Come pulire e manutenere le posate d'argento

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Pulire le posate d’argento può sembrare alquanto antiquato, ma per chi le ha è ancora molto importante, e poi è sicuramente il modo più chic di apparecchiare la tavola, ma anche il più frustrante, perché qualcuno dovrà pulirle.
A differenza dell’acciaio inossidabile, l’argento si danneggia facilmente e si ossida, anche, molto rapidamente, basta la sola esposizione all’aria.
Mantenere la sua lucentezza naturale può essere un lavoro abbastanza impegnativo, quindi bisogna pulirlo con molta attenzione e ovviamente, la lavastoviglie è assolutamente da evitare.
Quindi, come pulire e manutenere le posate d'argento?
Con alcuni consigli pratici, vi spiegherò come rendere la pulizia meno faticosa e noiosa.

25

Premessa

Le molecole d'argento si combinano facilmente con altre molecole, formando un prodotto di corrosione noto anche come "ossidazione". Questo opacizzante inizia come una sfumatura giallastra che gradualmente si scurisce fino a diventare nero.
Una volta raggiunta la fase nera, questa può essere rimossa con l’uso di una pasta abrasiva, tuttavia, richiede molto lavoro e si rischia di rovinare la superficie.
L'argento puro è in realtà troppo morbido perché sia utilizzato, quindi la maggior parte dell'argenteria è in realtà una lega mista con una varietà di altri metalli, come rame, zinco e nichel.
Nonostante ciò, si può graffiare facilmente se si utilizzano materiali non idonei o un’eccessiva forza.
Quindi, è sempre preferibile adoperarsi nelle fasi iniziali, perché, ovviamente più facile da rimuovere senza l’utilizzo di additivi chimici e richiede molto meno lavoro.
Pertanto, più frequente sarà la pulizia, e meno si dovrà lavorare.

35

La pulizia

Un modo semplice per pulire l'argenteria, inizia lavando tutte le posate con acqua e sapone per rimuovere lo sporco e il grasso accumulato (attenzione a non usa detergenti con fosfati poiché possono lasciare macchie). Successivamente, si dovranno immergere in una pentola di acqua bollente con due cucchiai di bicarbonato di sodio e lasciati a mollo per circa dieci minuti.
Il bicarbonato agirà sulla superficie ossidata dell'argenteria, rimuovendo l'opacità, lo sporco, le macchie e il grasso residuo.
Se l'argenteria è molto macchiata, potrebbe essere necessario aggiungere un cucchiaino di sale nella miscela bollente e far sobbollire per due o tre minuti.
Infine, rimuovere le posate e risciacquare abbondantemente con acqua tiepida, quindi asciugare all'aria con un panno pulito, asciutto e morbido.
Attenzione a non usare mai guanti di gomma quando si pulisce l'argento, poiché la gomma può emettere solfuri e annullare tutto lavoro fatto.

Continua la lettura
45

Lucidatura e Conservazione

Una volta asciutta, L’argenteria può essere lucidata, delicatamente, con un panno morbido e pulito, in particolare per rimuovere eventuali macchie d'acqua residue.
Se non si vuole ripetere la pulizia troppo frequentemente, consiglio di conservare l’argenteria in sacchetti di plastica (quelli per congelare gli alimenti andranno benissimo) ben sigillati e cercando di togliere più aria possibile.
La mancanza di ossigeno ritarderà il processo di ossidazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Manutenere La Pompa Della Lavatrice

Uno degli strumenti che nel corso degli anni si è diffuso per la sua utilità è la lavatrice. Essa può durare veramente tanti anni, se curata nel migliore dei modi. Questo elettrodomestico però, con l'utilizzo frequente, può essere soggetto a usura...
Casa

Come manutenere la resistenza di uno scaldabagno elettrico

Se in casa abbiamo uno scaldabagno elettrico, è molto importante controllare periodicamente l'efficienza della resistenza che è soggetta a bruciarsi a causa dell'accumulo di calcare che si genera intorno ad essa. Per evitare che ciò accada, è necessario...
Casa

Come manutenere il quadro elettrico

Se per gli impianti elettrici situati nei posti di lavoro, come ad esempio nelle aziende, vigono norme restrittive che obbligano a certificate manutenzioni periodiche, diverso è per gli impianti casalinghi. I primi sono luoghi in cui transita un elevato...
Casa

Come rattoppare l'argento di uno specchio

Uno specchio, nella sua forma più semplice, è composto da un pezzo di vetro con un supporto d'argento che è protetto da un sottilissimo strato di vernice. L'argento non è dipingere. Anche l'argento è uno strato molto sottile, elementare e puro, che...
Casa

Come pulire l’acciaio

Molti oggetti nella nostra casa o nella vita quotidiana sono formati da metallo o acciaio. Quest'ultimo è una lega molto resistente composta da carbonio e ferro che lavorati in modo da creare questo composto molto resistente. Inox o satinato, l'acciaio...
Casa

Consigli per pulire l'acqua di un acquario

Se vorreste lasciare vivere sani i vostri pesci in un acquario pulito, è bene prendersene cura costantemente e adottare alcuni accorgimenti per pulirne l'acqua. Se non sapete come fare, vi basterà continuare a leggere questi consigli. Prima di tutto...
Casa

Come pulire una giacca di pelle nera

Per pulire la pelle specie quella delle giacche di gran classe e di colore nero, è necessario adottare alcune precauzioni ed usare prodotti idonei per evitare di danneggiarla irrimediabilmente. A riguardo di questi ultimi oltre ad alcuni di natura...
Casa

Come pulire efficacemente l'ecopelle

L'ecopelle è uno dei materiali più in voga del momento, costa poco ed è ecologico. In questa guida vedremo come pulire efficacemente ogni superficie ricoperta da questo tipo di cuoio o pelle a basso impatto ambientale. Tra i benefici di questo particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.