Come preparare un vaso già utilizzato per una nuova pianta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I vasi di terracotta, plastica o altri materiali sono elementi indispensabili per poter tenere in casa, in giardino o sul balcone piante e fiore. Essi in genere sono molto resistenti, anche se il calcare e gli agenti atmosferici tendono a rovinarli. Ciò non vuol dire che non possano ancora essere riutilizzati per inserire nuove piante. Infatti, eliminando le incrostazioni che si formano ai bordi, a causa del ristagno dell’acqua e che possono essere nocive, si può procedere al suo riciclo. Ecco dei consigli su come preparare un vaso già utilizzato per una nuova pianta.

26

Occorrente

  • acqua
  • disinfettante
  • spazzola
36

Prima di inserire qualsiasi tipo di pianta in un vaso di terracotta o resina già usato, è importante pulirlo bene. È fondamentale rimuovere bene tutto il terriccio. Quest’ultimo contiene una carca batterica molto elevata, che tende ad aumentare con il tempo che passa e le irrigazioni, di conseguenza non è consigliabile riciclarlo per dimorare una nuova pianta. Per essere sicuri di eliminare tutte le sostanze che possono causare infezioni si può raschiare il fondo e le parti interne del recipiente con una spatola.

46

Una volta tolta ogni traccia di terriccio, si deve lavare il vaso con del sapone neutro. Avvalendosi di una spazzola in saggina è possibile rimuovere gli eventuali residui di calcare. Se quest’ultimo tede a essere molto resistente, è consigliabile riempire il vaso con acqua ed aceto per qualche ora e poi procedere al suo lavaggio. Per i vasi in plastica, che non tendono ad assorbire le sostanze una valida soluzione è rappresentata dall’anticalcare. Basta spruzzare l’interno, lasciare agire per qualche minuto e risciacquare abbondantemente.

Continua la lettura
56

Lavato il vaso, è necessario disinfettarlo. Versare in un recipiente abbastanza grande dell’acqua e del disinfettante, va bene anche uno di quelli utilizzati per la frutta e la verdura. Immergere il vaso in modo che sia completamento coperto e lasciarlo riposare per almeno un’ora. Quindi procedere ad un abbondante risciacquo con acqua tiepida e mettere ad asciugare all'ombra.

66

In alternativa, dopo avere lavato il vaso con acqua e sapone e fatto asciugare, si può spruzzare l’interno con un prodotto antiparassitario, che si può acquistare nei negozi specializzati. Quest’ultimo metodo, permetterà di creare un ambiente sicuro per la nuova pianta e soprattutto eviterà il contatto con agenti infettanti o residui di terra contenenti larve di parassiti derivanti da quella precedente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come realizzare una pianta da un pollone radicato

Tecnicamente, dovere sapere che il pollone radicato è un giovane ramo che nasce non soltanto dalla base della pianta, ma anche da una radice in prossimità del fusto di un albero. In quest'ultimo caso, per realizzare una nuova pianta, è necessario che...
Giardinaggio

Come coltivare l'impatiens Nuova Guinea

l'impatiens Nuova Guinea è una pianta a fiori del genere Impatiens che presenta una fioritura abbondante e prolungata. Il nome del genere si riferisce al fatto che, quando la pianta è matura, l'ovario, al semplice tocco, si spacca scagliando lontano...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di rosmarino

Il rosmarino può essere considerato un antidepressivo naturale, infatti alcuni studi hanno dimostrato la presenza, nella pianta, di un'essenza che stimola la sintesi della serotonina (il neurotrasmettitore del benessere) e che risulta un ottimo rimedio,...
Giardinaggio

Come travasare una pianta

Quando ci si dedica all'hobby del giardinaggio si devono possedere necessariamente tutte conoscenze che ci permettono di ottenere dei risultati davvero sorprendenti e inimmaginabili. Eseguire delle procedure senza le dovute conoscenza può comportare...
Giardinaggio

Come trapiantare una pianta di agave

Di recente molte persone stanno sviluppando una passione per il pollice verde: essa può comprendere solo un fattore estetico, dall'abbellimento di terrazzi all'arredo interno, o anche un fattore salutistico, cioè l'idea di "ritorno alla natura", all'orto,...
Giardinaggio

10 tipi di peperoncino da coltivare in vaso

Il peperoncino è una pianta conosciutissima in tutto il mondo, utilizzato a scopo alimentare o per le sue proprietà benefiche e curative. È possibile coltivarlo anche in casa, in un orticello o in un vaso e in questa guida vedremo proprio quali tipi...
Giardinaggio

Come scegliere il vaso per bonsai

Il Bonsai è una pianta molto bella ed affascinante. La nascita di questa pianta è da ricercare in Oriente, nel Giappone ed in Cina. La parola bonsai deriva da due ideogrammi: "Bon" che significa ciotola, e "Sai" che significa proprio piantare. Il...
Giardinaggio

Come Curare La Pianta Calibanus Hookeri

La pianta Calibanus Hookeri è una bellissima pianta grassa originaria del nord del Messico. La pianta Calibanus Hookeri non si trova facilmente, se non in un vivaio ben fornito e, forse proprio per questo può essere considerata una pianta unica nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.