Come proteggere il nasturzio dai parassiti

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con l'arrivo del tepore primaverile, assistiamo al bellissimo miracolo del risveglio vegetativo. È lo sbocciare nuovamente alla vita dopo il lungo e freddo inverno. Eppure, come ogni anno, ecco presentarsi l'annoso e dannoso problema dei parassiti. Gli afidi o più comunemente conosciuti come pidocchi delle piante, aggrediscono le nostre piante ornamentali o da frutto, minandone la salute e la bellezza. Anche il delicato nasturzio è spesso vittima di aggressioni da parte di afidi e parassiti. Andiamo allora a scoprire insieme come proteggere il nasturzio dai parassiti.

27

Occorrente

  • Un etto e mezzo di sapone di marsiglia
  • 10 litri di acqua
  • Pentolone e spruzzino
37

Probabilmente non tutti conoscono le meravigliose virtù di questa delicata pianta. Eppure il nasturzio è un vero prodigio della natura! È una pianta rampicante facilmente coltivabile. Basta infatti dedicargli un angolo del giardino che abbondi di sole e innaffiarlo settimanalmente. Ovvero quando ci accorgiamo che il terreno è completamente asciutto. Inoltre il nasturzio è completamente commestibile e si presta a gustose preparazioni gastronomiche, come il pesto!

47

Il nasturzio è inoltre un grande alleato dei nostri orti e dei nostri giardini. Posizionando un vaso o una bordura di nasturzi vicino ai nostri orti o agli alberi da frutto, li proteggerà dall'aggressione di afidi e parassiti, calamitando tutta la loro attenzione su di sé. Per non dovere assistere però al deperimento del nostro nasturzio possiamo agire in maniera del tutto bio, aiutandolo a disfarsi dei fastidiosi pidocchi delle piante!

Continua la lettura
57

Per disfarci dei pidocchi delle piante che infestano i nostri nasturzi, possiamo ricorrere ad un metodo antico ma davvero efficace! Ci occorrerà solamente del sapone di marsiglia e dell'acqua. Andiamo quindi a recuperare un contenitore piuttosto capiente. Un pentolone di metallo andrà benissimo! Andiamo ora a versare nel pentolone circa dieci litri di acqua. Procediamo unendo un etto e mezzo di scaglie di sapone di marsiglia. Mescoliamo con cura e lasciamo che il sapone si sciolga perfettamente e completamente nell'acqua. Per accelerare il procedimento possiamo lasciare il pentolone esposto al sole o possiamo scaldare l'acqua prima di versarla nel contenitore. Quando il sapone di marsiglia si sarà sciolto, andiamo a travasare il nostro pesticida bio in uno spruzzino. A questo punto procediamo irrorando il nostro nasturzio con la soluzione. Insistiamo dove notiamo una concentrazione più elevata di afidi. Lasciamo quindi agire per circa due ore. Dopodichè sciacquiamo il nasturzio con dell'acqua a temperatura ambiente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il nostro pesticida bio è perfetto anche su rose e piante ornamentali

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il nasturzio

Il nasturzio è originario dell'America Meridionale; in Europa se ne trovano diversi ibridi. Appartiene alla famiglia delle Tropaeolaceae, con circa novanta specie sparse in tutto il mondo. La pianta, perenne o annuale, è molto decorativa e semplice...
Giardinaggio

Parassiti delle piante: rimedi naturali per eliminarli

Le piante, si sa, sono amate da tutti e presenti pressoché in ogni abitazione. C'è chi le tiene in giardino, chi in balcone, chi in vasi collocati nelle varie stanze per conferire un tocco di calore e colore in più alla propria casa. Il verde, però,...
Giardinaggio

Come contrastare funghi e parassiti delle rose

Chi si occupa di giardinaggio conosce bene il problema dei funghi e dei parassiti delle piante. Anche quelle da fiori purtroppo risentono di questo genere di eventuali attacchi. Ad esempio le splendide e romantiche rose, una volta toccate, deperiscono....
Giardinaggio

Come eliminare i parassiti sulle ortensie

Le ortensie sono dei fiori ornamentali, grazie al loro colore, nate in Cina ed importate in tutto il mondo. È molto facile da coltivare sia in vaso che in giardino, e sono molto decorative dato che il colore dei loro fiori, muta in base al ph del terreno...
Giardinaggio

Come riconoscere i parassiti e i funghi delle piante d'interni

Le piante da interni e da esterni non sempre godono di ottima salute in quanto possono essere colpite da malattie anticrittogamiche e da parassiti. In questi casi le piante possono subire dei danni e nei casi estremi anche morire. I funghi e i parassiti...
Giardinaggio

Come preparare un decotto di erbe contro i parassiti

Gli insetti popolano i giardini ed i terrazzi e talvolta, infestano le piante rovinandole. Alcuni di questi producono una sostanza appiccicosa danneggiando anche l'estetica delle piante: afidi, pidocchi cocciniglie e bruchi, andranno eliminati utilizzando...
Giardinaggio

Come Eliminare I Parassiti Dalla Pianta Di Limone

La pianta di limone, oltre a essere una straordinaria pianta da esterno dove ci sono climi miti e ad emanare anche un buon odore, produce dei frutti buonissimi, quindi è opportuno curarla con attenzione e darle le cure dovute. Può accadere che la pianta...
Giardinaggio

Come Eliminare I Parassiti Delle Rose

Le rose sono piante che si possono coltivare in vaso e in giardino. Sono fiori delicati e se coltivate nei vasi è fondamentale prenderli ampi. La disposizione delle rose è molto importante perché favorisce la crescita. Quindi una volta trapiantate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.