Come propagare il rosmarino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nella cucina italiana, il rosmarino è un aroma molto utilizzato. Profumato e dagli effetti curativi, arricchisce di sapore patate, arrosti, carni in umido, anatra, coniglio, pasta e fagioli e quant'altro suggerisce la fantasia. L'arbusto spontaneo è tipico dell'area mediterranea e può raggiungere altezze incredibili, fino anche a tre metri! Originario di tre continenti (Europa, Asia ed Africa), il suo nome deriva dal latino ros=rugiada e maris=mare, "rugiada del mare". In Italia, è noto anche come Ramerrino o Ramerino. Il rosmarino è anche una spettacolare pianta ornamentale dai caratteristici fiorellini di colore azzurro. Se desideri propagare il rosmarino nei tuoi balconi oppure in giardino, eccoti qualche semplice suggerimento.

27

Occorrente

  • pianta di rosmarino
37

Per coltivare correttamente il rosmarino, disponi la pianta al sole ed al riparo da venti gelidi. Si adatta perfettamente ad ogni terreno, ma in ogni caso prediligi quelli di tipo alcalino. Rinvasa almeno ogni due anni. Il rosmarino non tollera i ristagni di acqua delle innaffiature. A tale scopo, poni dei cocci sul fondo del vaso. Se non utilizzi il rosmarino in cucina, effettua delle potature periodiche per dare alla pianta una forma gradevole. In estate, con il caldo andrà in un periodo di riposo. Il fenomeno si definisce estivazione. In questo frangente la pianta arresta completamente la sua crescita.

47

La propagazione del rosmarino avviene principalmente per talea. Se non possiedi un giardino, procurati comunque dei vasi di circa 12 cm di diametro e del terriccio. Taglia dei rametti giovani di circa 20 cm. Togli loro le foglie alla base e ponili nei vasi (massimo due o tre per vaso). Innaffia molto spesso le piantine di rosmarino nei primi 30 giorni. Dopo le talee potrai metterle a dimora. Questa procedura va fatta in primavera per le zone con clima invernale rigido; in autunno, per quelle dal clima temperato. Preleva le talee da una pianta di almeno tre anni di vita.

Continua la lettura
57

Come già accennato, oltre alle qualità aromatiche ed ornamentali, il rosmarino ha anche numerosi benefici officinali. Inoltre l'industria cosmetica lo impiega ampiamente per la preparazione di colonie o shampoo. Giova infatti come detergente e per ravvivare il colore dei capelli. È un principio attivo frequente anche in pomate e lozioni ed è un ottimo insettifugo e deodorante per ambienti. Insomma una pianta tutta da scoprire. E allora cosa aspetti? Inizia a propagare il rosmarino anche a casa tua, in vaso oppure in giardino.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prediligi un terriccio di tipo alcalino
  • Se utilizzi il rosmarino in cucina, ricorda che puoi anche conservarlo fresco in frigorifero per una settimana
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come propagare la salvia russa

In molti saranno appassionati di giardinaggio e, tutti coloro che amano questa attività o che, in altri casi, la praticano, soprano quali è quanti sono le migliori maniere per coltivare, piantare, seminare e propagare. Chi ha il pollice verde sarà...
Giardinaggio

Come coltivare e propagare le peonie

Originarie della Cina, le piante Peonie hanno una crescita spontanea, con dei fiori stupendi che sbocciano in colori differenti, dal rosa, al rosso, fino al bianco. Esse crescono in arbusti e i loro fiori non sono profumati, hanno petali che possono variare...
Giardinaggio

Come propagare il papiro

Il Cyperus papyrus, chiamato comunemente papiro, è un'affascinante pianta erbacea perenne dall'aspetto esotico. Amante del caldo e dell'acqua, può essere coltivata in casa senza troppe difficoltà, a patto che si rispettino le sue esigenze peculiari...
Giardinaggio

Come propagare il cipresso

Il cipresso fa parte della famiglia delle Cupressaceae, di cui fanno parte tantissime altre specie. In particolare si tratta di una conifera sempreverde. Nella nostra tradizione il cipresso è conosciuto per il suo significato simbolico, che associa questi...
Giardinaggio

Come propagare le rose rampicanti

In questa guida, pratica e veloce, che abbiamo deciso di proporre a tutti i nostri cari lettori che amano le piante, ed in particolar modo le rose, vogliamo proporre appunto il modo per capire come e cosa dover fare, per propagare, nella maniera più...
Giardinaggio

Come propagare la calendula

Sia che si tratti di fiori gialli, arancioni o rossastri, la calendula è una delle piante più essenziali da coltivare nel proprio giardino. Le teste aromatiche di questi fiori primaverili, infatti, possono essere raccolte e trasformate in oli e sali...
Giardinaggio

Come propagare una pianta di malva

La malva è una bellissima pianta dai fiori violetti che cresce spontaneamente in diversi tipi di climi ed è considerata molto utile in campo erboristico e fitoterapico. Oltre ad essere molto piacevole esteticamente, la malva ha numerose proprietà benefiche...
Giardinaggio

Come propagare gli alberi sempreverdi

Olivi, tassi, magnolie, conifere, corbezzoli ed eucalipti, sono solo alcune delle tante specie di piante sempreverdi che ingentiliscono i giardini delle nostre città. Piuttosto esigenti in fatto di terreno ed esposizione alla luce diretta, questi alberi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.