Come pulire le monete antiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra i vari hobby più diffusi nel mondo, la numismatica è sicuramente uno dei più praticati. Riuscire ad appropriarsi di alcune tipologie di monete, comuni o rare, è, per i più appassionati, qualcosa di estremamente appagante. Questo discorso, vale soprattutto per le monete antiche, poiché posseggono un valore assolutamente non indifferente. Per riconoscere le monete antiche, è necessario avere una grande esperienza nel campo, per evitare di incorrere in qualche truffa. Inoltre, una volta acquistate, la pulizia gioca un ruolo fondamentale, perché aiuta a prevenire le ossidazioni, che potrebbero rovinare irrimediabilmente il valore della moneta. Nei passi successivi, verrà illustrato come pulire le monete antiche.

27

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Spazzolino
  • Acqua
  • Sapone
  • Soda
  • Limone
  • Panno
  • Tegame di rame
37

Come prima cosa, le monete possono essere costituite dai metalli più disparati, spaziando dall'oro più pregiato al rame più comune. Per ognuno di questi metalli, esiste una precisa strategia di pulizia differente. Le monete di argento devono essere pulite con del bicarbonato di sodio, disciolto in una soluzione di acqua, a temperatura ambiente, e con l'aiuto di uno spazzolino da denti; strofinate delicatamente lo spazzolino sulla superficie intaccata dallo sporco e rimuovete quest'ultimo. Dopo aver fatto ciò, risciacquate la moneta con dell'acqua dolce e lasciate asciugare.

47

Per quanto riguarda le monete di oro, procuratevi un tegame di rame ed inseritevi del sapone dentro, con un pH neutro. Oltre a ciò, aggiungetevi della soda. Successivamente, fate bollire il tutto con della normalissima acqua di rubinetto, dopodiché posate le monete nel tegame. Questo processo dovrebbe sgrassare correttamente tutto lo sporco depositato sulla loro superficie. A questo punto, le monete di rame devono essere trattate con delle sostanze anti-ossidanti, come il limone e il bicarbonato di sodio. Mescolate delle gocce di limone con un cucchiaino di bicarbonato ed in seguito, unite il miscuglio con dell'acqua calda.

Continua la lettura
57

Ora prendete un panno e imbevetelo nella soluzione che avete appena creato, dopodiché strofinatelo delicatamente sulla moneta, esercitando una leggera pressione. Adesso, lavate la moneta dai residui in eccesso e lasciatela asciugare. Ricordatevi di non utilizzare mai, per la pulizia delle monete, degli acidi eccessivamente aggressivi, perché potrebbero intaccare definitivamente l'integrità della moneta. Infine, nel periodo di asciugatura, non lasciate mai le monete esposte direttamente alla luce del sole. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come valutare monete antiche

Per chi ama collezionare monete deve sapere che è necessario saperle valutare. Come ogni cosa è necessario avere delle conoscenze, anche in questo campo. Solitamente queste passione scaturisce in seguito al ritrovamento di vecchie monete, che magari...
Altri Hobby

Come riconoscere le antiche monete arabe

Le monete, così come i francobolli e le bandiere, possono rivelare sia agli storici che ai collezionisti molto sulla storia del mondo. In passato, però, i collezionisti nel mondo occidentale in genere evitavano di prendere in considerazione le monete...
Altri Hobby

Come identificare antiche monete greche

Ogni popolo, di ogni periodo storico, ha usufruito di strumenti utili allo scambio di beni, come il baratto, o l'utilizzo di oggetti di particolare valore per il periodo di riferimento come conchiglie, oro, ecc. In particolare, per la prima volta nel...
Altri Hobby

Come vendere delle monete antiche

C'è chi ama contemplarle, compiendo viaggi indietro nel tempo col pensiero, e chi le colleziona per venderle in seguito, ottenendo così un margine di guadagno. Insomma, se sei il fortunato possessore di monete antiche, magari ereditate dal nonno collezionista,...
Altri Hobby

Come conservare le monete antiche

Se la vostra passione risultasse essere il collezionismo, nello specifico di monete, sicuramente saprete che conservare le monete in buone condizioni in modo che mantengano il loro valore ottimale di mercato è indubbiamente il fattore principale. Come...
Altri Hobby

Come identificare le antiche monete spagnole

Senza dubbio la storia coloniale della Spagna ha permesso il diffondersi delle sue monete in buona parte del mondo. Tuttavia esistono centinaia di antiche monete spagnole e, sono tanti i collezionisti che cercano di assicurarsi queste rarità. È bene...
Altri Hobby

Come pulire le monete da collezione

L​'hobby della numismatica è sempre stato uno dei passatempi più diffusi negli uomini. I collezionisti con esperienza sanno che le monete non andrebbero mai pulite, ma col passare degli anni, se non conservate nel migliore dei modi, molto spesso tendono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.