Come progettare un camino in maiolica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se intendiamo progettare un camino ed in particolare rivestendolo con della maiolica, bisogna valutare alcuni aspetti strutturali di questo materiale, che se da un lato si presta ottimamente come assorbente di calore e rivestimento decorativo, dall'altro è abbastanza pesante. In tal caso il piano d'appoggio deve essere resistente specie se si tratta di un solaio e non di un pavimento posto a pianterreno. Questo e tanti altri aspetti influiscono sulla scelta, e sono dunque da valutare, prima di procedere con la realizzazione del camino. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni utili consigli su come procedere.

25

Occorrente

  • Mattoni refrattari
  • Maiolica da copertura
  • Controllo della canna fumaria
  • Posizionamento della stufa
35

Realizzare un rinforzo strutturale

Il primo elemento da tenere sempre presente, quello davvero indispensabile che ci dirà se potremmo o meno realizzare una stufa in maiolica è proprio il solaio. Se infatti ne disponiamo di uno solido ed in grado di reggere tranquillamente il peso della stufa, allora non ci saranno problemi a proseguire nella progettazione, altrimenti in caso contrario, dovremmo per forza di cose basarci prima sul realizzare un rinforzo strutturale in grado di reggere la nostra stufa senza creare problemi.

45

Valutare l'ambiente da riscaldare

Un camino in maiolica in genere è composto da una camera di combustione e i cosi detti giri di fumo, i quali servono a raffreddare il più possibile quelli in uscita dalla canna fumaria. La camera di combustione invece è quella nella quale viene bruciata la legna, e i gas che prodotti all'interno, vengono poi convogliati in appositi condotti e rilasciati verso il materiale refrattario, che a sua volta provvederà a rilasciarlo nell'ambiente poco alla volta riscaldandolo. Proprio per questa sua caratteristica, il camino in maiolica non è adatto a riscaldare un ambiente in modo veloce, ma diversamente riesce a mantenere la temperatura costante per diverso tempo. Altri passi necessari da compiere, prima di procedere con la costruzione saranno quelli di valutare l'ambiente da riscaldare, dove vogliamo posizionare il camino, controllare quali sono gli elementi d'arredo che lo circonderanno, e a quanto ammonta effettivamente lo spazio da riscaldare. In base a tutti questi elementi, sarà poi possibile cominciare la progettazione.

Continua la lettura
55

Scegliere la maiolica

Per quanto riguarda i materiali, i migliori, ovvero quelli in grado di garantire la massima resa, sono senza alcun dubbio i mattoni refrattari, finendo al rivestimento con la maiolica stessa. Per la forma, invece quella la possiamo tranquillamente realizzarla in base alla nostra fantasia ma anche alle effettive necessità. Il camino in maiolica, grazie proprio alla sua conformazione, è in grado di funzionare consumando pochissima legna e quindi di conseguenza anche la pulizia del materiale residuo come la cenere è davvero minima. A questo punto avendo le idee più chiare e consapevoli che la maiolica è un materiale ideale per conservare bene il calore sprigionato dalla legna, possiamo scegliere quella che maggiormente ci soddisfa e procedere con la costruzione, e nel contempo godere dei caldi colori di questo rivestimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come migliorare il tiraggio del camino

Il camino è una delle fonti di riscaldamento più antiche, presente nei grandi palazzi aristocratici come nelle case più povere. Oggi la sua diffusione rimane molto ampia, poiché è in grado di riscaldare gli ambienti utilizzando un tipo di combustibile...
Casa

Come avere un buon tiraggio del camino

Se il camino ha un buon tiraggio sicuramente non si produce del fumo all'interno di un ambiente. Ciò è possibile se vengono apportate delle migliorie alle funzioni della cappa. Mettendo in pratica pochi e semplici accorgimenti si impedisce che l'odore...
Casa

Come costruire un finto camino d'arredo

Un camino rende sicuramente più calda e accogliente l'atmosfera di un ambiente. Qualche volta non si può realizzare in quanto occorrono lavori in muratura che prevedono la costruzione di una canna fumaria e ciò non sempre è fattibile. Per non dover...
Casa

5 errori da evitare nella manutenzione del camino

All'interno di questa guida andremo a parlare della manutenzione del camino. Nello specifico, ci occuperemo dei 5 errori da evitare nella manutenzione del camino. La guida sarà divisa in 3 differenti passi, che saranno sintetici e di semplice comprensione,...
Casa

Come costruire un camino

Una casa con un caminetto suscita da sempre calore ed emozioni piacevoli pertanto averne uno è un desiderio di molte persone. Spesso non è realizzabile per motivi di spazio o per motivi economici. Spesso i camini moderni sono collegati a un piccolo...
Casa

Cosa fare se il camino non tira

L'uso del camino è ancora molto comune, ma può presentare alcuni grattacapi. Con il tempo e l'accumulo di sporco la canna fumaria "non tira". Ciò significa che non è perfettamente capace di espellere il fumo all'esterno. Questo infatti può impestare...
Casa

Come incassare un camino

Il camino è senza ombra di dubbio uno di quegli elementi che regala un particolare e suggestivo fascino alla propria casa. Per creare un'atmosfera calda e rilassante nell'ambiente in cui viviamo, il camino è sempre l'elemento d'arredo adatto, oltre...
Casa

Cosa fare se il camino fa troppo fumo

Il camino una volta era la fonte primaria per il riscaldamento delle case, oggi giorno è semplicemente un completamento di arredo. Negli appartamenti di nuova generazione, molto spesso lo possiamo trovare collocato nel salone ed ha un impatto estetico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.