Come raccogliere e piantare arbusti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tante volte vi sarà capitato di passeggiare per il parco, fare mini escursioni familiari al mare o in montagna, scampagnate in comitiva, e rimanere affascinati da un particolare arbusto, magari caratteristico del luogo. Per riprodurre quello stesso alberello e custodire allo stesso tempo il ricordo di quella splendida giornata non servono delle elaborate tecniche, ma pazienza e attenzione per i dettagli. Grazie a poche e semplici indicazioni è possibile imparare a raccogliere e piantare arbusti per abbellire le fioriere del vostro balcone o i giardini delle vostre case. Vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • coltelllino o forbici affilate
  • torba, sabbia grossolana, terriccio da giardino
  • vasi o fioriere
36

Come prima cosa procuratevi un coltello affilato per tagliare qualche rametto dalla pianta che avete scelto di riprodurre. La tecnica riproduttiva maggiormente diffusa nei vegetali è infatti la cosiddetta "riproduzione per talea". I vantaggi di questa tecnica consistono nel riuscire a riprodurre una pianta identica a quella madre e ricavare numerose piantine da un unico esemplare. Occupatevi quindi del taglio dei rametti. Più ne raccoglierete e maggiori probabilità di attecchimento avrete. Tagliate l'intero ramo e poi sezionatelo in pezzi di quindici o venti centimetri circa facendo attenzione che ogni talea abbia almeno due o tre 'nodi', ossia i punti di incontro tra lo stesso ramo e il fogliame.

46

Togliete tutte le foglie presenti sulla parte bassa della talea e lasciate quelle nella parte superiore. Preparate quindi il terriccio dove andrete a piantare il ramoscello, miscelando terra da giardino, torba e sabbia e ponete attenzione nel sistemare sul fondo materiali più grossolani come ciottoli e ghiaia per favorire il drenaggio dell'acqua. Interrate le talee per circa sette o otto centimetri e posizionatele in una zona luminosa con una temperatura compresa tra i diciotto e venti gradi. Dopo aver innaffiato con uno spruzzino i rami interrati, coprite il contenitore con un foglio di plastica, sul quale avrete praticato dei buchi per evitare un'eccessiva condensa. Togliete il foglio solo per pochi minuti al giorno, fino alla comparsa dei nuovi germogli.

Continua la lettura
56

Per la talea fogliare esistono due tecniche differenti a seconda della pianta da riprodurre. Per la "talea di picciolo fogliare", indicato per piante come le violette africane o le primule, dopo aver prelevato una foglia da una pianta sana, procedete ad interrarla dalla parte del picciolo. I germogli nasceranno alla base di quest'ultimo. La seconda metodologia, la "talea sulle nervature delle foglie", consiste nell'incidere la nervatura principale della foglia nella parte inferiore e fissare lo stesso lato in maniera aderente al terriccio. Coprite infine il vaso con un foglio di plastica per trattenere l'umidità. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per le talee da ramo può essere utilizzato un ormone radicante per facilitare e velocizzare il processo di radicazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Arbusti di novembre: quali coltivare

Hai un giardino tutto tuo e vuoi iniziare a coltivare arbusti e piante? Desideri poter raccogliere i frutti e le bellezze della tua terra senza spendere molti soldi? Ormai l'inverno è alle porte ma non devi spaventarti! Tutto sta nello scegliere con...
Giardinaggio

Giardinaggio: guida agli arbusti sempreverdi

Gli arbusti sempreverdi hanno una funzione essenziale nella realizzazione di un giardino: formano delle macchie e delle siepi colorate, che conferiscono un movimento ed un rilievo al vostro spazio verde per l'intero anno. Nella stagione invernale, infatti,...
Giardinaggio

Cosa piantare nel giardino in inverno

Anche in inverno il giardino mantiene una sua bellezza se corredato delle piante giuste. Inoltre i mesi invernali sono quelli in cui il giardino va curato di più e vanno piantati i semi per la fioritura primaverile. Novembre è il mese indicato per piantare...
Giardinaggio

Come riconoscere il momento giusto per raccogliere le patate

La coltivazione delle patate è una delle colture più facili. Infatti, non prevede grandi cure e crescono in maniera naturale. Pertanto, si possono anche coltivare sul balcone utilizzano vasi e terriccio universale. L'importante è sistemare e riporre...
Giardinaggio

Come raccogliere le erbe aromatiche

Le erbe aromatiche appartengono alla categoria delle piante spontanee, che sono quelle migliori dal punto di vista dell'odore, ed anche esemplari adatti per essere utilizzati come spezie per i cibi e per la produzione di medicinali. Il vantaggio di...
Giardinaggio

Come piantare e curare le zucche ornamentali

Le zucche ornamentali sono degli ortaggi molto apprezzati per il loro succulento sapore. Sebbene vengono utilizzate per preparare svariate ricette sono famose per la loro particolare forma. A questo proposito si adoperano anche per decorare. Queste, infatti,...
Giardinaggio

Come piantare un albero di albicocche

Chi dispone di un fazzoletto di terreno da adibire ad un piccolo orto può sicuramente piantare un albero di albicocche, in modo da poter assaporarne i frutti nella bella stagione. Il colore particolare dei frutti prodotti da questa coltivazione renderà...
Giardinaggio

Come piantare pali di sostegno per piante

Chi ha l'hobby del giardinaggio sa che piantare dei pali di sostegno non è un'operazione semplice come potrebbe sembrare a prima vista, questo perché se si vuole che la recinzione duri nel tempo si devono seguire alcune semplici regole. Questo, maggiormente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.