Come Preparare una talea di legno tenero

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le piante sono esseri viventi e in quanto tali si riproducono. Come ben sappiamo la riproduzione può avvenire per via sessuale o vegetativa. Nella prima fase, la produzione avviene per seme e nella seconda invece, si utilizza una parte della pianta stessa che la riproduce in opportune condizioni. I più comuni metodi di riproduzione vegetativa sono: divisione, talea, margotta, propaggine, innesto. Questa guida vuole essere un valido aiuto per tutti coloro che hanno il pollice verde e, cercano delle utili informazioni su come preparare una talea di legno tenero.

27

Occorrente

  • composto
  • vaso
  • rametto a crescita rapida
  • cesoie
  • busta di plastica
  • coltello affilato
  • annaffiatoio
  • propagatore
  • composto universale a base di terriccio
37

La talea è il metodo più comune e, senza dubbio, il più usato per moltiplicare le piante. Si utilizzano rami o porzioni di fusto della stessa pianta che, si mettono a dimora per far si che possano sviluppare le radici. Ti ricordo che il periodo migliore per moltiplicare le piante per talea è fine estate o inizio primavera. Tuttavia, richiede particolari condizioni, soprattutto di luce e temperatura. Occorrono umidità e calore moderato, evitando il più possibile i ristagni di acqua e i raggi diretti del sole poi, è opportuno applicare all'estremità della talea, dei fitormoni, composti organici naturali che ne stimolano il radicamento e la crescita.

47

Per le talee legnose da effettuarsi nella tarda estate, generalmente si usano porzioni di ramo che si pongono, a seconda dei casi all'aperto, in terreno ben lavorato e sano, in serra o in cassone. Questo tipo di talee si prelevano da alberi e arbusti, la cui cima di un ramo, va prontamente tagliata, per evitare un eccessivo sviluppo in altezza della talea; oppure una porzione di ramo tagliato sotto un nodo provvisto di almeno due gemme. Mettete subito le talee in una busta di plastica o in un secchio di acqua all'ombra.

Continua la lettura
57

Tuttavia, accorciate le talee a una lunghezza di circa 10 cm, avendo cura di tagliarle a 3 mm sotto l'inserzione fogliare, servendovi di un coltello affilato; altrimenti spuntate la coda quando la talea ha il tallone. Togliete le foglie più basse, fino a un terzo del rametto, applicate la polvere di ormoni radicanti che aiuta i legni teneri a radicare anche se a volte non è necessaria. Piantate le talee fino alle foglie, senza danneggiarne la base. Distanziate le talee in modo che le foglie non si tocchino.

67

Sistemate le talee, innaffiatele spesso per mantenere una certa umidità. Etichettate e poi, per trattenere l'umidità, potete coprirle con un sacchetto di plastica bucherellato. Questo metodo aiuta anche a mantenere costante la temperatura. Irrobustite gradualmente le talee e, quando hanno radicato, invasatele singolarmente con composto universale a base di terriccio, appena si sono acclimatate.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I fitormoni possono essere sostituiti dal miele. Immergere l'estremità della talea nel miele la aiuta radicare in un tempo minore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come ottenere un bonsai da talea

La tecnica del bonsai deriva dalla tradizione giapponese, e permette di coltivare alberi in miniatura seguendo un procedimento di potature controllate di radici e chiome. Si impedisce in questa maniera lo sviluppo in altezza della pianta, che viene mantenuta...
Giardinaggio

Come fare la talea di una pianta

Quante volte hai pensato di clonare una pianta che ami particolarmente, ma non sapendo da dove iniziare, hai rinunciato subito? Questo tutorial ti permette di apprendere una tecnica denominata talea. Il termine indica un frammento di pianta, opportunamente...
Giardinaggio

Come fare una talea di salvia

Come vedremo nei pochi passi di questo interessante tutorial, con una serie di dritte e semplici consigli basilari, è possibile fare una talea si salvia in poche e semplici mosse, senza l'uso di strumenti complessi o particolarmente costosi (si tratta...
Giardinaggio

Come riprodurre un geranio per talea

I gerani sono delle piante da fiori straordinarie per la loro bellezza e la loro fioritura. Si coltivano facilmente e non richiedono cure particolari. Inoltre si possono moltiplicare partendo da una sola pianta per ottenerne diverse: riprodurre per talea...
Giardinaggio

Come moltiplicare il ficus benjamina per talea

Il Ficus Benjamin è una pianta tipica dei paesi con clima tropicale; esso ha assunto carattere ornamentale negli appartamenti attraverso la coltivazione in vaso. È una pianta sempreverde che non ama la luce diretta; sviluppa una folta chioma che ha...
Giardinaggio

Come fare una talea

Con la primavera ormai giunta alle porte, è lecito sognare di avere in balcone oppure in giardino svariate tipologie di piante fiorite e profumate, non per forza acquistate in un negozio. Di fatti, queste ultime si possono tranquillamente riprodurre...
Giardinaggio

Come Riprodurre Gli Agrumi Per Seme E Per Talea

Gli agrumi sono la famiglia di piante da frutto maggiormente coltivata a livello mondiale ed uno dei maggiori produttori è l'Italia, specialmente il Sud. Basterà pensare alla notorietà che hanno le arance rosse di Sicilia e i limoni della costiera...
Giardinaggio

Come riprodurre le rose per talea

La riproduzione delle rose avviene molto spesso per talea, una delle tecniche più diffuse che consente di avere un rosaio pieno di fiori in piena salute e con colori vivaci. Questo tipo di riproduzione può essere fatta nella stagione estiva tra giugno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.