Come preparare una saponetta alle rose

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se intendete cimentarvi nella realizzazione di un saponetta alle rose, potete eseguire il lavoro rispettando però alcune regole fondamentali, e nel contempo usando dei prodotti adeguati. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida troverete tutte le informazioni necessarie su come preparare la vostra profumata saponetta.

26

Occorrente

  • 1 kg di olio di oliva
  • 300 ml di acqua
  • 128 grammi di soda caustica
  • 3 ml. di colorante per alimenti (facoltativo)
  • 40 gocce di olio essenziale di rosa
  • termometro per alimenti
  • guanti in gomma
  • occhiali da piscina
  • grembiule
  • mascherina
36

Usare la soda caustica

L'ingrediente fondamentale per realizzare la saponetta è l'olio, e se si vuole ottenere un prodotto di qualità se ne deve scegliere uno di oliva che abbia un buon marchio. Un altro elemento importante è la soda caustica, ovvero un prodotto da usare con estrema accortezza, e che si può trovare in un negozio di ferramenta sia in polvere che a scaglie.

46

Aggiungere l'olio riscaldato

Per iniziare innanzitutto dovete munirvi di grembiule, guanti, occhialini e mascherina. Poi con un cucchiaio di acciaio versate la soda che vi occorre in un bicchiere di plastica e pesatela con una bilancia elettronica affinché non vi sia il minimo margine di errore nella preparazione della vostra saponetta. Successivamente versate l'acqua in una ciotola di pyrex o altro materiale in grado di resistere al forte calore e in seguito molto lentamente versate la soda. A questo punto mescolate delicatamente e aspettate che la temperatura si abbassi fino a 45 gradi circa, dopodiché aggiungete l'olio che avrete precedentemente riscaldato. Ricordate inoltre di versare sempre la soda sopra agli altri ingredienti e non al contrario, poiché potreste correre il rischio di ottenere una reazione chimica in grado di produrre innumerevoli e pericolosissimi schizzi, tali da procurarvi delle dolorose ustioni cutanee.

Continua la lettura
56

Versare il liquido negli stampini

A questo punto con un frullatore a immersione miscelate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto denso e cremoso, aggiungendo anche alcune gocce di olio essenziale di rosa per dare alla vostra saponetta un odore dolce e floreale. Se desiderate che diventi colorata, non dovete fare altro che aggiungere 3 ml di colorante per alimenti. Fatto ciò, mescolate per circa un altro minuto e versate il liquido negli stampini (quelli per dolci), ricoprendoli con un panno pulito e lasciandoli poi riposare per alcuni giorni. A margine c'è da sottolineare che se intendete usare delle rose fresche, allora dovete farle macerare inserendole in un barattolo con dell'acqua, lasciandole in questo stato per un giorno al massimo, dopodichè il liquido lo potete aggregare agli altri componenti descritti in precedenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come preparare in casa il detersivo liquido per lavatrice

In commercio esistono molti detersivi per lavare i panni ma, essendo tutti prodotti industriali, spesso possono essere anche dannosi per la salute, in quanto contengono sostanze chimiche e altri elementi non naturali. Questo è particolarmente vero per...
Casa

Come fare un sapone da regalo

Un regalo semplice, ma originale, che possiamo fare ad amici e parenti, è una saponetta racchiusa in una bellissima confezione fai da te. Oggigiorno, infatti, è possibile trovare nei negozi saponi di ogni tipo, dalle forme particolari e dagli odori...
Casa

Come preparare le pareti per la tinteggiatura

Se amiamo fare da soli i lavoretti di casa ed abbiamo anche una certa abilità, possiamo tinteggiare le pareti senza rivolgerci ad un professionista del settore, e quindi evitando un notevole esborso economico. In riferimento a ciò, vediamo come preparare...
Casa

Come preparare le pareti da tinteggiare

Se dovete tinteggiare pareti e soffitto di casa senza ricorrere ad un professionista, è necessario avere un minimo di conoscenze sulle tecniche e sui materiale che serviranno per “rinfrescare” il vostro ambiente. Per ottenere un buon risultato ed...
Casa

Come preparare la cera per mobili

La cera per i mobili, che è conosciuta anche con il nome di “carnauba", si ricava dall'essudazione della foglia della Copernica Cerifera, una pianta subtropicale. La carnauba è una cera pregiatissima, di colore giallo-verde, ma difficilmente solubile...
Casa

Come preparare il muro per la carta da parati

La casa rappresenta il luogo dove ritrovare la pace. Infatti decidiamo noi come arredarla, e predisporre i mobili adeguati. In casa si effettuano anche dei lavori per definire al meglio le stanze. Inoltre si inserisce, a coloro che piace, la carta da...
Casa

Come preparare i muri alla pittura

Se dovete dipingere le pareti della vostra casa, e dopo aver contatto molti imbianchini, vi siete spaventati per i prezzi alti dei preventivi, non c'è nessun problema! Di seguito infatti vi sarà spiegato proprio come dipingere i muri della vostra casa...
Casa

Come preparare la colla animale per riparare i mobili

Avete mai sentito la frase "Siamo nati in un'epoca in cui le cose rotte non si buttavano, si aggiustavano"? Ecco, quando un mobile si rompe non è detto che non sia riparabile e che vada sostituito; al contrario esistono molti modi per dare nuova vita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.