Come raccogliere il peperoncino

Di: G. D.
Tramite: O2O 05/06/2016
Difficoltà: facile
17
Introduzione

Il peperoncino è una pianta originaria delle Americhe, ma oggi diffusa praticamente in tutto il mondo. Esistono varie specie piccanti, dolci ed ornamentali. Tutte le varietà di peperoncino possono essere coltivate in Italia, seminando nei mesi di febbraio e marzo, mentre si possono raccogliere a partire dall'estate. I peperoncini vanno usati subito dopo la raccolta, ma possono essere anche congelati oppure conservati sotto olio. Ciononostante è fondamentale una corretta raccolta.
Vediamo dunque, con questa guida, come raccogliere il peperoncino.

27
Occorrente
  • Lacci resistenti o cordicelle
  • Forno
37

Raggruppare i peperoncini in mazzetti

Per raccogliere il peperoncino, sappiate che durante il mese di settembre potete tagliare le piante di peperoncino, recidendole alla base. Raccogliete tutte le piantine in maniera da realizzare dei piccoli mazzi. Proseguite con attaccarli gli uni agli altri accuratamente con dei lacci resistenti o cordicelle. In questo modo, metteteli a testa in giù affinché possano essiccarsi in un luogo fresco e asciutto a contatto con il sole. Appendeteli in maniera tale che le foglie si essicchino completamente. Un'altra valida alternativa per l'essiccazione consiste nel posizionare i peperoncini nel forno a circa 50°C.

47

Essiccare e raccogliere i peperoncini

Quando il tempo di essiccazione sarà terminato, potete procedere a raccogliere il peperoncino. Ricordate che i peperoncini vanno raccolti solamente a maturazione completa. Una volta secchi, potete decidere di frullarli e ridurli in polvere. Oppure potete decidere di metterli sotto olio per creare un olio aromatico e leggermente piccante da portare in tavola.

Continua la lettura
57

Rispettare i tempi

I peperoncini esistenti sono tantissimi e tutti molto belli da vedere. Variano nella forma, nel colore e nell'intensità del gusto piccante. Se non sapete come scegliere la varietà più giusta alle vostre esigenze, potete visitare il sito dell'Accademia del peperoncino per farvi un'idea più approfondita. L'importante è rispettare i tempi di coltivazione, annaffiatura e raccolta per essere sicuri di ottenere un prodotto di qualità.

67

Preparare la paprika

Se volete preparare la paprika con il peperoncino raccolto avete l'opportunità di macinare le bacche, dopo avere eliminato i semi, in modo da ottenere un prodotto di migliore qualità. Poiché l'olio essenziale (capsicina) è molto volatile, è opportuno evitare di toccare con le mani la polvere perché potrebbe provocare forti irritazioni alla cute e agli occhi. Si consiglia di utilizzare dei guanti protettivi. La paprika va conservata in un luogo fresco e al buio.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un capsicum (peperoncino ornamentale)

Il capsicum (peperoncino ornamentale) è una pianta, sia dolce che salata, coltivata per i suoi frutti fin dall'antichità. Ha bacche commestibili di colori e grandezza diversi. Possono essere consumati sia conservati che freschi. Tale pianta ha un aspetto...
Giardinaggio

Come coltivare il peperoncino più piccante al mondo Bhut Jolokia

Il Bhut Jolokia è originario dell'India ed è attualmente considerato il peperoncino più piccante al mondo. Si tratta di una pianta con una stagione di crescita prolungata; infatti essa arriva fino a 120 giorni anche se è difficile da coltivare....
Giardinaggio

Mese di Maggio: i principali ortaggi da raccogliere

A maggio sono presenti diversi ortaggi da poter coltivare e raccogliere, che variano in base al periodo in cui sono stati piantati. Gli ortaggi presentano infatti, esigenze differenti sia per quanto riguarda la semina, le temperature e la raccolta. Ecco...
Giardinaggio

Come riconoscere il momento giusto per raccogliere le patate

La coltivazione delle patate è una delle colture più facili. Infatti, non prevede grandi cure e crescono in maniera naturale. Pertanto, si possono anche coltivare sul balcone utilizzano vasi e terriccio universale. L'importante è sistemare e riporre...
Giardinaggio

Come Raccogliere La Frutta

L'amore per la campagna e per i suoi frutti freschi e genuini, negli ultimi tempi, è sempre più diffuso. Soprattutto per chi è amante delle tradizioni e delle coltivazioni biologiche senza pesticidi, che invece possiamo trovare sempre più spesso in...
Giardinaggio

Come e quando raccogliere le olive

Una delle attività più svolte dai contadini, la raccolta delle olive è quella meno stressante rispetto alle altre. Essa può certamente iniziare nei mesi autunnali, protraendosi anche fino al mese di febbraio inoltrato. Questa variazione può dipendere...
Giardinaggio

Come raccogliere il rosmarino

Il rosmarino è una pianta erbacea perenne. Con il suo stelo legnoso e le foglie ad ago sempreverde, rappresenta un ottimo paesaggio vegetale. Le sue foglie vengono utilizzate fresche o secche per la cucina e l'artigianato, in quanto forniscono un'erba...
Giardinaggio

Come raccogliere le ciliege

Siamo quasi giunti all'estate, ma il caldo inizia subito a farsi sentire. È il periodo perfetto per le ciliegie, un frutto dolce molto usato per la preparazione dei dolci o delle classiche marmellate. Come ogni altro frutto, anche le ciliegie hanno bisogno...