Come proteggere le piante acquatiche dal freddo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Creare nel proprio giardino un laghetto con piante acquatiche serve a dare un tocco esotico e suggestivo al proprio spazio all'aperto. Le piante acquatiche, o idrofite, necessitano di alcune attenzioni particolari. Nella stagione invernale, essendo la maggior parte di loro piante esotiche, si deve proteggerle dal clima rigido. Le piante acquatiche più diffuse sono le ninfee. Alcune di esse resistono bene ai climi invernali temperati, ma per le ninfee tropicali si devono prendere alcune cautele. Durante il periodo invernale vanno poste in luoghi riparati, ad esempio in serra o in casa. Vediamo dunque come proteggere le piante acquatiche dal freddo.

24

Travasare le piante acquatiche

Il miglior modo di proteggere le piante acquatiche dal freddo è di travasarle e portarle al riparo. Per fare questo sono necessari dei vasi di plastica privi di fori, in grado di contenere circa 30 centimetri di acqua. Sistemare le piante nei vasi contenenti l'acqua e porle in un luogo riparato e luminoso. Sciogliere nell'acqua dei vasi dei prodotti anti-zanzare per evitare l'infestazione di questi insetti fastidiosi quanto nocivi. Controllare sempre il livello dell'acqua ed eventualmente aggiungerne altra. Grazie a queste precauzioni le piante acquatiche saranno al sicuro e protette durante l'inverno, pronte a ritornare all'aperto con l'arrivo della bella stagione.

34

Proteggere il laghetto dalle gelate invernali

Anche il laghetto, non solo le piante, va protetto dalle gelate della stagione invernale. Per questo motivo, dopo aver levato tutte le piante, svuotare anche dell'acqua tutto il laghetto. Ripulirlo quindi da ogni detrito e coprirlo con un telo resistente. In questo modo il laghetto sarà protetto dalle gelate ed in primavera può essere di allestito di nuovo. Se il laghetto è di dimensioni notevoli si può evitare di svuotarlo in quanto le gelate non lo danneggeranno molto. Si leveranno solo gli elementi aggiuntivi quali le piccole fontane.

Continua la lettura
44

Principali piante acquatiche

Tra le piante acquatiche più comunemente utilizzate per abbellire i laghetti da giardino ci sono le ninfee rustiche. Queste piante si coltivano semplicemente e necessitano di sole ed acqua in abbondanza. Le ninfee tropicali hanno grandi fiori profumati che si ergono dall'acqua per circa 20 centimetri. Per fiorire la temperatura deve essere di circa 25 gradi. I fior di loto sono fiori molto simbolici in Oriente. Conosciuti fin dall'antichità, hanno una crescita molto rapida e vanno coltivati in pieno sole. La loro presenza non può mancare quando si crea un giardino acquatico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Moltiplicare Le Ninfee

Le ninfee, il cui nome botanico è Nynphaea, sono delle piante acquatiche che hanno una durata perenne e sono generalmente utilizzate negli stagni, nei laghetti e nelle vasche: inoltre, esse fioriscono solitamente dal mese di Maggio fino a quello di Settembre....
Giardinaggio

10 piante acquatiche ideali per il giardino

Se avete la fortuna di possedere un giardino, allora vi sarete certamente resi conto che la presenza di una piccola fonte d'acqua, contribuirà a creare un'atmosfera ancora più rilassata all'interno della vostra oasi verde. Ma le piante acquatiche non...
Giardinaggio

come far crescere le piante acquatiche nel tuo giardino

Le piante acquatiche sono proprio meravigliose e, abbastanza spesso, è possibile vederle all'interno di quei bei laghetti artificiali oppure in qualche parco della vostra città: esse donano, al paesaggio circostante, un aspetto romantico ed affascinante....
Giardinaggio

Come scegliere le piante per il proprio giardino acquatico

Il giardino acquatico, molto apprezzato sopratutto da chi possiede grandi spazi, si rivela un'ottima ed insolita soluzione per tutti coloro i quali vogliono destinare una parte del proprio spazio all'aperto alla realizzazione di un laghetto abitato da...
Giardinaggio

Come concimare le piante acquatiche

Proprio come tutte le altre piante, anche quelle acquatiche hanno bisogno di essere concimate per essere in grado di prosperare in un giardino d'acqua. E proprio come le piante normali, ci sono diversi modi in cui si possono fertilizzare, con diversi...
Giardinaggio

Come Coltivare Le Ninfee Rustiche

Avere un giardino ricolmo di piante e fiori è un po' il sogno e la passione di tutti. Ma per averlo sempre in ordine e perfetto c'è bisogno di molta manutenzione e pazienza che solo un giardiniere attento ed appassionato può avere.Il giardinaggio,...
Giardinaggio

Come creare un giardino roccioso

Se abbiamo intenzione di rendere il giardino della nostra casa originale ed affascinante, possiamo creare un giardino roccioso. Si tratta di una soluzione non solo molto bella esteticamente ma anche molto rilassante. Realizzare un giardino roccioso non...
Bricolage

Come costruire un filtro per laghetto

Possedere un giardino è una grande fortuna. Se è abbastanza ampio ed intendete arredarlo in modo particolare, potete installare un laghetto. Per evitare che l'acqua ristagni e possa diventare ricettacolo di zanzare e moscerini, potete dotarlo di un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.