Come propagare i bulbi per divisione

Tramite: O2O 28/05/2017
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il bulbo o tubero è un organo proprio di alcune piante, come: la patata, l'aglio e i gigli. Avendo a disposizione uno solo di questi bulbi, si può effettuarne la divisione al fine di propagare e formare delle piante uguali alla pianta "madre", quella cioè che ha prodotto il bulbo. Le piante "figlie" avranno le stesse caratteristiche della matrice o pianta "madre", così facendo potremo scegliere di avere delle repliche di un fiore, ad esempio, che ci è piaciuto particolarmente.

26

Occorrente

  • pala per dissotterrare i bulbi
  • coltello affilato e disinfettato
  • terriccio
  • vasi di 20-30 cm di diametro
  • polvere fungicida
36

Reperire un bulbo o tubero

La prima cosa da fare è procurarsi un bulbo o tubero. Come visto in precedenza, i bulbi sono in sostanza una parte dell'apparato radicale di alcune piante, le quali posso essere da fiore (come i gigli) o da "frutto" (come le patate). Personalmente tendo a consigliare di utilizzare, per la propagazione dei fiori, un bulbo che abbiamo già testato, magari l'anno precedente, così da decidere di quale particolare fiore vogliamo avere in più esemplari. Si comincerà quindi col dissotterrare il bulbo, avendo cura di salvare quante più radichette possibile e, se sono troppo lunghe, di tagliarle ad una misura di 2-4 cm dall'attaccatura sul bulbo. Questo è importante per la divisione, in quanto ogni pezzo che andremo a staccare, dovrà avere una meglio 2-3 o più radichette.

46

Dividere il bulbo

La nostra materia prima è pronta per essere divisa. Occorrerà, quindi, un coltello ben pulito e affilato, magari anche disinfettato, onde evitare l'attacco di germi che potrebbero compromettere la buona riuscita della propagazione. Tagliamo il nostro tubero in pezzi che avranno la dimensione di circa due dita tra un taglio e l'altro, avendo cura di includere in ogni pezzo una o più gemme. Per quanto concerne i bulbi, il coltello non serve, infatti questi organi, hanno una forma a scaglie, come l'aglio, basterà quindi staccare le varie parti del bulbo, scegliendo per la messa a dimora, quelle che possiedono le radichette.

Continua la lettura
56

Trattare i bulbi col fungicida e interrarli

Una volta ottenute le porzioni dal nostro bulbo o tubero, dovremo spolverare i vari pezzi con una sostanza fungicida, io uso il cosiddetto verderame, o ossido di rame in polvere, è una polvere azzurra, venduta senza problemi in tutti i negozi di giardinaggio, serve anche per altri usi, ad esempio per prevenire le infezioni degli alberi da frutto dopo la potatura annuale. Fatto questo semplice passaggio, possiamo interrare i nostri pezzi di bulbo o tubero, in una mistura di terriccio e un 30% di sabbia, oppure acquistare un terriccio specifico per la semina.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come propagare le piante di caprifoglio

Le piante di caprifoglio sono dei rampicanti facilmente riconoscibili per la loro folta presenza di foglie. Essendo dei generi di pianta che crescono spontaneamente, è possibile trovarle nelle siepi di tutto il nostro paese. Queste piante sono originarie...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi

I bulbi sono la prima parte di una pianta, cioè quel che servirà per farla nascere.I bulbi assomigliano un po' a delle cipolle e non sono bellissimi da vedere, ma se la vostra intenzione è piantare una pianta nel vostro giardino, i bulbi sono ciò...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi nelle aiuole

Avere un giardino curato e pieno di fiori che lo colorano è il sogno di moltissime persone. Ma per fare in modo che ciò avvenga è necessario averne molta cura e conoscere un minimo le basi di botanica, oltre ad un naturale pollice verde.I bulbi regalano...
Giardinaggio

Come e quando piantare i bulbi da fiore

Per gli hobbisti del giardinaggio e per tutti coloro che hanno il "pollice verde", piantare i bulbi da fiore è un'attività indiscutibile: i più famosi sono quelli che si coltivano in autunno, ma altrettanto noti sono quelli 'estivi'. In commercio è...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di calle

Le calle sono fiori molto belli che provengono dal Sudafrica e sono piante parecchio eleganti ed attraenti. Si trovano in tutta la penisola e rendono molto preziosi i giardini e balconi di tutti gli italiani. Inoltre sono anche tanto apprezzate e ricercate...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di cipolla

Le cipolle rappresentano un ortaggio indispensabile in cucina, pertanto non può mancare in un orto domestico un'aiuola dedicata alla loro coltivazione. In genere, due sono i modi per piantare le cipolle: usando i bulbi o i semi di cipolla. Appare preferibile...
Giardinaggio

Guida ai bulbi da piantare in primavera

Il periodo primaverile è sicuramente uno dei più indicati per dedicarsi al giardinaggio e alla coltivazione di piante e fiori. Ci sono delle tipologie di piante che vengono definite bulbose, poiché si riproducono attraverso i bulbi che danno origine...
Giardinaggio

Come Far Trascorrere L'Inverno Ai Bulbi Da Fiore

Con l'approssimarsi dell'inverno sorge spontaneo chiedersi in che modo far sopravvivere i bulbi da fiore, visto le temperature rigide Generalmente, dopo la fioritura e la raccolta di tulipani, dalie e gladioli, i bulbi e i tuberi da fiore vanno lasciati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.