Come propagare le piante grasse

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le piante grasse rappresentano la soluzione "green" più adatta per chi vuole un giardino o un terrazzo sempre verde e curato e che non abbia bisogno di molti interventi di manutenzione. Ma occorre far sviluppare le piante nel modo migliore, mediante attenta cura, soprattutto nel momento della loro crescita. In questa guida vogliamo illustrarvi come far propagare le piante grasse nel migliore dei modi.

26

Occorrente

  • Coltello sterilizzato
  • Utensili sterilizzati
  • Vaso con sabbia sottile
  • Annaffiatoio
  • Terriccio misto a sabbia e sassolini
36

Scegliete la tecnica migliore

La propagazione di piante grasse avviene attraverso una serie di tecniche non complicate, usate in genere anche per piante semplici o talee. Anche con le piante grasse, infatti, si possono effettuare diverse operazioni: potreste infatti effettuare divisioni, innesti o coltivazioni dei semi. Le piante grasse sotto forma di talee hanno un modo semplice e veloce di riprodursi, costituendo nuove piantine praticamente identiche al modello originale. Tra le piante propagate per talea o per divisione non esiste una diversità genetica, per cui tutte le caratteristiche andranno conservate.

46

Sterilizzate gli utensili

Molte piante grasse possono essere propagate partendo da un pezzo in prossimità del tronco. Servitevi dunque di coltelli ed utensili, ricordandovi di sterilizzarli accuratamente prima di iniziare. Il posto migliore per tagliare il tronco è un po' più in alto del gambo, per lasciare almeno un paio di coppie di foglie ad esso attaccate. Dopo il taglio utilizzate un vaso con all'interno della sabbia sottile dove farete riposare la talea per almeno un paio di giorni, in modo che si formi una specie di manicotto autosigillante della parte tagliata. Così facendo eviterete il rischio di attacchi fungicidi che renderebbero vano il vostro lavoro. Ultimata questa fase, potete procedere con il nuovo rinvaso del terreno. Ricordate che il tronchetto all'altezza del taglio deve essere ricoperto quasi interamente, comprese anche eventuali foglioline, evitando che esse possano marcire e permettendo che contemporaneamente esse possano servire a nutrire l'apparato radicale di nuova creazione.

Continua la lettura
56

Collocate le talee alla luce

La propagazione nella maggior parte dei casi inizia la sua attività nella stagione primaverile, ad eccezione di quelle piante grasse che crescono in autunno o addirittura in periodo invernale. Conservate le vostre talee in un luogo molto ventilato e abbastanza luminoso ma non esposto direttamente all'azione dei raggi solari. Ricordate inoltre di annaffiare con cura le nuove piante, fino alla crescita delle prime foglioline. Ecco realizzata una corretta propagazione delle piante grasse. I risultati saranno ottimi e visibili già dopo pochi giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare le piante grasse per talea

Le piante grasse, che prendono realmente il nome di Succulente sono piante cheAssorbono acqua nei loro tessuti durante le stagioni piovose per utilizzarla in quelle di siccità, e si possono dividere sostanzialmente in 2 tipi: quelle che accumulano acqua...
Giardinaggio

Come allestire un giardino con piante grasse

La bellezza suggestiva di un giardino curato e in fiore è sempre uno spettacolo capace di sbalordire. Romantici e delicati, i fiori rendono gli open space piacevoli da vivere in ogni periodo dell'anno. Per rendere però il nostro giardino davvero particolare...
Giardinaggio

5 regole essenziali per curare le piante grasse

Le piante grasse sono le piante d'appartamento più diffuse. Non solo per le loro forme un po' particolari, ma anche per i colori vivaci e, soprattutto, riescono a sopravvivere anche in ambienti molto caldi. Inoltre, per curare le piante grasse non è...
Giardinaggio

Come proteggere le piante grasse in inverno

Esistono piante che in inverno esigono di una protezione adeguata. Tra le più a rischio troviamo le piante grasse. Una buona disposizione, quindi favorisce un'adeguata protezione per tutta la stagione fredda. Se amiamo coltivare le piante e soprattutto...
Giardinaggio

Come comporre un vaso di piante grasse

Le piante grasse sono amate dai più soprattutto per la loro facilita di coltivazione. Infatti hanno bisogno di poca acqua e, grazie alla loro crescita abbastanza lenta, durano veramente tantissimi anni, addirittura decenni. Ne esistono varie tipologie...
Giardinaggio

Come arredare il giardino con piante grasse

Le piante grasse sono tipicamente ornamentali e vengono, perciò, utilizzare largamente per arredare il giardino di casa. Ne esistono di molte specie diverse, e sono quasi sempre mixate tra di loro per creare bellissime composizioni floreali, che ben...
Giardinaggio

Piante grasse: come proteggerle dal freddo

Le piante grasse sono molto decorative ed arredano qualsiasi ambiente donando un tocco esotico alle vostre case. L'unico difetto di queste bellissime piante è che non sopportano le basse temperature. Per questo motivo è necessario adottare alcune precauzioni...
Giardinaggio

Come piantare e coltivare le piante grasse in vaso

Se avete il pollice verde, potreste piantare e coltivare le piante grasse in vaso. Tali piante, conosciute anche come succulente, sono perfette per gli ambienti aridi. Queste, infatti, sviluppano foglie e steli molto carnosi che accumulano e conservano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.