Come purificare la glicerina

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'aumento globale della produzione di biodiesel, ha portato ad un notevole aumento della produzione di glicerina in tutto mondo. La glicerina è prodotta per circa l'11% in transesterificazione dei trigliceridi, che sono il materiale predominante per la produzione di biodiesel. La purificazione è però necessaria per trasformare la glicerina grezza in uno stato utilizzabile per tali scopi. I requisiti di purezza per le applicazioni della glicerina variano, e vengono spesso stabiliti in precedenza per le applicazioni classiche. Ecco come purificare la glicerina.

24

Il contenuto di sale nella glicerina grezza derivante dall'uso di catalizzatori alcalini omogenei, va spesso dal 5 al 7%, il che rende il processo di purificazione molto complesso e costoso se si utilizzano le tecniche convenzionali. Questo suggerisce ai mercati futuri una nuova strategia di purificazione a basso costo. Per questo motivo, quasi tutta la produzione di biodiesel oggi coinvolge catalizzatori alcalini omogenei, come il metilato di sodio. La transesterificazione dei trigliceridi con il metanolo genera una fase metilestere e una fase glicerina; le impurità come il sapone, il metanolo e l'acqua sono maggiormente concentrate nella fase glicerina.

34

Un altro processo attraverso il quale si può purificare la glicerina è la distillazione. La glicerina ha una elevata capacità termica, che richiede un ingresso ad alta energia per vaporizzazione; le tecniche di scambio ionico classiche sono da tempo applicate, ma l'elevato contenuto di sale nella glicerina rende questa tecnica antieconomica per questa applicazione.

Continua la lettura
44

La fase glicerina è tipicamente neutralizzata con acido e il componente cationico del catalizzatore. Ad esempio, il cloruro di sodio si forma nella neutralizzazione con l'acido cloridrico della glicerina, contenente metilato sodico. I tassi di utilizzo del catalizzatore variano in tutto il settore, ma va notato che i processi eterogenei che utilizzano enzimi e catalizzatori solidi in metallo-ossido sono promossi come alternative alla catalizzatori alcalini omogenei. Tuttavia, anche nei processi di transesterificazione eterogenei, l'impurità tendono ad accumularsi nella fase di glicerina, quindi, la purificazione può risultare incompleta. La glicerina rimane dunque uno dei prodotti chimici più versatili e preziosi, poiché ha una grande varietà di usi ed applicazioni. La produzione di glicerina ha creato una fornitura che ha favorito lo sviluppo di nuove applicazioni industriali per questo materiale. Ad esempio, recenti rapporti hanno dimostrato che la glicerina può essere usata come materia prima per la produzione di alti volumi di sostanze chimiche industriali come il glicole propilenico, l'epicloridrina, l'acido acrilico e il polidrossibutirrato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.