Come progettare e costruire un laghetto

Tramite: O2O 29/11/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Costruire un laghetto nel nostro giardino è un'idea utile e carina. Potremo attuarla anche se possediamo un fazzoletto di terreno. Un laghetto renderà più allegro l'ambiente e ci invoglierà ad organizzare delle divertenti serate ai suoi bordi. Purtroppo si tratta di una struttura dalla realizzazione poco nota. Ma se vogliamo cimentarci in questa impresa, qui di seguito troveremo dei pratici suggerimenti. Scopriamo dunque insieme come progettare e costruire un laghetto.

27

Occorrente

  • Pompe, cemento liquido, piastrelle, rocce.
37

Prima di metterci all'opera, sarà necessario effettuare delle ricerche adeguate. Ci assicureremo così di agire correttamente. Ed eviteremo sin dal principio eventuali problemi che potrebbero compromettere la realizzazione del nostro laghetto. Effettuata questa premessa, procediamo nel nostro intento. Per iniziare, prendiamo le misure del giardino o del terreno dove intendiamo costruire il laghetto. Riportiamo dunque per iscritto quanto abbiamo rilevato.

47

Per progettare e costruire il nostro laghetto, stabiliremo se esso dovrà ospitare dei pesci e/o delle piante. Potremo anche decidere di dotarlo di una piccola cascata, o di arredarlo con delle rocce. Per progettare e costruire adeguatamente il nostro laghetto, stabiliamo inoltre se esso dovrà ospitare anche delle persone. Acquistiamo dunque delle pompe per il riciclo dell'acqua presso un negozio di termoidraulica. Serviranno per creare la cascata. Una volta risolte tutte queste procedure, inizieremo lo scavo nel terreno, rispettando fedelmente le misure rilevate in precedenza. Dopo lo scavo, bisognerà compattare il terreno fresco con del cemento liquido. Faremo attenzione che questo colmi completamente la circonferenza della struttura, sia sulla base che sulle pareti. Una volta che il terreno risulterà essiccato, avremo la vasca pronta per raccogliere l'acqua della cascata.

Continua la lettura
57

Ovviamente il nostro nuovo laghetto dovrà sempre essere colmo d'acqua, soprattutto se decideremo di inserirvi dei pesciolini. Ma il discorso è valido anche se decideremo di collocare semplicemente delle piante. Bisognerà quindi acquistare delle piastrelle da applicare sulle pareti della vaschetta. Proseguiamo e vediamo ancora come progettare e costruire un laghetto. Ultimata questa fase di progettazione, non ci resterà che recintare la struttura lungo il suo perimetro. Utilizzeremo dei sassi, sia grandi che piccoli. Non dovranno mancare degli ornamenti floreali, che renderanno davvero bello il nostro laghetto, anche dal punto di vista estetico.

67

Terminata la costruzione, è sufficiente azionare la pompa di riciclaggio dell?acqua. Daremo così inizio al circuito chiuso, che ci consentirà di ottenere un laghetto elegante e funzionale nel nostro giardino. Avremo finalmente completato la realizzazione del nostro laghetto. Ma, per progettare e costruire un laghetto, organizziamo preventivamente la spesa da affrontare. I costi da sostenere saranno sicuramente di una certa entità, ma godremo del nostro bellissimo laghetto per moltissimo tempo. https://www.ideegreen.it/come-costruire-un-laghetto-da-giardino-10884.html.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come progettare un giardino all'italiana

Ampi spazi ben delineati, specchi d'acqua dalle forme geometriche e vegetazione ordinata sono i fondamenti dell'elegante giardino formale. Anche senza avere grandi pretese, tuttavia, possiamo iniziare a progettare il nostro giardino all'italiana per godere...
Giardinaggio

Come progettare un giardino botanico

Con il termine giardino botanico si intendere una sorta di museo di storia naturale all'aperto, ovvero un luogo dove è possibile ammirare specie di fiori e di piante, la cui conservazione è l'obbiettivo primario. Infatti all'interno di questa tipologia...
Giardinaggio

Come progettare un giardino zen

Le persone appassionate di giardinaggio sono numerose e alcuni prediligono ricavare un orticello (anche in città) rubando una piccola quantità di spazio al balcone o terrazzo: gli altri, invece, adorano molto le piante grasse e succulente oppure preferiscono...
Giardinaggio

Come progettare un impianto di irrigazione

L'irrigazione costante del giardino è l'unico modo per renderlo bello e sempre rigoglioso. L'irrigazione e la manutenzione del giardino richiedono, però, molto tempo ed impegno. Quindi non tutti possono dedicarsi di persona al proprio giardino, per...
Giardinaggio

Come progettare un giardino roccioso in pendenza

Un terreno ampio e soleggiato è ideale per la creazione di un giardino roccioso, specie se presenta la giusta inclinazione; infatti, la naturale pendenza del suolo garantisce un buon drenaggio. I giardini costruiti su dei pendii soleggiati, consentono...
Giardinaggio

Come progettare un'Aiuola Rocciosa

Un' Aiuola Rocciosa è considerata la miniatura del giardino roccioso, o giardino zen, di origine giapponese, che prevede la creazione di un paesaggio in miniatura con rilievi rocciosi, piante, perfino corsi d'acqua, modellini architettonici ed alberi...
Giardinaggio

Come progettare un'aiuola all'ombra

Chi possiede un giardino o comunque uno spazio esterno alla propria abitazione, può adornarlo semplicemente creando un'aiuola all'ombra. Progettare questo spazio verde potrebbe sembrare per alcuni un'operazione piuttosto difficile ma in realtà non è...
Giardinaggio

Come progettare un orto

Coltivare un orto nel giardino di casa propria è un ottimo modo sia per trascorrere del tempo libero a stretto contatto con la natura, sia per coltivare frutta e verdura in maniera autonoma risparmiando così sui costi di acquisto ed avere la sicurezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.