Come pulire la barra della motosega

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi lavora quotidianamente con la motosega lo sa bene, quanto è antipatico ma semplice, doverla ripulire ogni qual volta è necessario. Se però siete alle prime armi con un attrezzo del genere, vi sembrerà non solo antipatico ma anche difficoltoso. Quando il legno viene tagliato utilizzando la motosega, notiamo che tutta la segatura si accumula e si deposita al centro della fessura lungo la catena. Questo accumulo di segatura, comporta necessariamente una sorta di blocco del passaggio della catena per il lubrificante. Questa ostruzione dello scorrimento ovviamente grave anche sul motore che si affatica sempre di più. Possiamo dunque comprendere quanto è importante e fondamentale mantenere pulita la barra; è una pulizia che deve svolgersi frequentemente per evitare occlusioni e seccature. All'interno di questa guida, ci dedicheremo proprio a ciò: spiegheremo come pulire la barra della motosega nel modo più veloce e semplice possibile, per esperti e non.
Seguite tutti i passaggi ed in breve tempo, vi ritroverete ad essere sempre più veloci e bravi.
Chi ha detto che bisogna essere per forza professionisti?

26

Occorrente

  • Un piccolo cacciavite a taglio
  • Un coltellino con lama sottile
  • Una spazzola di acciaio
  • Una chiave inglese
36

La prima operazione da fare è smontare la barra e per farlo bisogna aprire il carter della frizione, cioè quello al lato della barra, tramite la vite (in alcuni modelli ce ne sono due) o la manopola per il tiraggio e la tensione della catena nei modelli con tendicatena automatico, dopo si toglie prima la catena tirandola con le mani verso l'esterno della barra e verso l'alto per sfilarla ed infine si toglie la barra stessa.

46

Con un cacciavite a taglio o con la lama di un coltellino si tolgono tutti i depositi di segatura mista ad olio dalla fessura della catena, fino a raggiungere anche l'ingranaggio sulla punta della lama dove si aggancia la catena quando scorre. La barra va pulita profondamente e non deve rimanervi alcuna traccia di sporcizia. Anche la catena deve essere ben pulita, specie la parte che aggancia gli ingranaggi e che passa nella fessura della barra. Con una spazzola di acciaio, si puliscono bene a fondo anche le superfici laterali della barra della motosega.

Continua la lettura
56

Prima di rimontare il tutto bisogna togliere anche la sporcizia depositatasi intorno all'ingranaggio del motore della motosega al quale si aggancia la catena, liberando anche il foro dal quale esce l'olio che lubrifica la catena. Una volta pulito il tutto, si rimontano la barra e la catena e si fa una prova per verificare che l'olio passi regolarmente lungo la barra. Basta accendere la motosega puntando la barra su una superficie qualsiasi ed accelerare facendo muovere la catena finché non si vede sulla superficie una striscia di olio.
Con questi semplici procedimenti, non avrete alcuna difficoltà.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se nella barra i depositi sono molto ostinati da rimuovere conviene valutare se è meglio cambiare la barra
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come pulire le foglie delle piante da appartamento

Le piante sono un bellissimo ornamento per la casa, di cui non si può fare a meno. Tuttavia, che siano finte o vere sono sempre molto apprezzate per arricchire un angolo vuoto del salone o una mensola della nostra cucina. Naturalmente se prendiamo in...
Giardinaggio

Come abbattere un albero con il taglio di direzionalità

Raffiche di vento, fulmini o nevicate eccezionali possono causare danni irreparabili agli alberi del nostro giardino. In questi casi, per evitare danni maggiori provocati da una possibile caduta dell'albero stesso, ci troviamo costretti a doverlo abbattere...
Giardinaggio

Come pulire la propria aiuola

Il giardino è parte integrante di ogni casa che si rispetti. Anche se non è un grande giardino ma una semplice aiuola, se ben curata, fa sempre la sua bella figura. Anche se non sembra, curare un'aiuola è un compito abbastanza complesso. Occorre infatti...
Giardinaggio

Come eliminare un albero ingombrante

Purtroppo, alcune volte occorre necessariamente abbattere un albero. Il motivo è che ci si trova in una situazione in cui occorre garantire la sicurezza. Un intervento del genere mira ad evitare il pericolo derivante da un contatto dell'albero con i...
Giardinaggio

Come potare un albero alto

Effettuare i corretti interventi di potatura per gestire il verde nel proprio giardino è estremamente gratificante. Non solo si risparmia, ma si impara a conoscere meglio le caratteristiche delle specie vegetali che popolano lo spazio intorno alla casa....
Giardinaggio

Come potare cespugli ornamentali

I cespugli ornamentali rappresentano un componente estetico molto importante per il vostro giardino. Nasce da qui l'esigenza di tenerli sempre in ordine e in perfetta salute. La cura con la quale i cespugli devono essere trattati deve sempre essere estremamente...
Giardinaggio

Come eliminare le radici di un albero tagliato

Se avete un giardino, oppure avete acquistato un terreno e dentro ci sono degli alberi dovete stare bene attenti a ciò che fate. Prima di tutto informatevi su che tipo di piante sono, se sono giovani, oppure centenari, perché in questo caso non potrete...
Giardinaggio

Come potare un fico

Il fico è un albero da frutto molto diffuso in Italia. Originario dell'Asia Minore, ha avuto molto successo per il suo frutto estremamente dolce e gradevole al palato, tanto che ben presto si è diffuso rapidamente in tutto il Mediterraneo, dove ha conosciuto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.