Come pulire l'argento ossidato dallo zolfo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'argento rappresenta un metallo che si apprezza maggiormente quando è pulito, dal momento che in questa maniera si valorizza notevolmente la sua lucentezza ed il suo splendore. Questo genere di metallo viene generalmente utilizzato per realizzare dei gioielli, dei complementi di arredo oppure delle preziose stoviglie. Questi oggetti si proteggono dall'ossidazione, molto spesso mediante l'uso di trattamenti di zapponatura oppure di rodiatura. Questo effetto, tuttavia, non presenta una lunga durata. Infatti, con il trascorrere del tempo l'argento tende inevitabilmente ad ossidarsi, soprattutto a causa dello zolfo che è presente nell'aria. Questo elemento chimico, infatti, subisce una reazione chimica per cui si ha la classica colorazione nerastra antiestetica che occorre eliminare periodicamente. In questa semplice ed esauriente guida, pertanto, andremo a vedere come è possibile pulire l'argento ossidato dallo zolfo. Andiamo, dunque al sodo ed entriamo nel vivo di questo tutorial.

24

Lucidare l'argento in casa

Per la lucidatura dell'argento in casa esistono alcuni prodotti specifici come ad esempio sostanze che si devono stendere, per poi essere strofinate delicatamente e infine, essere rimosse tramite l'ausilio di un panno. Per completare la fase della pulizia si deve risciacquare ed asciugare, utilizzando sempre dei panni particolarmente morbidi, in modo tale da evitare di graffiare i preziosi oggetti.

34

Pulire l'argento con gli acidi

In commercio esistono anche degli acidi per l'argento, completamente a quelli professionali che ci consentono di pulire gli oggetti, con una semplice immersione nella soluzione usata. È scontato che vi è la necessità, in seguito, di effettuare un risciacquo molto accurato per ottenere un ottimo risultato finale. È opportuno selezionare, per questa ragione, il momento che riteniamo più adeguato e non dobbiamo dimenticarci di utilizzare i guanti di gomma sia per proteggere la propria zona cutanea che per ridurre le lucidature.

Continua la lettura
44

Lucidatura dell'argento con i prodotti naturali

Nel caso, invece, in cui si dovesse optare per eseguire una pulizia con dei metodi più naturali, i tempi sono ovviamente più lunghi rispetto a quelli standard. In questo caso si deve lasciare sciogliere un cucchiaino di sale in un litro d'acqua, per poi versare la soluzione in un contenitore di alluminio dove si devono mantenere gli oggetti per circa un'ora di tempo. Si può anche utilizzare del bicarbonato che, posizionato su una spugnetta, si deve passare delicatamente sull'oggetto, insistendo sulle zone maggiormente scure.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come usare la foglia d'argento

La foglia d'argento, così come quella d'oro e quella di rame, viene utilizzata per realizzare delle decozioni su delle superfici in metallo, in vetro o in legno, conferendo loro un aspetto luminoso e metallizzato. Può essere impiegata sia per rinnovare...
Materiali e Attrezzi

Come intarsiare un filo d'argento nel legno

In questa guida vi spiegherò brevemente come intarsiare un filo d'argento nel legno. Sarà un procedimento molto lungo e difficile che richiederà parecchia pazienza e precisione. Il risultato finale però sarà qualcosa di meraviglioso. Quindi, se siete...
Materiali e Attrezzi

Come pulire le punte del saldatore

Se utilizzate un saldatore a stagno, sappiate che le punte possono ossidarsi. In tal caso avrete un cattivo funzionamento dello strumento. Per ovviare a questo inconveniente, dopo ogni uso, pulite le punte. Così eviterete a priori di imbattervi in tale...
Materiali e Attrezzi

Come pulire una centrifuga

Tra i vari tipi di elettrodomestici, uno dei più utili è, senza ombra di dubbio, la centrifuga (utile per pulire le verdure, la frutta ed estrarne dei succhi davvero ricchi di gusto). Se tuttavia la utilizziamo spesso, una buona pulizia, per favorire...
Materiali e Attrezzi

Come pulire i mobili di vimini

I mobili di vimini sono dei componenti d'arredo perfetti per l'ambiente esterno. In particolare, sono molto adatti per giardini o verande. Questa loro particolarità, li rende quindi molto soggetti allo sporco, umidità e polvere. Chi possiede mobili...
Materiali e Attrezzi

Come pulire una caldaia a olio

Arriva l'inverno e con lui anche il freddo che molti odiano e molti amano. Ma a tutti piace fare una bella doccia calda, quindi tutti hanno bisogno di una bella caldaia che riscaldi l'acqua. La caldaia, però, come ogni elettrodomestico ha bisogno di...
Materiali e Attrezzi

Come pulire gli attrezzi da giardino

Se si possiedono degli attrezzi da giardino in ottime condizioni, è un peccato lasciarli deteriorare per la poca attenzione cui si presta. La manutenzione di questi oggetti è davvero semplicissima. Di norma, per avere degli attrezzi sempre pronti all'uso,...
Materiali e Attrezzi

Come pulire il gres smaltato

La casa, rappresenta il luogo dove ci sentimo sempre a proprio agio. Questo perché cerchiamo di abbinare i mobili e lo stile delle stanze a nostro piacimento. Per la sistemazione della casa, non puù assolutamente mancare una bella tenda da montare in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.