolo che contiene lo smalto da 60 maglie fino a riempitelo. Chiudete il tutto e scuotetelo vigorosamente per alcuni secondi. Il residuo polveroso del molino a sfere resterà sospeso in acqua mentre lo smalto pulito cadrà sul fondo. Rimuovete l'acqua sporca prima che il residuo si mescoli ancora allo smalto. Ripetete il lavaggio con l'acqua distillata finché questa non risulta essere pulita, dopo che è stata scossa con lo smalto. Aiutandovi con una palettina o il dorso di un coltello, raccogliete lo smalto in piatto di vetro che sia resistente al calore.

Continua la lettura
56

Copritelo e mettetelo in un forno a bassa temperatura finché lo smalto non sarà asciutto. Trascorso il tempo necessario, versate lo smalto in un barattolo ed etichettatelo per riconoscerlo facilmente. Lo smalto che avete appena realizzato è uno smalto ad acqua, che ha il vantaggio di essere inodore ed essere, quindi adatto agli interni senza creare fastidi dovuti al cattivo odore; inoltre gli attrezzi che userai e gli oggetti che verranno eventualmente sporcati con questo smalto saranno facilmente lavabili. Un altro vantaggio è che aderisce molto bene anche su superfici particolarmente difficili, anche senza l'utilizzo di fondi appositi che garantiscono l'aderenza. Applicate il vostro smalto personalizzato utilizzando rigorosamente un pennello a setole sintetiche. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Applicate il vostro smalto personalizzato utilizzando rigorosamente un pennello a setole sintetiche.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come dipingere il metallo goffrato

Se in casa avete dei mobili o degli infissi realizzati con il metallo goffrato ed intendete cambiarne l'aspetto, potete dipingerlo attenendovi però a delle regole ben precise. Il metallo in oggetto infatti si presenta non liscio e con una sorta di buccia...
Materiali e Attrezzi

Come Traforare Le Fasce Di Metallo In Gioielleria

In questa guida parliamo di un'arte, quella della gioielleria, che è affascinante ma anche molto complessa e impegnativa; in particolare illustrerò la tecnica della traforazione del metallo. Per traforare le fasce di metallo in gioielleria è necessario...
Materiali e Attrezzi

Come usare il fissante per vernice metallo

Può capitare a tutti di avere oggetti che necessitano di un piccolo restauro. L'usura del tempo o delle intemperie rovinano la superficie e spesso la struttura stessa di un oggetto. Questo accade, in particolare, sulle coperture in vernice. Nel caso...
Materiali e Attrezzi

Come ossidare il metallo galvanizzato

Il metallo galvanizzato è un materiale costituito da acciaio o ferro rivestito con un sottile strato di zinco che protegge la superficie sottostante dalla ruggine. Se si dispone di un elemento realizzato in metallo galvanizzato e si desidera ossidarlo,...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere l'ossidazione dal metallo antico

Rimuovere la ruggine dal metallo antico è una procedura semplice ed immediata. Il processo di ossidazione, infatti, deriva dalla reazione del metallo in presenza di ossigeno ed umidità. L’ossidazione provoca una lenta corrosione, usurando lentamente...
Materiali e Attrezzi

Come applicare lo zinco in polvere e lo smalto ceramico

Può capitare in diverse occasioni di dover avere a che fare con dei materiali di cui si conosce ben poco: due particolari esempi di quello che potrebbe capitarci tra le mani sono lo zinco in polvere e lo smalto ceramico. Innanzitutto in questa guida...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la gomma vulcanizzata dal metallo

La vulcanizzazione è un processo al quale vengono sottoposte sia le gomme naturali che quelle artificiali, al fine di migliorarne le prestazioni. Questa pratica industriale mira infatti ad incrementare gli indici di elasticità e di termostabilità dei...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare i bordi di rifinitura del metallo

Se in casa amiamo eseguire dei lavoretti, e quindi senza affidarci a dei professionisti, per ottenere un lavoro perfetto, è necessario seguire però alcune linee guida specifiche atte a massimizzare il risultato. Se dunque abbiamo praticato dei tagli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.