Come pulire gli oggetti in argento

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter pulire gli oggetti in argenti, che magari abbiamo in casa. Tutti noi in casa abbiamo anche dei piccoli oggetti in argento, che con il passare del tempo a causa anche della polvere e dell'aria, questi oggetti finiscono per annerirsi sempre di più, fino a diventare scuri e neri. Ecco perché abbiamo deciso di realizzare questa guida, semplice e veloce, in modo da poter avere nuovamente, gli oggetti in argento, del tutto puliti e splendenti come se fossero nuovi. Pronti per iniziare? Buon lavoro!

25

Occorrente

  • oggetto in argento
  • acqua e sapone
  • spazzolino per unghie
  • panno morbido
  • lucidante per argento
35

Iniziamo con il dire che l'argento può essere placato o massiccio. È un metallo morbido, quindi per la lavorazione è unito ad altri metalli, per farne delle leghe più robuste. È utilizzato per creare svariati oggetti. Dai vassoi alle posate, dai candelabri ai gioielli.
L'argento si ossida formando un patina marroncina e talvolta color porpora. Questa reazione avviene più velocemente in ambienti che sono molto umidi ed anche molto salmastri. Nel caso in cui l'oggetto di argenti non lo utilizziamo molto spesso, in genere consigliamo di proteggerlo da questa azione dell'aria, con un panno scuro in lana. Questi panni li possiamo trovare facilmente in gioielleria. Ci basterà chiederli ed utilizzarli se non quotidianamente, almeno una volta alla settimana.

45

Per la pulizia dell'argento, dobbiamo ricordarci di lavarlo sempre ogni volta che lo usiamo (es. Le posate) e prima di lucidarlo, perché anche la minima particella di polvere può finire per graffiare la superficie ed il tutto può finire anche per intaccare il metallo. Laviamo gli oggetti uno alla volta, in acqua calda saponata, usando un panno morbido per non graffiare il metallo. Risciacquiamo subito dopo in acqua calda e dobbiamo asciugare molto bene, in modo che non rimanga alcuna traccia di acqua sull'oggetto di argento!

Continua la lettura
55

Nel caso in cui l'oggetto in metallo fosse del tutto ossidato, è bene sapere che è necessario utilizzare un prodotto specifico, tipo in crema. In commercio ne possiamo trovare di differenti e di tutti i prezzi, ma i migliori sono quelli che assicurano una lunga protezione, con la costituzione di una barriera chimica. Usiamo sempre i guanti, sia per non graffiare il metallo, sia per impedire all'acido nella nostra pelle di attaccare l'argento. L'argento decorato può essere pulito con uno spazzolino per unghie, usando una spazzola per capelli molto morbida par la lucidatura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come usare l'argento colloidale

L'argento colloidale grazie alle sue proprietà antivirali, battericide e antimicotiche è un vero toccasana per il trattamento di molte patologie. Prima dell'avvento dei moderni antibiotici, infatti, l'argento colloidale veniva consigliato in caso di...
Bricolage

Come realizzare un settimino nelle tonalità in nero e argento

In casa c'è sempre bisogno di spazio, soprattutto per posare oggetti, vestiti o scarpe, e c'è bisogno di contenitori molto piccoli specialmente in posti come le stanze da letto, ma anche in ripostigli. Uno dei migliori contenitori è rappresentato dalla...
Bricolage

Come creare un biglietto di auguri con conchiglia per le nozze d'argento

Le nozze d'argento sono senza dubbio un'occasione molto speciale per una coppia di sposi. Si tratta certamente della festa più importante per celebrare l'amore e la famiglia dopo il matrimonio! È importante, dunque, prestare cura ed attenzione ai festeggiamenti...
Bricolage

Come realizzare uno scrittoio con acrilico e foglio argento

Il recupero di un vecchio mobile può essere un divertente passatempo che ci darà grandi soddisfazioni, può essere un hobby che ci permetterà, in maniera non troppo dispendiosa, di rinnovare la nostra casa. Il recupero di un mobile può dare nuovo...
Bricolage

Come creare un anello con del filo in argento

L’argento è un metallo prezioso conosciuto fin dall’antichità, viene utilizzato spesso per creare accessori (anelli, orecchini, catenine e braccialetti) grazie alle sue fantastiche proprietà di malleabilità e per il suo caratteristico colore che...
Bricolage

Come creare un anello a fascia d'argento

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di voler acquistare un particolare accessorio da indossare con i nostri vestiti e di perdere moltissimo tempo girando per i negozi alla ricerca di quello che più ci piacerebbe indossare. Tuttavia molto...
Bricolage

Come fare una rosa d'argento con le perline

Quando devi preparare una sorpresa, per la donna della tua vita, che può essere la tua ragazza, o tua moglie, o ancora meglio tua madre o anche tua sorella, non si può pensare ad altro che ad un bel mazzo di rose. È anche risaputo, che il mazzo di...
Bricolage

Come realizzare una borsetta argento con il tetrapak

Questa è davvero una di quelle creazioni impensabili, a partire dai materiali più inusuali. Dai cartoni di tetrapak, quindi materiale da riciclo, possiamo ottenere una elegantissima borsetta argento, adatta anche per le occasioni più ricercate. Non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.