Come pulire i mobili di vimini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I mobili di vimini sono dei componenti d'arredo perfetti per l'ambiente esterno. In particolare, sono molto adatti per giardini o verande. Questa loro particolarità, li rende quindi molto soggetti allo sporco, umidità e polvere. Chi possiede mobili di vimini, avrà sicuramente notato quanto la polvere si accumuli facilmente tra gli intrecci di questo particolare materiale. Con questa guida cercheremo di darvi dei consigli su come pulire al meglio i mobili di vimini. Prima di cominciare a pulire, verificate la tipologia di mobili in vostro possesso. I salotti di vimini si distinguono infatti in due categorie principali: verniciati e grezzi.

25

Occorrente

  • Panno pulito
  • Acqua
  • Sale
  • Bicarbonato
  • Spazzola di saggina
  • Succo (o olio) di limone
  • Aspirapolvere
  • Sapone di marsiglia
35

Vimini verniciati

Nel caso di mobili rifiniti con uno strato di vernice, le fasi di lavaggio richiedono in genere meno accorgimenti. Basta infatti rimuovere la polvere con un comune aspirapolvere portatile. L'importante è utilizzare accessori appositi e inserire beccucci con aperture adeguate. L'aspirapolvere dovrà infatti arrivare anche negli spazi ricurvi, dove di solito si accumula la polvere. Per velocizzare il lavaggio è anche possibile bagnare i mobili direttamente con un getto d'acqua. Se li sciacquate con la pompa asciugateli poi con un telo pulito. Lasciateli comunque all'aria aperta per almeno un giorno, in modo da eliminare tutta l'acqua in eccesso. Gli arredi in vimini temono l'umidità, che potrebbe causare la formazione di muffe. Capovolgete sedie e tavoli, mantenendoli in posizione inclinata. Fate attenzione però a non deformare i mobili: il vimini è un materiale che tende a perdere la forma se bagnato.

45

Vimini grezzi

Procedete diversamente per pulire mobili di vimini grezzi. Cominciate anche in questo caso eliminando la polvere con un aspirapolvere. Procuratevi poi una spazzola di saggina, che vi servirà a raggiungere gli angoli più nascosti degli interstizi. Preparate un secchio d'acqua salata e scioglietevi all'interno anche del sapone di Marsiglia. Inzuppate la spazzola nella soluzione e strofinate i mobili di vimini. Insaponate soprattutto gli intrecci, insistendo nei punti più incrostati. Risciacquate con un panno pulito e lasciate asciugare sempre all'aria aperta. Per lo sporco più ostinato diluite nell'acqua il bicarbonato. Lasciate agire quest'ultimo per circa mezzora prima di risciacquare.

Continua la lettura
55

Lucidatura e rifiniture

Per pulire e lucidare i mobili di vimini passate del succo di limone. L'uso del limone, oltre a sgrassare eventuali incrostazioni, conferirà ai mobili brillantezza. Anche in questo caso rifinite il lavaggio con un panno umido e pulito. Un altro detergente naturale indicato è l'olio di limone, che svolge anche un'azione protettiva per la finitura dei mobili in vimini più pregiati. Per una maggiore durata degli arredi è necessario pulire periodicamente sedie e tavoli con una spazzola non abrasiva.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come dipingere i mobili in legno di betulla

Dipingere i mobili in legno di betulla è un progetto semplice che si può affrontare da soli, e che consente di risparmiare parecchio denaro e dare nuova vita al vostro mobilio. La betulla è considerato uno dei legni migliori da dipingere, poiché la...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la finitura a olio dai mobili in legno

La finitura a olio è un'alternativa alla tradizionale in vernice. L'olio, in particolare quello di lino, crea una barriera protettiva nella fibra legnosa dei mobili. Penetra in profondità e ne aumenta la resistenza meccanica. È idrorepellente, resiste...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere lo stucco per mobili

Qualora i vostri mobili avessero i segni classici prodotti dai tarli, oppure il vostro gatto avesse graffiato il vostro armadio, allora dovrete correre ai ripari, utilizzando dello stucco per mobili, al fine di sistemare i danni prodotti. La procedura...
Materiali e Attrezzi

Come rinnovare vecchi mobili con colori e cementite

Con l'inevitabile passare del tempo molto elementi della nostra casa, come ad esempio quelli che compongo l'arredamento, possono, per via di danneggiamenti e dell'usura, essere messi da parte nei ripostigli o nei garage. Va comunque ricordato che esistono...
Materiali e Attrezzi

Come riparare gli spigoli dei mobili in legno

Quasi ogni mobile con il passare del tempo, subisce rigonfiamenti, graffi, screpolature e cosi via. I danni sicuramente più frequenti sono le scheggiature causate da dei piccoli urti e la formazione delle bolle, che sono causate dallo scollamento del...
Materiali e Attrezzi

Come laccare i mobili di legno

Se possedete un mobile un po' vecchio al quale vorreste donare una nuova vita, continuate a leggere questa guida nella quale vi mostreremo passo dopo passo, come laccare i mobili di legno. Per farlo vi basterà avere un po' di tempo, pazienza nell'esecuzione...
Materiali e Attrezzi

Come pulire il gres smaltato

La casa, rappresenta il luogo dove ci sentimo sempre a proprio agio. Questo perché cerchiamo di abbinare i mobili e lo stile delle stanze a nostro piacimento. Per la sistemazione della casa, non puù assolutamente mancare una bella tenda da montare in...
Materiali e Attrezzi

Come pulire il legno di noce

Il legno è una materiale versatile e molto utilizzato, soprattutto per i mobili, ma anche molto delicato. Ogni tanto infatti richiede un po' di manutenzione per evitare che si rovini ulteriormente. Avere dei mobili in legno oggi è diventato un vero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.