Come produrre in proprio semi di pomodoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se sei appassionato di piante e nello specifico vorresti coltivare degli ortaggi, prova ad allestire un piccolo spazio nel tuo giardino, per poter realizzare il tuo personalissimo orto, anche se piccolo, potrai facilmente coltivare da solo le tue piantine di pomodoro che serviranno alla produzione annuale di questo prelibato ortaggio. Tuttavia, tenere dei pomodori in giardino è sempre comodo ed utile, in quanto elementi fondamentali della quotidiana e sana alimentazione di tutta la famiglia. Inoltre, coltivare i pomodori nel proprio orto assicura dei prodotti sani, freschi e genuini e, soprattutto che non sono stati concimati con sostanze dannose o tossiche. La guida che segue vuole essere un valido aiuto per tutti coloro che cercano delle utili informazioni su come produrre in proprio semi di pomodoro.

26

Occorrente

  • pomodori maturi
  • colino
  • contenitori scuri ed ermetici
36

Cominciamo col dire che, il pomodoro è una specie annuale con fiori ermafroditi (hanno sia parte maschile che parte femminile) che si autoimpollinano, per cui la possibilità di impollinazioni incrociate, anche se possibile, è più rara. Questo significa che se vuoi autoprodurre i semi dalle tue piante, hai una buona probabilità di ottenere le stesse varietà di partenza. Quindi bisogna partire proprio dalla tipologia di pomodoro che preferisci ritrovarti, poi, a tavola! Cerca di raccogliere i frutti di pomodoro quando sono completamente maturi poi, in un contenitore isola la parte liquida del frutto con i semi e, lascia fermentare il tutto per 48 ore.

46

Quando avrai finito, lava i semi con abbondante acqua, puoi aiutarti, in seguito, con un semplice colino e fare scorrere l'acqua sopra, fino a quando risulteranno perfettamente puliti. Fai asciugare i tuoi semi disponendoli su di un solo strato, in un ambiente quanto più possibile arieggiato e al riparo dai raggi diretti del sole, preferibilmente disposti su di un supporto come una lastra di vetro o plastica, in modo che non si attacchino tra loro. È opportuno che due volte al giorno siano girati per favorirne l'asciugatura. È bene, infatti, sotterrare i semi solo quando saranno davvero asciutti per favorirne la crescita e velocizzarla.

Continua la lettura
56

Se è nelle tue intenzioni conservarli nel tempo, devi disinfettarli per prevenire infezioni funginee; un metodo pratico ed efficace può essere la concia con bagnomaria. In un tegame con acqua riponi i semi e con un termometro controlla la temperatura; non dovrà superare i 55°C per 25 minuti. Procedi poi all'asciugatura e conserva il seme in contenitori scuri ed ermetici per proteggerlo dalla luce e dai parassiti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare le piante di pomodoro sul balcone

Se volete provare a coltivare qualche ortaggio, le piante di pomodoro potrebbero fare al caso vostro. Si tratta infatti di piante adatte a quanti sono alle prime armi, in fatto di coltivazione, dato che sono molto semplici da gestire. Tuttavia non tutti...
Giardinaggio

Come coltivare la passiflora da semi

La passiflora da semi è una pianta molto particolare e viene comunemente chiamata "Fiore della Passione". Appartiene alla famiglia della Passifloraceae ed è una pianta perenne. Esistono due tipi di passiflora: rampicanti o a foglia caduca. Predilige...
Giardinaggio

Come coltivare il pomodoro in vaso

In questo articolo vogliamo darvi una mano a capire in che modo possiamo produrre un orto sul nostro balcone o anche sul nostro terrazzo. Ora mai avere un orto sul balcone è diventata una valida alternativa al possedere un orto, coltivato in un terreno....
Giardinaggio

Come trattare le piante di pomodoro

Le piante di pomodoro sono veramente fondamentali per chi pensa di coltivarle e gustarle in casa propria, tuttavia, questa delicata pianta, ha bisogno di amorevoli cure da parte nostra, specialmente se si tratta di un tipo di trattamento che noi stessi...
Giardinaggio

Come piantare i semi di jojoba

La conosciamo tutti con il nome di jojoba questa pianta originaria dei deserti californiani e messicani, ma in realtà si chiama simmondsia chinensis ed è l'unica specie della famiglia delle Simmondsiaceae. Si tratta di un cespuglio che si presenta come...
Giardinaggio

Come seminare e preparare i semi delle piante

Le piante vengono impiegate principalmente per arredare con gusto, eleganza e raffinatezza un qualsiasi ambiente abitabile. Foglie e fiori conferiscono all'insieme vivacità e colore. Alcune specie ornamentali richiedono particolari attenzioni tra innaffiature,...
Giardinaggio

Come coltivare i semi del mango e dell'avocado

Mango, avocado ed altri frutti esotici sono sempre più apprezzati nelle cucine occidentali, perché si prestano alla sperimentazione di piatti freschi e gustosi. Reperibili nei supermercati come primizie invernali, sono piuttosto costosi. Gli accaniti...
Giardinaggio

Come conservare i semi

Per la conservazione dei semi occorre molta pazienza. Solo cosí è possibile ottenere dei buoni risultati. Per conservare i semi, il metodo più veloce è la loro conservazione con buste e sementi. Per chi vuole mangiare del cibo biologico, la soluzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.