Come Progettare La Tecnica Di Lavorazione Del Mobile

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un mobile può dirsi finito solo quando attraverso una serie di tecniche di lavorazione vengono applicati i giusti materiali per farlo durare nel tempo ed esaltarne il pregio del legno stesso. Naturalmente esistono varie tecniche inerenti alla lavorazione del mobile. Sia il progetto che la realizzazione di quest'ultimo sono strettamente connessi. Una volta che avrai scelto il tipo di mobile da costruire, va fatto assolutamente il primo abbozzo sul quale andranno riportate tutte le dimensioni che vorrete dare al mobile e la forma che più vi piace. Dallo schizzo in questione, si passerà successivamente al disegno in pianta. Nei passi di questa guida ti sarà spiegato come progettare la tecnica di lavorazione del mobile.

27

Innanzitutto sul disegno dovrai riportare, oltre alle dimensioni più importanti del legno, anche i sistemi di giunzione. Proprio sulla base del disegno stesso, dovrai provvedere in seguito ad acquistare i materiali necessari. Magari lasciandoti consigliare da un falegname. Tuttavia, dal disegno stesso, dovranno risultare anche le ferramenta necessarie. Qualora tu intenda costruire due armadi, tieni presente che dovrai conoscere sia il progetto che la tecnica di lavorazione.

37

Se è nelle tue intenzioni allestire un armadio di piccole dimensioni fatto di tavole e listelli di abete rosso, per poter realizzare quest'ultimo è indispensabile conoscere tutte le tecniche che riguardano l'utilizzo sia della sega che della pialla, nonché avere una buona conoscenza di quali chiodi e colla impiegare, compresi i vari attrezzi del serraggio. Nella fase di incollatura e di serraggio, dovrai fare bene attenzione affinché tutti gli elementi siano esattamente a squadra.

Continua la lettura
47

La parete di fondo, per intenderci quella che andrà posizionata al muro, si può facilmente acquistare già pronta a pannelli, in un qualsiasi negozio di bricolage per il legno fai da e poi, andrà incollata e fissata con le viti. Dovrai poi inchiodare un paio di listelli all'interno del mobile come sostegni per il piano. A questa operazione, potrai comodamente abbinare l'applicazione del rivestimento esterno in pannello di fibre.

57

Tieni in considerazione il fatto che la base dovrà essere composta di listelli delle misure di 3 x 6 cm, nonché di listelli in legno da 5 x 5 oppure 6 x 6. Gli stessi andranno collegati tra di loro mediante perni di legno duro incollati. A questo punto della lavorazione applica le cerniere delle ante che, naturalmente andranno inserite sia nella struttura principale che nel telaio della porta stessa, in modo che possa chiudersi in modo regolare. Infine, dovrai fissare la serratura a scatto.

67

Nel caso in cui vorresti fare un armadio di dimensioni maggiori, in tal caso potrai adottare le tecniche di unione che, prevedono il legno contro legno. Sono caratterizzate da una certa complessità, ossia dalle unioni a battuta e dall'incastro a forma di rondine. Impegnati in tale costruzione soltanto se disponi di attrezzatura idonea. Anche per questo armadio, valgono le stesse indicazioni per quello di dimensioni più piccole.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riutilizzare un vecchio mobile

Se avete un mobile vecchio, o uno malandato, ma vi dispiace buttarlo o darlo via, potreste provare a recuperarlo. Riutilizzare un vecchio mobile non è un'operazione che comporta molte spese, o richiede tanta abilità, l'unica cosa di cui avrete bisogno...
Casa

Come decorare una vecchio mobile in formica

Rendere un mobile vecchio e magari rovinato nuovo è possibile. Esistono infatti svariate tecniche di fai da te per farlo Non vi serve essere dei falegnami per rinnovare un mobile e dare un nuovo aspetto ad una stanza della vostra casa. In questa guida,...
Casa

Come eliminare i graffi da un mobile

I mobili di casa a volte diventano oggetto dell'attenzione dei bambini che, volontariamente o involontariamente, lasciano segni inequivocabili del loro passaggio. Oppure il graffio si determina a causa di qualche urto accidentale. Segni e graffi sui mobili...
Casa

Come costruire un mobile shabby chic

Ciò che definisce lo stile di una casa sono certamente i mobili. Durante i secoli molti sono gli stili che si sono susseguiti nella creazione di mobili che seguissero la tendenza del momento. Uno di quelli che ha riscontrato maggior successo è stato...
Casa

Come decorare un mobile da bagno con il mosaico

Il mosaico decorato sarà un'arte che non passerà mai di moda. Le decorazioni, riescono a dare all'ambiente un tocco di delicatezza ed eleganza estrema. Userete in particolare tale tecnica per rivestire ed abbellire. Queste decorazioni non passeranno...
Casa

Come progettare circuiti elettronici

Il lavoro è fondamentale per poter percepire lo stipendio. Tra i vari lavori troviamo il dottore, il dentista, l'operaio, il farmacista, l'insegnante. Ma vi sono anche lavori manuali, come il falegname e l'elettrauto. Quest'ultimo si occupa di progettare...
Casa

Come rinnovare un mobile con il decoupage

Per tutti coloro i quali amano il fai da te, vogliamo proporre un articolo, che vuole fungere da guida, per imparare come e cosa fare, per poter rinnovare un mobile con il decoupage, una tecnica che viene molto utilizzata per creare e dar libero sfogo...
Casa

Come recuperare un vecchio mobile

Anche tu hai un mobile vecchio, un po' malandato e che è proprio brutto da vedere? Non accantonarlo in soffitta e tanto meno non gettarlo via. Devi sapere che è possibile recuperare un vecchio mobile con pochi e semplici passi. Seguendo questa guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.