Come preparare la cera per mobili

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La cera per i mobili, che è conosciuta anche con il nome di “carnauba", si ricava dall'essudazione della foglia della Copernica Cerifera, una pianta subtropicale. La carnauba è una cera pregiatissima, di colore giallo-verde, ma difficilmente solubile a freddo: essa, infatti, si scioglie a caldo con benzolo, alcool etilico o tricloro-etilene. Poiché è una cera molto dura, viene utilizzata principalmente per innalzare il punto di fusione delle altre cere. La sua durezza è anche però responsabile della maggior durata della brillantezza e per questo motivo viene impiegata per lucidare il cuoio e i mobili. In alternativa, si può adoperare anche la cera minerale, detta paraffina, che viene ottenuta dal processo di sintesi del petrolio: questa è decisamente più economica e risulta essere indicata per rifinire mobili non di pregio. Con i passaggi che seguono vedremo come procedere per preparare in casa la cera per i mobili.

27

Occorrente

  • Cera d'api
  • Cera carnauba
  • Paraffina
  • Trementina
  • Alcool denaturato
  • Benzolo
  • Pennelli
37

Come preparare la cera

Per preparare la cera e ottenere un prodotto idoneo per lucidare i mobili, è necessario scioglierla a bagnomaria mettendo il panetto all'interno di un recipiente di vetro e poi il tutto in una pentola di acqua calda. Una volta che tutta la cera si sarà sciolta, dovrà essere aggiunta della trementina che, una volta applicata a pennello sotto forma di liquido, si dovrà lasciare essiccare e successivamente asportate con un panno di lana: quest'ultimo procedimento è in grado di donare al legno una perfettamente superficie liscia e setosa.

47

Come preparare i panetti di cera

È bene sapere che la cera d’api è la migliore per questo tipo di applicazione e per questo motivo è anche la più costosa. Ad ogni modo, se vogliamo risparmiare senza rinunciare a nutrire e lucidare i mobili con un prodotto idoneo, possiamo acquistare i panetti di cera carnauba che è ugualmente pregiata, ha un tipico colore verde-giallo e per scioglierla ha bisogno solamente di calore. Per ottenerla quindi allo stato semiliquido e poterla spalmare sulle superfici lignee, bisogna scioglierla con del benzolo o alcool denaturato, che non solo la rendono liquida, ma dopo l’applicazione fanno in modo che la superficie rimanga lucida a lungo. Si tratta di un modo molto veloce per avere i mobili sempre perfettamente lucifi.

Continua la lettura
57

Come preparare la paraffina

Infine, per preparare una cera per mobili in modo molto economico, possiamo optare per la paraffina, che è disponibile in commercio sia solida che liquida. Si tratta di un prodotto inodore e di un colore bianco-avorio per cui la manipolazione che consente di renderla adatta alle superfici di legno di un mobile, è quella di aggiungere dell’olio minerale per diluirla e renderla maggiormente malleabile al pennello. Anche questa cera naturale dopo la sua preparazione ed applicazione dovrà essere asportata con un panno. Si tratta di un prodotto davvero nutriente per il legno, in quanto ridà tono alle venature naturali ed è un ottimo modo per proteggere a lungo le fibre del legno e le superfici dei mobili.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Applicare La Pittura Ad Acqua E Cera Per Mobili

Avete un mobile vecchio che volete ristrutturare? Vi siete stancati del colore dei mobili della vostra sala da pranzo? Allora perché non decidere di dare un tocco di originalità alla vostra casa? Questa guida vi mostrerà in pochi e semplici passi com'è...
Casa

Come usare la cera a stucco

Se ritrovate i vostri mobili danneggiati da insetti o avete la necessità di effettuare piccoli lavori di restauro casalingo, la cera a stucco è sicuramente il materiale che fa assolutamente al caso vostro. Gli stick di cera a stucco si presentano come...
Casa

Come preparare la colla animale per riparare i mobili

Avete mai sentito la frase "Siamo nati in un'epoca in cui le cose rotte non si buttavano, si aggiustavano"? Ecco, quando un mobile si rompe non è detto che non sia riparabile e che vada sostituito; al contrario esistono molti modi per dare nuova vita...
Casa

Come realizzare divertenti candeline in fiore con cera d'api

Una candela riesce sempre a infondere ad un ambiente un’atmosfera tutta speciale. La cera d’api, poi, sembra avere in sé qualcosa di antico e magico, senza contare l'intenso aroma, che evoca alla memoria ricordi molto piacevoli. Ormai in commercio...
Casa

Come togliere la cera degli indumenti

Per quanta attenzione possiamo avere nella vita quotidiana, può sempre capitare per distrazione nostra o altrui di macchiare degli indumenti. Infatti, mentre quando pranziamo stiamo molto attenti soprattutto alle possibili macchie di frutta o olio, molto...
Casa

Come fare la manutenzione dei mobili antichi

Se siete degli amanti dell'antiquariato, soprattutto dei mobili antichi, sapete bene che nel tempo questi preziosi e cari oggetti possono andare incontro a usura e danneggiamento, pregiudicandone la bellezza. Tuttavia, con un po' d'attenzione e di pazienza,...
Casa

Come realizzare degli angeli scolpiti su candele di cera

Il fai da te è un'attività piuttosto creativa, rilassante e soddisfacente che, forse grazie alla recente crisi o alla società eccessivamente sprecona, sta tornando in voga e si sta nuovamente diffondendo. Con quest'attività artistica si possono creare...
Casa

Come pulire i mobili antichi

Nel caso possediate dei mobili antichi, dovrete provvedere a cure e manutenzioni particolari. Innanzitutto, dovrete individuare le cause principali del deterioramento. La prima è, ovviamente, la polvere, che tende ad essere untuosa e riesce a penetrare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.